BRINDISI

VISITARE BRINDISI: INFORMAZIONI  PICCOLA GUIDA

 

Brindisi è una bella e affascinante città nel nostro sud d'Italia, situata nel punto estremo del "tacco dello stivale", nella regione Puglia. Una delle tre principali città della penisola salentina , si presenta con una chiara atmosfera del sud Italia, là dove tutto sembra cambiare rispetto al resto del Paese: la luce è diversa, la lingua è diversa e il mare è diverso, più profondo e aperto, italiano ma anche greco, in una parola, mediterraneo.

Il motivo principale per il quale si decide di visitarla è perché si vuole prendere il traghetto per la Grecia o l' Albania . La città tuttavia ospita alcuni monumenti interessanti che renderanno le ore di attesa per la partenza o per il rientro più che piacevoli. Brindisi è infatti da sempre conosciuta per il suo porto , la porta d'Oriente, uno dei più sicuri in tutto il Mediterraneo. Sono diverse le teorie circa la sua origine , una di queste sostiene che la città sia stata fondata dal leggendario eroe Diomede.

La storia ci tramanda una città occupata dai greci , ancor prima della espansione romana, e il suo nome in effetti deriva dal greco Brentesion (Β�?εντήσιον), "testa di cervo", che si riferisce alla forma ben distinguibile del porto naturale. Gli antichi romani la conquistarono nel III secolo a.C., ribattezzandola Brisindium . Dopo le guerre puniche divenne un importante centro di potere navale e commercio marittimo, grazie anche alle vie costruitevi: la Via Appia e la Via Traiana. Divenuta obiettivo di conquista degli ostrogoti e quindi governata successivamente dai bizantini nel VI secolo, venne poi distrutta dai longobardi e ricostruita immediatamente dopo. Il porto di Brindisi , da sempre considerato di strategica importanza, ha portato tante glorie alla città e anche innumerevoli dominazioni e influenze esterne: a quelle dell'antichità si aggiungeranno poi in ordine quelle dei normanni , dei veneziani , degli spagnoli , degli austriaci , dei borboni . Sempre grazie al suo porto la città si sviluppò maggiormente nella seconda metà del XIX secolo, quando all'inaugurazione del Canale di Suez divenne tappa obbligatoria per i collegamenti da Londra alle colonie britanniche , tra cui l' India . L'importante nodo strategico verrà poi successivamente sostituito dalla città di Marsiglia , in Francia . Durante la seconda guerra mondiale , Brindisi subì notevoli bombardamenti ed ebbe modo di offrire rifugio ai vertici del governo italiano fino al 1944 (la cosiddetta ' fuga di Brindisi ').

In passato, la città non ha mai fatto molto per invitare i viaggiatori a fermarsi più a lungo di una notte passata ad aspettare il traghetto per la Grecia . Le cose sono leggermente cambiate e stanno ancora migliorando. Ci sono volute generazioni di amministratori locali e di giovani per dare conto ai risultati visibili oggi. Nonostante il numero dei saccopelisti con lo zaino in spalla sia calato notevolmente per l'aumento dei voli low cost, Brindisi offre un affascinante percorso culturale e paesaggistico. L'antico bel porto circonda maestosamente la città, che a sua volta si arricchisce di ricordi storici come il castello svevo di Federico II o il castello Aragonese presso l'entrata del porto, o ancora la grande suggestiva colonna alla fine della via Appia o il luogo che fu testimone della morte di Virgilio .

Non si manchi di visitare anche altre importanti testimonianze, che fedelmente riproducono il passaggio di avvenimenti storici di grande importanza: è il caso per esempio dei pozzi dove i crociati usavano abbeverare i propri cavalli, o la Chiesa romanica di Maria del Casale o ancora del caratteristico monumento che domina il porto, commemorazione ai marinai d'Italia . Il centro storico con la sua cattedrale e i musei offre ugualmente una valida alternativa ai dintorni della città, che a loro volta rimangono acclamati anche all'estero. È il caso per esempio della Riserva naturale di Torre Guaceto o delle attraenti campagne coltivate a oliveti e vigneti.

Si arriva poi alle incantevoli spiagge, alcune delle quali ancora poco sfruttate dalla dilagante edilizia. Ostuni è a soli 35 km a nord-ovest di Brindisi e la sua architettura arabo-greco attira sempre più visitatori ogni anno. Un festival con famosi artisti da strada provenienti da tutta Europa si tiene nel mese di agosto e una serie di altre iniziative culturali si svolgono tutto l'anno. Alberobello si trova più a nord, un altro piccolo gioiello, con i suoi famosi trulli, case con tetti a forma di cono fatto di lastre di pietra a secco.

Sagre ed eventi culturali di ogni genere arricchiscono l'atmosfera salentina, in combinazione con i deliziosi prodotti della gastronomia locale. Il folclore si arricchisce in particolare della cultura del Tarantismo, legato ad una forma d'isterismo popolare e folcloristico di lontane origini pagane e che secondo la leggenda sarebbe provocato dalla puntura della tarantola.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

Torna su

 

 

Ostelli Brindisi    Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Brindisi

Carte Brindisi   Karte von Brindisi Mapa Brindisi     Map of Brindisi

Carte Pouilles Karte von Apulien  Mapa Apulia     Map of Apulia

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy