I faraglioni di Capri e altre meraviglie dell'isola

Advertisement

I faraglioni di Capri e altre meraviglie dell'isola

I faraglioni di Capri sono dei picchi rocciosi che emergono dal mare nella parte a sud-est dell'isola. Sono tre ed hanno tutti dei nomi (Faraglione di Terra o di Saetta, unito alla terraferma, faraglione di Mezzo o Stella, e faraglione di Fuori o Scopolo). Sono visibili in particolare dalla terrazza panoramica dei Giardini di Augusto, nome con il quale vengono indicati i giardini botanici di Capri, situati in quella che un tempo era un vasto terreno di proprietà di Friedrich Alfred Krupp (vissuto tra il 1854 ed il 1902), grande appassionato di biologica marina e a capo delle acciaierie Krupp.

Advertisement

I giardini sono strutturati a terrazza a picco sul mare e oltre a varie piante e fiori ornamentali sono anche caratterizzati da un singolare monumento dedicato a Lenin, commissionato negli anni '60 dello scorso secolo dall'ambasciata sovietica in Italia e realizzato dallo scultore Giacomo Manzù. All'imprenditore tedesco è anche legata la famosa Via Krupp, una serie di tornanti costruiti sulla roccia calcarea che egli fece costruire per collegare il centro storico dell'isola con Marina Piccola, l'area balneare da basso.

Altro simbolo naturale dell'isola è la famosa Grotta Azzurra di Capri, situata nella circoscrizione comunale di Anacapri ed una delle maggiori attrazioni. Molte le gite in escursione verso questa che è considerata una delle bellezze naturali più visitate del mondo e che attira per il particolare colore dell'acqua, dai riflessi azzurri intensissimi.

La grotta è piccola, lunga circa 60 metri e larga appena 25, si trova situata proprio sotto la Villa Damecuta di Anacapri, un tempo appartenente agli antichi Romani, ed il suo colore è dovuto ad un effetto di riflesso solare filtrato da una seconda apertura nella roccia. Luogo di antiche superstizioni popolari e per questo rimasta a lungo sconosciuta nei secoli passati, venne 'riscoperta' da due artisti tedeschi, August Kopish e Ernst Fries (scrittore uno e pittore l'altro) in viaggio di piacere a Capri nella primavera del 1826. Ci sono anche altre cale e grotte a Capri e diverse cale, tra cui la Cala di Matermania, la Cala Ventroso, la Grotta Bianca e la Grotta Verde.

Nella parte orientale di Capri, lungo un percorso in cui è possibile ammirare anche i faraglioni, è situato un altro punto di maggiore attrazione dell'isola: l'Arco naturale di Capri. Ci si arriva a piedi, dalla piazzetta di Capri attraversando la località Croce e la via Matromania; oppure ci si arriva anche attraversando Pizzolungo e Villa Malaparte. Quest'ultima è una famosa villa di Capri, dedicata a Curzio Malaparte, che infatti vi dimorò negli anni '30 dello scorso secolo. La villa è situata in uno stretto promontorio roccioso a picco sul mare e circondata da alberi di pino e piante mediterranee. L'architettura moderna la indica come uno dei suoi più importanti capolavori, fiera rappresentante di una delicata armonia tra ambiente naturale e razionalismo urbano. La villa, dopo una dibattuta causa legale relativa al testamento dello stesso scrittore, è oggi centro culturale di design ed architettura della Fondazione Ronchi.

Altro importante monumento tra le attrazioni turistico-culturali di Capri è la chiesa di San Costanzo (o di Maria Santissima della Libera), una piccola chiesetta monumentale probabilmente già presente nel V secolo ed ancora oggi al centro della festa tradizionale per le vie di Capri il 14 maggio di ogni anno. Il suo stile attuale si confonde tra il gotico ed il bizantino e si distingue anche per il campanile in stile arabo-normanno. La Certosa di San Giacomo di Capri è un'altra delle attrazioni principali dell'isola, un monastero del XIV secolo raggiungibile in circa 5 minuti a piedi dalla piazzetta e lungo la via Vittorio Emanuele, via Serena e via Certosa. Al suo interno è situato il museo Karl Diefenbach, ospitato in una parte delle strutture più antiche del complesso, che sono il Chiostro piccolo, la Chiesa ed il Refettorio. Più tardive furono le aggiunte del Chiostro grande, con le celle monastiche, e dei Magazzini, usati per la lavorazione dei prodotti agricoli. Nella certosa è anche ospitata la Biblioteca Comunale Popolare "Luigi Bladier".

Durante l’epoca Romana furono costruite sull’isola 12 ville delle quali è ancora possibile visitarne i resti. Tra queste Villa Damecuta, costruita in età giulio-claudia ma poi abbandonata in seguito ai danneggiamenti dell'eruzione vesuviana del 79 d.C. Sono oggi visibili parte degli ambienti superiori e parte delle strutture di quelle inferiori. Consigliamo anche di non perdere la visita all'Eremo di Cetrella, un piccolo santuario arroccato alle pendici del monte dell'isola, il Monte Solaro. Da qui la visita è a dir poco mozzafiato. Sono da non perdere le numerose escursioni, suggeriamo per esempio quella che percorre il cosiddetto Sentiero dei Fortini lungo 5 km di promontori rocciosi a picco sul mare, tra quelle che un tempo servivano da torri da guardia contro le incursioni saracene. Il sentiero parte da Punta Carena e arriva fino a Punta dell'Arcera, snodandosi lungo la costa occidentale dell'isola.

La celebre piazzetta di Capri è una delle mete più sognate e desiderate dal jet set di tutto il mondo. Il suo nome ufficiale è Piazza Umberto I ed è situata al centro dell'isola, nella parte alta. A dominarla è la torretta dell'orologio, punto di riferimento del centro isolano. Da qui, proseguendo verso la via Tragara, una strada antica, si arriva direttamente al panorama suo Faraglioni di Capri. Se si arriva fino alla piazzetta ad interessare sarà sicuramente la possibilità di fare shopping a Capri oppure di sedersi ad un tavolo di uno dei tanti bar e ristoranti presenti... per un caffè, un aperitivo, un cocktail, oppure anche solo rilassarsi a guardare la gente che passa. Da Marina Grande si sale a Capri sia a piedi che con la funicolare.

E per un bagno nel blu? Marina Piccola rimane uno dei luoghi ideali, una pittoresca insenatura ai piedi dei dirupi rocciosi del Monte Solaro, raggiungibile da Piazzetta Martiri d'Ungheria con autobus di linea o taxi in circa 10 minuti, oppure a piedi, per la scorciatoia di via Mulo.

 

 

Torna su

 

 

Ostelli Capri Ostelli Italia    Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Capri

Carte Capri    Karte von Capri  Mapa Capri    Map of  Capri

Carte Campanie       Karte von Kampanien   Mapa Campania     Map of Campania

Carte d'Italie   Karte von Italien        Mapa Italia        Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal