PESCIA

VISITARE PESCIA INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

La città di Pescia, il centro più grande della Valdinievole con 17mila abitanti, ha origini antiche, con la struttura urbana inconfondibilmente medievale. Antichi palazzi ed eleganti chiese caratterizzano il centro storico che, nonostante abbia subito notevoli interventi, possiede ancora la sua forma originaria. Il centro abitato, in mezzo al quale scorre l'omonimo torrente Pescia, è composto da due distinti nuclei urbani: quello sorto sulla riva orientale attorno alla Cattedrale e quello sull'opposta sponda, disposto intorno alla lunga piazza comunale, entrambi collegati in antico da due ponti, cui recentemente se ne è aggiunto un terzo più a sud.

 

PesciaL'attuale Duomo appare l'elemento generatore del primo e più antico di questi due nuclei urbani: la Chiesa di Santa Maria Assunta, che già esisteva nell'anno 857 ed era dipendente dall'episcopato lucchese; divenne nel 1726 sede vescovile. Sono databili fra l'XI e il XII secolo gli scarsi avanzi rimasti del rifacimento romanico: l'edificio, rimaneggiato una prima volta, con il possente campanile, nella prima metà del Trecento, fu radicalmente ristrutturato nel 1693 su progetto del fiorentino Antonio Ferri. Assunse allora pianta a croce latina a una sola navata, cupola e abside, con grandi cappelle gentilizie sui fianchi. Di queste, ammirate la terza cappella a destra venne progettata da Ferdinando Fuga per la famiglia Forti. Fra le opere d'arte presenti è da ricordare un leggio in marmo composto da pezzi provenienti da uno smembrato ambone due-centesco: un leone stiloforo, un'aquila reggi leggio. Nell'attigua biblioteca sono esposti una statua di San Giovanni Battista in terracotta invetriata, attribuita al celebre Luca Della Robbia, e diverse tavole dipinte tra il XIV e il XV secolo. Sempre di bottega robbiana è la pala con la Madonna in trono col Bambino, due angeli e i SS. Jacopo il Maggiore e Biagio, che si trova nella vicina cappella del Vescovado e proviene dall'Oratorio di San Biagio attiguo al Palazzo della Contea eretto dagli Ospitalieri di Altopascio sulla piazza Mazzini.

Cattedrale di PesciaNumerosi sono i monumenti che si trovano nella zona orientale della cittadina: il Seminario Vescovile, frutto di una ristrutturazione settecentesca del rinascimentale Convento di Santa Chiara, con il bel chiostro; l'Oratorio di San Michelino, con la sua struttura altomedioevale in pietra, la Magione ospedaliera dei Canonici regolari di Sant'Antonio di Vienne. Questi officiavano il vicino trecentesco Oratorio di Sant'Antonio Abate, al cui interno trovate il gruppo ligneo della Deposizione (XIII secolo) e un'abside affrescata nel XIV secolo con Storie di Sant'Antonio Abate, l'Annunciazione e Santi. Nella duecentesca Chiesa di Francesco sono da ricordare, all'interno, la Santa Cappella Cardini, attribuita Andrea di Lazzaro Cavalcanti detto il Buggiano, la tavola con San Francesco e storiette laterali, dipinta da Bonaventura Berlinghieri nel 1235, un Transito di Maria, affrescato nella cappella a destra del coro, dal fiorentino Lorenzo di Bicci e il Martirio di Santa Dorotea di Jacopo Ligozzi (1561).

Comune di PesciaSulla riva occidentale del torrente Pescia appare l'allungata Piazza Mazzini, nella quale si tiene ogni sabato mattina il mercato cittadino, dalle ore 8,00 alle ore 13,00. Su questa piazza si affacciano a nord il trecentesco Palazzo dei Vicari e, a metà del lato orientale, il Palazzo della Contea, eretto nel XV secolo dagli Ospitalieri di Altopascio. A sud, sorge la quattrocentesca Cappella della Madonna di piè di Piazza, le cui eleganti strutture rinascimentali furono iniziate nel 1447 su progetto del Buggiano.

Nella parte più alta della città si trova l'antichissima Chiesa dei SS. Stefano, già esistente nel 1068 e ricostruita ai primi del Trecento, presso la quale s'innalza il duecentesco Palazzo del Podestà, con le sue severe e geometriche strutture in pietra; davanti alla chiesa si trova il Palazzo Galeotti, in cui sono sistemati la Biblioteca Comunale e il Museo Civico. Degni di interesse sono inoltre il rinascimentale Convento di Colleviti, sul colle prospiciente l'abitato, e i numerosi, pittoreschi centri del territorio chiamato "la Svizzera pesciatina".

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

 

Ostelli Pescia   Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie  Hotel Pescia

Carte de Pescia     Karte von Pescia    Mapa Pescia Map of Pescia

 Carte de la Toscane     Karte von Toskana     Mapa Toscana     Map of Tuscany

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy