MENTONE

VISITARE MENTONE : INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

La città di Mentone, distante poco meno di mezz'ora da Nizza, chiamata la "perla della Francia" collocata nel dipartimento delle Alpi Marittime sulla costa orientale della riviera francese, si trova praticamente a ridosso del confine con l’Italia (solo a un km) e a poco più di una decina di chilometri da Ventimiglia.  La posizione è su un promontorio roccioso che divide la baia in due, in quello che viene chiamato Golfe de la Paix (Golfo di Pace).

 

MentoneL'originario borgo di pescatori, la parte più antica con le sue strade strette, si trova a est, la zona turistica e residenziale è a ovest. Mentone faceva parte del Principato di Monaco (ma era amministrata dal Regno di Sardegna) fino al 1861 quando fu venduta alla Francia insieme con la vicina Roquebrune (Roccabruna) in base agli Accordi di Plombières. La città divenne presto nota come luogo di cura, per il clima soleggiato e salutare, alla fine del XIX secolo e visitata, come altre zone della Costa Azzura, dall'aristocrazia europea, fra tutte quella inglese. Ancora oggi la città è meta di tanti turisti che la preferiscono ad altre più affollate e costose località della riviera francese. Il centro della città appena dietro il lungomare è uno dei più belli di tutta la riviera. L'architettura è molto armoniosa, con alberghi belle epoque  che si affiancano a grandi palazzi all'italiana. Mentone è una delle città più colorate della Riviera e tutti i giardini della città sono pieni di splendidi fiori e piante semi-tropicali. La città si trova esattamente a metà strada tra Parigi e Roma e una fontana segna il punto esatto. Il microclima unico la rende un luogo ideale per far crescere i suoi famosi limoni.  

Mentone Bastione dove si trova il Museo CocteauInfatti la località francese è nota per essere un luogo soleggiato, caldo e con una vegetazione rigogliosa, che per l'appunto si identifica con il giallo onnipresente degli alberi di limoni, una sorta di simbolo della città, celebrati ogni anno durante la famosa Fete de Citron, la Festa del Limone, che attira più di 300 mila visitatori ogni anno, le cui origini risalgono al 1934. Fu proprio in questo anno che l’amministrazione comunale di Mentone decise di organizzare la prima festa pubblica a seguito del grande successo ottenuto da alcune precedenti manifestazioni organizzate da un albergatore della città. Infatti, questi nel 1929, ebbe la brillante idea di progettare una stupenda esposizione di agrumi e fiori. A seguito del successo ottenuto l’anno successivo organizzò anche una incantevole sfilata di carri adornati con i limoni e le arance. Una delle Festa del Limone a Mentonecose belle da fare è semplicemente passeggiare: sul lungomare, nelle vie con negozi dal sapore italiano o al famoso orto botanico. Molti artisti sono venuti qui a passeggiare e trovare ispirazione nel mare e nei colori del luogo, da Monet, a Maupassant, a Flaubert, a Liszt, da Katherine Mansfield, fino Robert Louis Stevenson. Anche Jean Cocteau era un assiduo frequentatore di queste strade e ora il suo lavoro è esibito in due musei sul lungomare. Il più recente è chiamato Musée Jean Cocteau Collection Severin Wunderman e si trova tra il mercato pubblico e il lungomare e contiene oltre 1500 opere dell'artista e altre opere di artisti del calibro di Picasso e Mirò che furono suoi amici e che vissero in questa zona. Cocteau creò un suo museo a Mentone quando era ancora in vita in un bastione restaurato del XVII secolo. Insomma, un cittadina allegra, colorata e vivace, un luogo dove la gente si affolla in posti all'aperto, nei caffè in inverno, e dove le nuvole grigie si vedono poco (il sole splende per 316 giorni di media ogni anno!).

Basilica di San Michele MentoneTra le costruzioni tipiche liguri, dai colori pastello, che si incontrano con lo sguardo, arrivando dalla strada, non appena si intravede la città, che si arrampicano su per la collina dirimpetto al mare, spicca la seicentesca Basilica di San Michele. Imponente la sua facciata baroccheggiante, bello il campanile, il sagrato formato da ciottoli con lo stemma dei Grimaldi (Signori del Principato di Monaco), le rampe maestose. Oltre ai 100 mila turisti che visitano la chiesa ogni anno, qui si tiene ogni anno ad agosto dal 1949 un apprezzato festival di musica classica.

Place aux Herbes a MentoneChi va a Mentone oltre all'aria di mare, alle lunghissime spiagge che arrivano a Roquebrune-Cap Martin e agli immancabili limoni, apprezza la città vecchia per i suoi piccoli vicoli stretti, le piazzette con i negozi di prodotti tipici (lavanda, ancora limoni, cestini di paglia e altri prodotti della zona), per i suoi ristorantini affacciati sul lungomare, turistici e sempre affollati ma che non sono affatto male e dove l'inverno sembra non arrivare mai. Tra le cose da non perdere,  una passeggiata lungo la strada pedonale rue Saint Michel, magari fermandosi qua e la tra le bancarelle di Place aux Herbes e Place Clémenceau, oppure al caratteristico mercato comunale, le Halles Municipales e annusare i profumi dai banchi di frutta, ammirare il pesce lucente e le verdure colorate.

Museo delle Belle arti a MentoneMentone si può visitare tutto l'anno, grazie ad una offerta culturale di tutto rispetto, fatta di buoni musei e di un programma di eventi che spaziano dalla musica, alla danza, alle sagre e alle feste (come la Festa del Limone appunto), che attirano visitatori da tutto il mondo. Va ricordato inoltre che proprio come nella vicina Montecarlo a Mentone c'è anche un casinò, ci sono i teatri, il Théâtre Francis Palmero sul lungomare, e il Théâtre du Lavoir. Oltre al già citato museo Cocteau, da vedere il Museo delle Belle Arti in quella che era la residenza estiva dei principi di Monaco in città e che ospita una collezione di pitture dal XIII secolo ai giorni nostri e il Museo di Preistoria regionale.

Giardino Fontana Rosa a MentoneNon si può parlare di Mentone e non citarne i giardini. Nel periodo d'oro della riviera francese, comune a tante zone d'Europa ante Prima Guerra Mondiale (quello che poi fu chiamato Belle Époque) l'aristocrazia di tutta Europa, sopratutto nordeuropea, scappava da inverni bui e infiniti e veniva qui a svernare, talvolta con la speranza di guarire aiutata dal tepore di questi luoghi. I viaggiatori di allora amavano trascorrere il tempo passeggiando nei parchi. Fu per questo motivo che La spiaggia di Mentonenacquero una mezza dozzina di parchi, uno più bello dell'altro, dal Giardino della villa Maria Serena, alle Serre de la madone, al Giardino Val Rahmeh, alle Colombières, al Clos du Peyronnet, fino al Giardino Fontana Rosa. Quest'ultimo creato negli anni '20 dallo sceneggiatore, regista e romanziere Vicente Blasco Ibañez, è un giardino di ceramiche alla moda valenciana (Valencia era la città dalla quale lo scrittore proveniva). L'autore di Sangue e Arena, patì l'esilio dalla Spagna per le suo forti convinzioni anti-monarchiche passando qui a Mentone l'ultimo periodo della sua vita. 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

 

Torna su

Ostelli Mentone   Ostelli Francia   Hotel Mentone

Carte Menton  Karte von Menton     Mapa Menton    Map of Menton

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France