Il festival di Glastonbury

Il festival di Glastonbury

Il Festival di Glastonbury, conosciuto con il nome di Glastonbury Festival of Music and Performing Art ma amichevolmente noto con il nome di Glasto Festival, è il più grande festival all'aperto del mondo.

Il festival è organizzato in un'area di circa 900 acri, in una delle valli più belle dell'Inghilterra, la leggendaria Valle di Avalon nel Somerset,  ricca di simbolismi, di mitologia e antiche tradizioni religiose.

E pura è la magia di questa esperienza unica al mondo che prima di tutto vi porterà a viaggiare nella mitica e leggendaria area di Glastonbury, probabilmente attendere lunghe ore in coda per entrare nella zona in se, per poi essere avvolti da quella atmosfera frizzante che i vostri sensi via via percepiranno.

come entrare in un'altra città, dove miriadi di tende, roulotte e caravans in genere fanno da preludio alla magnifica moltitudine di visitatori.

Sembra che improvvisamente tutto il West End di Londra si sia trasferito qui e che tutte le culture europee e internazionali si siano unite, qui a Glastonbury, per assistere ad uno dei festivals più spettacolari del mondo.

L'organizzazione è ugualmente da capogiro; l'aspetto prettamente più commerciale è situato nelle zone chiamate Pyramid e Other and Dance stages, mentre altre aree definite più tranquille si trovano nelle zone del Jazzworld e nell'area acustica; le famiglie invece trovano la propria sintonia nelle aree specificatamente loro destinate come il Kidz Field, the Theatre e il  Circus fields, mentre a ricordo della parte più mistica della piana di Glastonbury e della Valle dell'Avalon, troviamo altre aree di designazione alternativa  come il Field of Avalon, il Tipi Field e il Green Fields per poi arrivare alle aree prettamente edonisticche conosciute con il nome di Lost Vagueness e Sacred Space.

In effetti a Glastonbury si assiste ad un unica esperienza, quella di poter assistere in un particolare weekend dell'anno al maggiore spettacolo d'arte al mondo: musica con i migliori artisti in circolazione e nuove emergenti leve, teatro, circo, cabaret, musicals, il tutto accompagnato da mercatini che offrono in vendita l'inimmaginabile, dai vestiti alle specialità culinarie.

La prima edizione del Festival di Glastonbury nasce nel 1970, esattamente il giorno dopo la morte di Jimi Hendrix, grazie alle doti organizzative di Michael Eavis che portò ‘on stage' personaggi del calibro di Marc Bolan, Keith Christmas, Stackridge e Al Steward i quali vennero applauditi da circa 1500 visitatori.

L'anno successivo il festival venne organizzato in coincidenza con il solstizio d'estate di Giugno, assumendo un carattere alternativo rispetto agli altri festival in circolazione molto più commerciali.

Diverse furono le performances, dalla musica e tradizioni medievali alla poesia alla musica tipica degli anni '70. Tra i partecipanti dell'anno ricordiamo Hawkwind, Traffic, Melanie, David Bowie, Joan Baez, Fairport. Gli spettatori aumentarono a 12.000

Nel giro di 10 anni il festival raggiunse ben 25 mila spettatori e tra i partecipanti nomi sempre più importanti come Van Morrison, Aswad, Jackson Brown, Roy Harper, Richie Havens, Marillon, The Beat, UB40, Curtis Mayfield, King Sunny Ade, The Waterboys, The Smiths, Elvis Costello, Joan Baez e Ian Drury

Sino ad arrivare ai giorni nostri con più di 150 mila visitatori e importanti nomi tra i quali

Joe Cocker, Style Council, The Cure, Madness, Simply Red, The Housemartins, Suzanne Vega, Sinead O'Connor, Lenny Kravitz, Velvet Underground, Bjork, Manic St Preachers, Simple Minds, Radiohead, Massive Attack, Sting, Blur, Robbie Williams, Pulp, Bob Dylan, Chemical Brohers, REM, Fatboy Slim, Moby, Travis, Morcheeba, Stereophonics, Coldplay, Manu Chao, Paul McCartney, Oasis, James Brown, Scissor Sisters, Sister Sledge, James Blunt, The Killers, Ska Cubano, K.T TunstallKaiser Chiefs, The Subways, Chas n Dave, The La's e tanti altri ancora.

Nomi che hanno fatto la storia della musica internazionale e che hanno reso il Festival di Glastonbury parte della storia in se.

Diverse sono le cause benefiche e solidali che il festival ha saputo arricchire come quelle sapientemente organizzate da Oxfam, Greenpeace, Wateraid e non ultimo quelle portate avanti da Bob Geldof e compagni nella lotta alla povertà in Africa e nel Mondo.

 

 

Ostelli a Glastonbury   Ostelli Inghilterra    Hotel a Glastonbury

Carte de la Grande Bretagne   Karte von Großbritannien   Mapa Gran Bretaña   Map of Britain

Carte Glastonbury  Karte von Glastonbury  Mapa Glastonbury Map of Glastonbury

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal