Cosa vedere a Sirmione - Cosa visitare a Sirmione

Cosa vedere a Sirmione - Cosa visitare a Sirmione

La città di Sirmione, una delle perle della Lombardia, una città sempre in vetta alle classifiche di gradimento dei turisti di tutto il mondo, una delle città più fotografate della Terra, racchiude in sé tante meraviglie, scopriamole insieme.

Le Grotte di Catullo

 

 

Paene ìnsularum, Sìrmio, insulàrùmque ocèlle, quascumque ìn liquentibùs stàgnis marìque vasto fèrt uterque Nèptùnus, quam tè libenter quàmque laetus ìnvìso?

"O Sirmione, gemma delle penisole e delle isole, tutte quelle che nei limpidi laghi e nel vasto mare sorregge l’uno e l’altro Nettuno, quanto volentieri e con quanta gioia ti rivedo " (Catullo)

Grotte di Catullo a SirmioneIl nome di Sirmione è sempre stato legato al nome del poeta Catullo. Uno dei luoghi turistici di maggiore interesse di Sirmione, sono appunto le Grotte di Catullo. Questo splendido luogo si trova nella parte estrema della penisola di Sirmione, da dove è possibile godere di uno dei panorami più belli d’Italia. Le Grotte di Catullo sono i resti di un’antica villa romana, che è una delle ville private, signorili, più belle del Nord Italia. Questo nome “grotte? deriva dal fatto che, durante il Rinascimento, tutte le strutture ricoperte da vegetazione, venivano chiamate così. Secondo alcuni studiosi, questa villa è appartenuta proprio alla famiglia Catullo. Gli scavi, per riportare alla luce, ciò che rimaneva di questa villa, iniziarono nel 1939. Sappiamo che al di sotto dell’attuale costruzione, ne esisteva un’altra antecedente. La pianta della villa è rettangolare, e si estende per una superficie di più di due ettari. Ciò che noi possiamo ammirare, oggi sono le costruzioni della parte settentrionale. Per arrivare al sito archeologico occorre fare una panoramica passeggiata, per quasi un chilometro, che vi consentirà di attraversare il centro di Sirmione e godere di paesaggi unici.

Torna su

Castello Scaligero di Sirmione

Castello Scaligero a SirmioneIl Castello Scaligero di Sirmione venne costruito durante il 1200 , nel luogo dove sorgeva una fortificazione, risalente all’epoca dei Romani. Sicuramente la costruzione è avvenuta in più fasi, la prima, appunto, risalente al 1200, quando venne realizzato il mastio, la torre più alta, la seconda fase risale al 1300, mentre la terza al 1400, quando venne rafforzata la darsena. Questa fortezza, tipicamente medievale, aveva come compito la difesa della città ed il controllo di tutti i traffici marittimi. Al castello si accede attraverso il ponte levatoio ed è visitabile da parte dei turisti tutti i giorni, tranne il lunedì. Le sue torri e le sue mura sono merlate.La costruzione si trova completamente immersa sul lago di Garda. Al suo interno vi è un portico con un lapidario risalente all’epoca romana e medievale. La visita al castello è davvero un’esperienza unica, vi consigliamo di salire fino all’estremità delle torri,qui ammirerete la darsena, dove si riparava la flotta scaligera e da qui potrete godere di un panorama davvero mozzafiato.

Torna su

Chiesa di San Pietro

Chiesa San Pietro a SirmioneNon sappiamo l’epoca esatta, durante la quale questa chiesa venne costruita, ma sappiamo che durante il dominio longobardo essa era già presente. La leggenda vuole, che questa chiesa sia statacostruita dai pescatori e che nello stesso luogo, un tempo, vi fosse un tempio pagano. Il campanile della chiesa risale al 1070 ed è alto 17 metri. Durante il XIV secolo la struttura ha subito diversi interventi di restauro, così come testimonia un mattone, sul quale vi è la data 1320. La sua pianta è rettangolare e il soffitto è stato realizzato da travi in legno. Oggi si presenta con una forma a capanna ed al suo interno è possibile ammirare diversi affreschi, alcuni del quali risalenti al 1100.

Torna su

Chiesa di Santa Maria Maggiore

Chiesa Santa Maria Maggiore a SirmioneQuesta chiesa venne costruita durante il 1400, nel luogo dove sorgeva un luogo di culto dedicato a San Martino in Castro. Nella facciata possiamo ammirare diverse decorazioni in terracotta. Dal porticato si accedeva, un tempo al cimitero. Lapianta è rettangolare. E’ possibile, ancora, ammirare un’antica colonna romana, che è la prima colonna di sinistra, realizzata durante l’epoca dell’imperatore Giuliano L’Apostata, molto probabilmente la colonna faceva parte dell’impianto originario del primitivo luogo di culto. All’interno della chiesa è presente una sola navata, possiamo ammirare diversi affreschi e una madonna scolpita nel legno, chiamata Madonna in trono, risalenti al XV secolo e un Crocifisso, risalente al XVI secolo. Molto particolare l’altare maggiore, che si trova nell’abside, interamente ricoperto da eleganti marmi.

Torna su

Chiesa di Sant’Anna

Chiesa Sant'Anna  a SirmioneQuesta chiesa, un tempo, faceva parte del Castello, infatti è direttamente collegata ad esso e venne costruita durante il 1400. Molti la conoscono come l’Oratorio della Beata Vergine al Ponte o come la Chiesa di Santa Maria al Ponte. Ufficialmente, però, è la chiesa di Sant’Anna, perché da sempre, gli abitanti del luogo, identificano Sant’Anna in un affresco presente al suo interno. La volta è a botte e vi è un presbiterio, la chiesa ha una sola navata. Al suo interno possiamo ammirare alcuni affreschi votivi, che risalgono al XVI secolo e un’immagine Mariana dipinta sulla pietra, sulla cornice del quadro è possibile ammirare lo stemma scaligero. Sull’altare, inoltre, è presente un frammento di un affresco, risalente al XIV secolo, per tale ragione, si ritiene che fosse un santuario o una piccola cappella.

Torna su

Palazzo Maria Callas

Palazzo Maria Callas a SirmioneQuesta splendida villa che fu dell'industriale Menighini e di Anna Maria Cecilia Sophia Kalogheròpoulos, in arte Maria Callas, si trova in Piazza Carducci, nel cuore della città di Sirmione. La cantante abito qui  fra la primavera del 1952 e l'agosto 1958, quando viveva con Giovan Battista Meneghini, sposato nella Chiesa dei Filippini di Verona, e non era nei teatri del modo. A Sirmione la Callas vive nel ricordo generale. Domestiche, autisti, barcaioli, baristi che l'hanno conosciuta non ci sono più. Sembra abbiano passato parola agli altri di ricordarla. All'interno della villa sono ospitate diverse mostre ed è presente un’enorme sala, dove si organizzano convegni a carattere nazionale ed internazionale.Questo palazzo, sin dalla sua costruzione, risalente al 1700, ha rappresentato il polo culturale di Sirmione.

Torna su

Le Terme di Sirmione

Terme di SirmioneChi non ha mai sentito parlare delle terme di Sirmione? Tutti i turisti che visitano questa cittadina, non possono non concedersi un momento di relax offerto dalle sue acque termali e dai diversi centri benessere. Qui è possibile pensare esclusivamente a se stessi, immersi in atmosfere da favola, che vi faranno sentire meglio nella mente e nel corpo. Le terme di Sirmione vennero scoperte durante il Rinascimento, epoca durante la quale la fonte termale e solforosa iniziò ad essere frequentata, anche se queste terme iniziarono a diventare famose solo a partire dal 1896. In breve tempo tutte le famiglie più abbienti d’Europa, iniziarono a prediligere questo posto, per le loro vacanze. Il boom turistico riprese dopo il secondo conflitto mondiale, quando vennero costruiti i primi centri termali e diversi hotel, in quegli anni Sirmione si affermò come uno dei luoghi termali più importanti della nostra penisola.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

Torna su

 

 

 

Ostelli Sirmione   Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Sirmione

Carte Sirmione  Karte von Sirmione       Mapa Sirmione Map of Sirmione

Carte de la Lombardie     Karte von Lombardei    Mapa Lombardía   Map of Lombardy

Carte d'Italie      Karte von Italien      Mapa Italia      Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal