Cosa vedere a Catanzaro

Cosa vedere a Catanzaro

 

La lunga storia di Catanzaro sembra parlarci dalle finestre degli antichi palazzi, nei vicoli, nelle piazze, nelle fresche ombre cercate quasi a fatica sotto il caldo sole estivo. É la stessa raccontata dalla gente, là dove spesso la realtà si mescola con le superstizioni tramandate dalla tradizione orale. La incontriamo da una parte all'altra dei tre colli della città (del Vescovado, di San Trifone o di San Rocco, e di San Giovanni o del Castello), che a sua volta si poggia su 320 metri al sopra del livello del mare, accarezzata dal clima mite del Mediterraneo.

CatanzaroIl ben conosciuto ponte-viadotto Morandi-Bisantis ci appare quasi un po' fuori posto in mezzo a tanta storia e natura, ma poi se ne deve riconosce l'imponenza ingegneristica e l'utilità sociale: uno tra i più alti d'Europa, costruito negli anni sessanta dello scorso secolo per collegare il centro storico con il rione De Filippis e tutto il resto del lato opposto della vallata del piccolo Fiumarella, il torrente locale.

CatanzaroNel centro storico, il Duomo di Catanzaro (Cattedrale di Santa Maria Assunta e di Pietro e Paolo) s'impone a sua volta con tutta la sua forza storico-architettonica e religiosa, costruito dai normanni nel lontano 1121 venne quasi interamente ricostruito nel dopoguerra e consacrato a nuova vita nel 1960. Anche la bella Basilica >dell'Immacolatamerita attenzione, sorta nel XIII secolo e anch'essa rimaneggiata più volte durante i secoli XVIII e XX. Tra tutte attira particolarmente attenzione la chiesa di Santa Teresa(detta anche dell'Osservanza), la si apprezza per il conventoannesso che prende il posto della Cappella della Madonna della Ginestra. Le cappelle attuali sono quelle cinquecentesche del Santo Sepolcroe del Santissimo Crocefisso. All'interno si ammira anche una scultura del Gagini, la Madonna delle Grazie.

CatanzaroDa non mancare è anche la visita all'antico complesso monumentale di San Giovanni, sorto sull'area del famoso Castello normannoa sua volta costruito nel XI secolo sotto la dominazione di Roberto il Guiscardoe vero simbolo dei signorotti feudali che nel tempo qui si sono succeduti. La chiesa di San Giovannivenne costruita nel 1523, l'ospedale degli infermi alla fine del Cinquecento, il convento dei Padri Teresiani nel 1663. Più recentemente, negli anni '50 dello scorso secolo vi venne costruita anche la simbolica Fontana con la statua del Cavatore, realizzata da Giuseppe Rito, uno scultore locale. Si ammira il complesso anche dal grande piazzale panoramico o dalle restanti antiche Mura, caratterizzate dalla Torre di Carlo V.

L'indecisione è ora d'obbligo, i profumi nell'aria si trasformano in indistinti sapori, sono quelli della gastronomia locale. Scopriamo qualche minuto dopo essere quelli di un piatto tipico, le scilatelle al ragù di capra e degli attraentipanini chiamati U'Morzeddhu, un immenso misto di carne ripiena dentro un tipico pane pitta, incredibilmente gustosi. Lasciando alle spalle le altre chiese della città, facilmente visitabili in poco tempo, e ammirati alcuni degli antichi palazzi(tra i tanti, il Palazzo de 'Nobili, del XV secolo, attuale Municipio, e i vari Palazzo Menichini, Mancusi, Riccae del Riso) posti per lo più attorno alla Piazza Grimaldi, la piazza principale e salotto sociale della città, è d'obbligo la visita ai piccoli negozi artigianali della zona. Lo shopping >è qui assicurato. la visita al Parco della Biodiversità Mediterranea, con all'interno un giardino botanico, laghetti e diverse specie di flora e fauna mediterranea. La ottocentesca Villa Margheritaè una piccola e piacevole oasi urbana, tra piazza Trieste >e viale dei Normanni, provatela per rigenerare il fisico stanco da tanto girovagare.

Prima di pensare al mare, e qui vi lasciamo, non si perda la visita al Parco Archeologico di Scolacium, lungo la strada che dalla città porta a Catanzaro Marina. É qui che tra ulivi secolari, sono state rinvenute le glorie dell'antica città di greco-romana di Skilletion. Non lontana, si ammirino anche i suggestivi resti della Basilica bizantino-normanna di Santa Maria della Roccella. Le località vicine nascondono belle sorprese, come quelle della frazione di Siano e del suo museo-podere delle Carrozzecon in esposizione una bella collezione dei secoli compresi tra il XVII e il XIX secolo.

Torna su

 

Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie

Carte Reggio di Calabria   Karte von Catanzaro   Mapa Catanzaro   Map of Catanzaro

Carte  Calabre   Karte von Kalabrien   Mapa Calabria   Map of Calabria

Carte d'Italie   Karte von Italien      Mapa Italia     Map of Italy

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal

Offerte del giorno Amazon