PESCARA

VISITARE PESCARA : INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

Pescara è una "città di mare" abbastanza recente, piacevole e con una buona qualità della vita. Ancora dopo il 1918 esistevano, alla foce del fiume omonimo (Pescara) due cittadine molto diverse tra loro. A sud c'era la più antica, Pescara appunto (ora Portanuova), cresciuta sui resti di una precedente fortezza cinquecentesca, posta a difesa della foce del fiume. Dopo la costruzione della ferrovia, dei bastioni della fortezza rimase ben poco, e poco rimase anche del successivo insediamento (il Bagno Penale, alcuni edifici di poco conto, tra cui la casa di D'Annunzio).

 

A nord del fiume, nella stretta fascia di terra che si allunga tra le colline e il mare si era invece sviluppata dal 1806, Castellamare Adriatica, che con l'arrivo della ferrovia aveva avuto un certo sviluppo.

PescaraLa città a nord, Pescara, era commerciale, artigianale e "popolare", e lì nascevano le prime industrie. L'altra città a sud, Castellamare, era borghese, signorile e turistica, con grandi ville e ritrovi alla moda. Nel 1926 venne varata la fusione tra i due comuni, patrocinata dall'illustre concittadino Gabriele D'Annunzio. La nuova Pescara, divenne anche capoluogo della nuova provincia omonima, ricavata sottraendo territorio da quelle di Chieti e Teramo.

I due nuclei originari vennero uniti da un ponte, edificato nel 1934. I nuovi edifici, Tribunale, Poste, Comune, Provincia, etc, si realizzarono lungo la via Adriatica, oggi Corso Vittorio Emanuele, che diventò la principale arteria cittadina, il centro della città.

"Dietro il Gran Sasso il sole cadendo irradiava per tutto il cielo primaverile una viva luce rosea: è, come dalle campagne umide e dalle acque del fiume del mare e dagli stagni durante il giorno erano sorti molti vapori, le case e le belle e le antenne e le piante di tutte le cose apparivano corrose; e le forme, acquistando una specie di trasparenza, perdevano la certezza dei contorni e quasi fluttuavano sommerse in quella luce." Gabriele D'Annunzio (Novelle della Pescara)

Natura, arte, cultura

PescaraAdagiata tra i colli e il mare, a meno di un'ora di distanza dal Gran Sasso e dalle altre vette più alte dell'Appennino, i monti delineano all'orizzonte della città, il suggestivo profilo di una fanciulla, denominata "la bella addormentata". Rimarrete colpiti da questo fatto, e cercherete più volte questo profilo una nella vostra mente, una volta individuato.

Pescara è, al giorno d'oggi, un centro di turismo congressuale e una  moderna stazione balneare. La città anta ampie e soffici spiagge, racchiuse tra due pinete che ne segnano i confini: a nord, la Riserva Naturale di Santa Filomena, annoverata tra gli ultimi ecosistemi della costa adriatica; a sud, la Pineta d'Avalos, di dannunziana memoria, inserita in un bel quartiere residenziale, con interessanti architetture: Ville Liberty, il moderno Auditorium "Flaiano",il Teatro-Monumento dedicato a "d'Annunzio" e l'ex fabbrica "Aurum", progettata da Giovanni Michelucci.

Dell'antica Piscaria rimane il cuore dell'abitato, costruito entro le mura della fortezza spagnola, in cui si trova anche la casa natale di d'Annunzio, restaurata negli anni Trenta, dall'architetto del "Vittoriale", Maroni, ora adibita a museo. Vi sono esposti, per chi fosse interessato, mobili, cimeli, divise, lettere e ritratti di famiglia del poeta.

PescaraTra i numerosi edifici pubblici notevoli vi sono il Palazzo del Governo, dove è custodita la famosa tela di Francesco Paolo Michetti "La Figlia di lorio". Vi ha sede anche la biblioteca provinciale, che tra i 600.000 volumi del suo patrimonio conserva tutte le edizioni stampate in Abruzzo, dal '400 in poi, e una sezione dannunziana con opere e cimeli. Notevole è la Cattedrale di San Cetteo, che custodisce  uno splendido dipinto seicentesco di San Francesco d'Assisi, attribuito al Guercino.

Da visitare sono le moderne Chiesa dello Spirito Santo,dalla singolare facciata e Chiesa di Sant'Andrea Apostolo,in cui si può ammirare un grande affresco di Aligi Sassu. Tra le chiese più antiche vi è la Basilica della Madonna dei sette dolori del 1757,dalla facciata neoclassica, con all'interno un battistero ligneo in stile Barocco. Agli artisti della famiglia Cascella è dedicato il Museo Civico "Basilio Cascella: oltre 553 opere tra dipinti incisioni e ceramiche, esposte nella casa-laboratorio.

Antiche maioliche di Castelli della preziosa Collezione Paparella Treccia, si possono ammirare in Villa Urania, non lontano dal lungomare centrale, in cui campeggia "la Nave" scolpita da Pietro Cascella. Nelle vicinanze del porto ha sede il Museo Ittico.

Trabocchi - PescaraLa città vanta uno dei maggiori approdi turistici d'Italia, importante porta verso i paesi dell'est oltre che animato centro di shopping, manifestazioni e spettacoli. Lungo il molo sud permangono ancora i tradizionali trabocchi, piccole palafitte attrezzate per la pesca del pesce verde, base della succulenta e salutare cucina marinara della città, ristoro ambito per gli amanti di avventurose scorrerie sul mare o di rilassanti passeggiate "en plein air".

PescaraA Pescara avvengono diverse manifestazioni di carattere culturale di un certo interesse. Una di questi è il Premio Flaiano, della città dedica a uno dei suoi più illustri cittadini, diviso in varie sezioni, dedicate a cinema, editoria,televisione e teatro e si assegna al luglio. tra le rassegne teatrali spicca il Festival Gabriele D'Annunzio, che si tiene nel teatro all'aperto intitolato allo scrittore. Nell'offerta musicale da non perdere il Pescara Jazz, un festival internazionale di jazz che si svolge ogni estate, nato nel 1969 e che ha ospitato tutti più grandi protagonisti del jazz mondiale, tra cui, solo per citarne alcuni Duke Ellington, Miles Davis, Ella Fitzgerald, Dave Brubeck, Sarah Vaughan,  Woody Herman, Oscar Peterson,  Wayne Shorter, Stan Getz, Charles Mingus, Dizzie Gillespie, Wynton Marsalis, Herbie Hancock, Natalie Cole, Chick Corea, Pat Metheny, Keith Jarret, Paco de Lucia, Burt Bacharach, Joan Baez, Bob Dylan, Caetano Veloso, James Taylor, Astor Piazzolla. E scusate se è poco.

Buona Pescara!

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

 

 

Torna su

 

Ostelli Pescara  Ostelli Italia  Hotel a Pescara  Auberges de Jeunesse Italie

Carte Pescara     Karte von Pescara   Mapa Pescara    Map of Pescara

Carte Abruzzes     Karte von Abruzzen  Mapa Abruzos   Map of Abruzzi

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy