Cosa vedere a Liverpool

Informagiovani Italia

🌎  Viaggiare in Europa

🛵 Viaggiare in Italia

💁 Visite guidate in Italiano

Articoli  Informagiovani

🏠  Ostelli a Liverpool 

🏠  Ostelli in Inghilterra

🏠 Hotel a Liverpool  

🏠 Hotel in Gran Bretagna  

  Forum Informagiovani

  Informazioni sulla Gran Bretagna

 Mappa di Liverpool

 Mappa della Gran Bretagna

 Hostels Liverpool

 Hostales Liverpool

 Auberges de Jeunesse Liverpool

 Jugendherberge Liverpool

 Hostels England

 Hostales en Inglaterra

 Jugendherberge England

 Auberges de Jeunesse Angleterre

 

Cosa vedere e fare a Liverpool - 16 luoghi interessanti da vedere

 

Liverpool è una città che stupisce, stupisce per le varianti che si hanno a disposizione, stupisce per i molteplici interessi, stupisce perchè è essenzialmente una città in movimento. A Liverpool riescono a convivere modernità e storicità, in un clima davvero incantevole e nello stesso tempo mutevole, ma immutato. Il centro storico ha conservato quasi integre le sue bellezze, mentre la parte nuova della città è in continua espansione con edifici sempre più moderni.

Numerose sono le chiese, che fanno da cornice ad una pluralità e ad una convivenza di Credi religiosi, in particolare tra la chiesa Anglicana e quella Cattolica.  Altra particolarità di Liverpool sono i suoi musei, dove attraverso la conservazione di diversi reperti è possibile percorrere l’intera storia della città. Liverpool è stata Capitale Europea della Cultura nel 2008.

Per gli amanti della natura, poi, non mancano i numerosi parchi e le diverse aree verdi attrezzate. Liverpool continua ad essere un polo vibrante, anche grazie al ruolo predominante che ha avuto nel corso dei secoli, essendo sul Mare d’Irlanda, è sempre stata una città commerciale ed industriale.

Non ci dobbiamo poi dimenticare che a Liverpool nacquero i Beatles, da allora la città è sempre stata legata al gruppo e alla musica e ogni anno, qui arrivano turisti da tutto il mondo per poter partecipare all’International Beatles Week, un festival interamente dedicato a chi ha cambiato la musica inglese e mondiale.

Scopriamo ora insieme quali sono le maggiori attrazioni della città.

Royal Liver Building

Royal Liver BuildingIl Royal Liver Building è uno dei simboli della città di Liverpool, è un enorme grattacielo che venne realizzato nel periodo compreso tra il 1908 e il 1911. Visitare questa struttura significa ripercorrere gran parte della storia della città e soprattutto gran parte della storia del suo porto, crocevia da sempre di prodotti e di persone. Questo edificio fa parte delle "Three Graces" che tradotto letteralmente significa "Tre Grazie"; si tratta di tre monumenti posti vicino al porto ed è stato proclamato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. L’edificio venne realizzato per volere della Royal Liver Assurance, una società che indisse una campagna finanziaria a favore delle famiglie di tanti operai morti. Per realizzare il Royal Liver Building venne impiegato il cemento armato, una vera novità per l’epoca. Questo edificio rimase l’edificio più alto di Liverpool fino al 1965, quando perdette il primato a seguito dell’edificazione del St. John’s Beacon. In ogni caso, la sua maestosità rimane notevole, si snoda per ben 13 piani, per un’altezza complessiva di 90 metri. Sulla sommità è possibile ammirare due torri con due grandi orologi, sulle quali svetta un Liver Bird ovvero il simbolo di Liverpool. Su questi due uccelli sono stati, nel corso degli anni, protagonisti di numerose leggende, c’è chi crede, infatti che la città verrebbe distrutta, se loro volassero via; c’è chi ritiene che siano maschio e femmina e c’è chi narra che uno sia lì per proteggere la popolazione, l’altro per proteggere i naviganti.

Torna su

Cunard Building

Royal Liver BuildingAnche il Cunard Building fa parte delle "Three Graces" di Liverpool, ovvero le "tre grazie" che sono dei monumenti posti vicino al porto. Il Cunard Building è un edificio che è stato proclamato dall’Unesco Patrimonio Universale dell’Umanità ed è situato proprio sul lungomare cittadino. La costruzione venne realizzata nel 1917 su progetto di Philip Coldwell e William Willink e per volere di una compagnia mercantile, della quale ancora porta il nome, nonostante ora sia della Merseyside Pension Fund. Ciò che colpisce di questo edificio è la sua particolare architettura che prende spunto dai motivi rinascimentali italiani e da quelli classici greci. La sua forma è a rettangolo e vi si accede attraverso dei portoni lignei e delle colonne, su ogni lato vi sono delle statue che rappresentano delle figure mitologiche, si snoda per sei piani. Al suo esterno è interamente ricoperto da pietra di portland. Accanto all’edificio è possibile ammirare la statua della Cunard War Memorial, in bronzo posta su una colonna con capitello dorico. Questa statua venne realizzata nel 1920 per onorare i caduti della prima guerra mondiale, anche se dopo il secondo conflitto mondiale, rappresenta i caduti di entrambe le guerre.

Torna su

Port of Liverpool Building

Port of Liverpool BuildingQuesto edificio è un Bene dell’Umanità protetto dall’Unesco ed è uno delle "Three Graces" ovvero le "Tre Grazie" che abbelliscono e rendono unico il porto di Liverpool. Esso venne realizzato durante i primi anni del XX Secolo da Sir Arnold Thornley per volere della società di gestione del porto di Liverpool. L’edificio avrebbe ospitato gli uffici societari e fu così fino al 1994 quando vennero trasferiti. La volontà di edificare una costruzione del genere partì nel lontano 1898 e i lavori vennero avviati cinque anni dopo. Durante la seconda guerra mondiale subì diversi danni a causa dei bombardamenti e successivamente venne restaurato. Lo stile architettonico complessivo si rifà molto allo stile rinascimentale italiano, anche se non mancano i riferimenti al barocco e allo stile imperiale britannico. La costruzione si snoda su cinque piani e sulla sommità è presente una cupola. Le pareti esterne sono ricoperti con pietra di Portland e numerose sono le decorazioni marine. Al suo interno tutto era studiato per garantire comfort, ma anche senso di eleganza e di potere, con l’uso di materiali pregiati.

Torna su

Albert Dock

Port of Liverpool BuildingTutte le costruzioni del porto di Liverpool prendono il nome di Albert Dock, sono diversi edifici che si trovano tutti a ridosso del porto. Un tempo al loro interno si svolgevano le attività di carico e scarico delle merci, oggi, invece, sono costruzioni che attraggono i turisti, perché al loro interno non si svolgono più le attività di una volta. Tutti gli edifici vennero realizzati con mattone e ferro, proprio per tale ragione divennero costruzioni in grado di resistere agli incendi, che non raramente colpivano le costruzioni lignee dei vari porti del mondo. La struttura venne realizzata dal progettista Jesse Hartley e inaugurata nel 1846. Durante la seconda guerra mondiale, questo luogo giocò un ruolo fondamentale, perché venne utilizzato dalla flotta britannica per caricare le proprie navi. Nel 1988 il principe Carlo volle che la struttura venisse riaperta, con l’inaugurazione della Tate Gallery e con diversi studi televisivi. Questo oggi è un luogo particolarmente turistico, perché in questo complesso si trovano tre dei musei principali di Liverpool ovvero The Beatles Story, il Merseyside Maritime Museum e la già citata Tate Gallery. Albert Dock si snoda in cinque diversi settori: A, B, C, D, E.

Torna su

The Beatles Story Museum

The Beatles Story MuseumI Beatles sono parte viva della storia di Liverpool; la storia della città e quella della band non può essere scissa, perché camminano sempre di pari passo. Per gli appassionati della musica, il nostro consiglio, una volta giunti in città è quello di visitare il museo dedicato completamente a loro. Qui, viene percorsa l’intera storia dei Beatles, dal 1950, da quando si incontrarono Paul McCartney e John Lennon e decisero di fondare i Quarrymen. Da allora vi fu l’esperienza ad Amburgo e a Londra, per arrivare fino agli USA e in tutto il mondo, per finire nel 1970 quando la band decise di sciogliersi per sempre.

Torna su

Merseyside Maritime Museum

Merseyside Maritime MuseumQuesto museo è il luogo ideale per chi intende conoscere l’importanza di Liverpool e del suo porto e di come questo luogo abbia modificato anche gli usi ed i costumi della popolazione della città. L’esposizione del museo comprende anche alcuni modelli di navi in miniatura, navi a grandezza naturale e diverse raffigurazioni che sono in grado di mostrarci le principali navi commerciali inglesi. Questo museo comprende anche alcuni sotterranei, che sono stati costruiti proprio per far rivivere ai visitatori gli ambienti e le sensazioni dei contrabbandieri nel porto. Salendo, poi, troviamo la sezione storica, con diverse spiegazioni sulle varie compagnie di mare di Liverpool comprese di biografie. Al primo piano del museo è possibile rivivere il racconto del Titanic, del Forgotten Empress e del Lusitania le tre grandi navi che hanno segnato un’epoca. Sempre su questo piano si può conoscere tutto l’episodio relativo alla battaglia marittima nell’Oceano Atlantico durante il secondo conflitto mondiale. Sul secondo piano, invece, sono esposti diversi ritratti e dipinti che raffigurano il porto della città, con l’esposizione di tutto l’archivio del porto.

Torna su

Tate Gallery Liverpool

Tate Gallery LiverpoolLa Tate Gallery di Liverpool venne inaugurata nel 1988. Così come la Tate Gallery di Londra, anche qui è possibile fare un grande salto nel mondo dell’arte in generale, al suo interno, infatti, sono esposti dipinti tradizionale, bozze, stampe, sculture e fotografie. Molto spazio viene data alle sezioni interattive, anche perché la galleria viene visitata spesso da giovani e da scuole. Questo è un luogo interamente moderno e tecnologico, al suo interno vi sono delle esposizioni permanenti, ma non mancano nel corso dell’anno, quelle temporanee, che riescono ad avere sempre nuove tematiche. I gestori della struttura, inoltre, organizzano dei veri e propri corsi online, che permettono di conoscere nel profondo tutte le opere d’arte presenti all’interno del museo.

Torna su

Cattedrale di Liverpool

Cattedrale di LiverpoolQuesta cattedrale, in inglese  inglese Cathedral Church of Christ, è la sede del vescovo di Liverpool e appartiene alla diocesi del culto anglicano della città. Essa è ritenuta uno dei monumenti ed una delle chiese più importanti di tutta la nazione. Si trova al centro di Liverpool e pochi metri la separano dalla Cattedrale Cattolica. Le sue origini non sono antiche, infatti risalgono al XIX Secolo, quando il numero dei praticanti della religione anglicana, in città stava aumentando e di conseguenza si sentiva l’esigenza di avere un luogo di culto, dove poter pregare liberamente. Per poter costruire il nuovo edificio, nel 1902 venne indetto un concorso, al quale parteciparono ben 100 progettisti, con altrettanti progetti, alla fine Giles Gilbert Scott si aggiudicò la gara, aveva solo 22 anni ed era un cattolico, la cosa non venne vista da tutti in maniera positiva. In ogni caso, il progettista si mise al lavoro, volendo dare alla struttura un’impronta gotica, ma nello stesso tempo moderna. I lavori per la costruzione della Cattedrale Anglicana iniziarono nel 1904 e fu il re in persona, Edoardo VII a porre la prima pietra. Man mano che il progetto si estendeva, lo stile gotico che Scott aveva pensato, lasciò sempre più spazio alla modernità. Ciò che possiamo ammirare oggi è una immensa struttura in pietra arenaria, che si estende per quasi un ettaro. Il suo campanile è un motivo di vanto mondiale, poiché è tra i più alti del mondo, con quasi 100 metri di altitudine e sulla cui sommità suonano, ogni giorno ben 13 campane. Assolutamente da ammirare, all’interno della cattedrale, è il suo altare maggiore, che riesce a dare un senso di maestosità, grazie ai giochi di luce creati dai vetri e dallo sviluppo verso l’alto.

Torna su

Cattedrale Cattolica di Liverpool

Cattedrale di LiverpoolA Liverpool riescono a convivere, molto facilmente, i culti anglicani e cattolici ed anche le rispettive chiese, non sono molto lontane tra di loro, questa chiesa si trova sulla Hope Street e proseguendo da qui si giunge facilmente alla cattedrale anglicana. La Cattedrale Cattolica, così come quella anglicana, ha una costruzione molto recente, risalente ai primi anni del XX secolo, per tale ragione si presenta secondo i dettami dello stile moderno, con qualche richiamo all’architettura gotica, ma nonostante ciò sono tantissimi i turisti che ogni anno la visitano. Gli abitanti di Liverpool erano per la maggior parte anglicani, ma a Dublino, negli anni compresi tra il 1845 e il 1848, ci fu una carestia di patate, ciò porto molti dublinesi a trasferirsi a Liverpool. Questi "migranti forzati" erano cattolici e per tale ragione, dopo la loro sistemazione in città, sentirono la necessità di edificare un luogo di culto ad essi dedicato, sorse così la maestosa Cattedrale Cattolica. Le sue dimensioni sono davvero notevoli, la pianta è a cerchio con un diametro di 60 metri e tutto intorno si ergono ben 13 cappelle. Sulla cima della chiesa è presente una torre. Si accede alla chiesa attraverso una scala e davanti al portone principale è presente un altare marmoreo lungo circa 3 metri. Molto particolare anche l’organo, realizzato da più di 4000 tubi che riesce davvero a stupire per la capacità sonora. In concomitanza con la realizzazione della cattedrale, venne realizzata una cripta sotterranea, che si può visitare. All’interno della chiesa, le vetrate giocano con la luce, essendo molto colorate e danno l’impressione di un ambiente ancora più vasto, che è del tutto sviluppato verso l’alto.

Torna su

Chiesa di Nostra Signora e San Nicola

Chiesa di Nostra Signora e San NicolaLa Chiesa di Nostra Signora e San Nicola (Church of Our Lady and Saint Nicholas) religiosa è una delle più antiche presenti a Liverpool e si trova nella zona ovest della città, vicino al fiume Mersey. Questa chiesa viene visitata ogni giorno, sia dai turisti, che dai fedeli. Non sappiamo esattamente la data di edificazione dell’edificio, ma sono presenti alcuni documenti storici che la fanno risalire al 1200, indicativamente durante l’epoca di Re Giovanni. Sappiamo che nel 1257 venne realizzata una cappella, che prese il nome di Cappella di Santa Maria del Quay e inizialmente al suo interno venivano celebrati i principali riti religiosi. Molto probabilmente la chiesa nacque come edificio cattolico, ma quando in Inghilterra venne riconosciuta la riforma religiosa, con la nascita della Chiesa Anglicana, anche all’interno di questo edificio si iniziò a pregare, secondo il Libro della Preghiera. Ciò che colpisce, esternamente, di questa chiesa è la sua torre, molto alta, che termina a guglia. Questa però, non è la torre originaria della chiesa, perché quella cadde nel 1810. La pianta della chiesa è formata da una sola navata, molto particolare, al suo interno, il crocifisso ligneo dove sono ritrattati Maria e San Giovanni. Da una parte e dall’altra dell’altare troviamo due cappelle, una dedicata a San Pietro e una alla Madonna. Nella chiesa è presente un’iscrizione, che ha incuriosito da sempre molti studiosi, ovvero, "I’ll be waiting till Dick docks" che molto probabilmente si riferisce ad una nave, affondata vicino a Liverpool.

Torna su

Royal Philharmonic Hall

Royal Philharmonic HallGli amanti della musica non possono fare a meno di visitare la Royal Philharmonic Hall di Liverpool, dove si tengono i principali concerti della città. L’attuale edificio si trova in pieno centro, sulla Hope Street e venne edificato intorno al 1930, per poter ospitare i concerti di orchestra, anche se vi era una recedente costruzione, nel luogo dove oggi sorge la Philharmonic Hall, che venne rasa al suolo da un incendio e che risaliva al XIX Secolo. Nel 1840, infatti, nacque a Liverpool la Philharmonic Society, un’associazione che aveva come scopo principale la promozione della musica in città, in particolare della musica sinfonica, per poter realizzare ciò, però, vi era bisogno di un edificio all’interno del quale ospitare le esibizioni. Per tale ragione, nel 1849 venne realizzata la prima Philharmonic Hall, sul progetto di John Cunningham. Inizialmente l’edificio venne pensato per 1500 persone, ma i posti vennero ampliati successivamente, così come le aree di ristoro e quelle per dormire. Oggi la Philharmonic Hall si presenta come un edificio che si snoda su tre piani, al quale si accede attraverso una scalinata e che offre al pubblico la sua facciata, perfettamente simmetrica. Sull’ingresso principale sorgono tre finestre e i muri sono interamente ricoperti da mattoni a vista. Al suo interno si tengono, ogni anno, più di 250 eventi culturali, alcuni sono esibizioni di musica classica, con Orchestre provenienti da ogni parte del mondo, ma vi sono anche proiezioni di cinematografiche e spettacoli teatrali.

Torna su

Arco Cinese

Royal Philharmonic HallLiverpool è una città cosmopolita, che nel corso degli anni ha accolto popolazioni provenienti da ogni parte del mondo, a Liverpool molto consistente è la comunità cinese e come per le principali città del mondo, anche qui c’è un quartiere abitato da soli cinesi, che prende il nome di Chinatown. I primi cinesi che si stabilirono a Liverpool arrivarono qui dopo il 1860. Ciò che però stupisce i turisti è proprio l’ingresso nel loro quartiere, perché si trova qui il grande arco Cinese, il più grande fuori dalla Cina. I colori sono vivi e la sua grandezza è davvero mastodontica, esso sta lì ad indicare come Liverpool sia un crocevia di culture e tradizioni. La sua edificazione venne terminata nel 2000, i materiali per la costruzione sono stati inviati direttamente dalla Cina ed anche alcuni operai sono giunti qui, da Shangai, solo per costruire l’arco cinese. L’arco è alto quasi 50 metri e largo 15, sulla cui sommità sono presenti cinque tetti. Sotto di esso passano sia automobili che persone. E’ proprio sotto questo arco, che ogni anno si festeggia a Liverpool il capodanno cinese, con la costruzione del dragone portato in giro per il quartiere.

Torna su

Calderstones Park

Royal Philharmonic HallSe amate la natura, Liverpool è la città che fa per voi, il Calderstones Park è un immenso spazio verde posto vicino al centro storico della città, non lontano dal fiume Mersey, che si estende per circa 40 ettari. Il luogo ideale dove trascorrere qualche ora di relax, fare una passeggiata, portare i bambini per divertirsi all’aria aperta. Il suo nome deriva da alcune pietre arenarie presenti nella zona. All’interno del parco si trova la Calderstones House un edificio molto particolare, che venne costruito nel 1828 secondo i dettami dello stile georgiano. Sempre dentro il parco è possibile ammirare un’enorme quercia, chiamata Allerton, che si porta sulle spalle ben 1000 anni. Nel 1964 venne inaugurato anche l’orto botanico e sempre qui, sul campo da tennis, si svolge ogni anno l’ICAP Liverpool International, una competizione sportiva che coinvolge tennisti provenienti da tutto il mondo.

Torna su

Newsham Park

Newsham ParkQuesto parco è uno dei più "longevi" di Liverpool, venne inaugurato infatti nel 1868 ed è uno dei tanti parchi dell’età vittoriana. Il suo territorio comprende quasi 50 ettari. Al suo interno troviamo diversi edifici, tra i quali la Newsham House, dove venne in visita la Regina Elisabetta II. Nell’insieme del parco ci sono anche due laghi, in uno si tengono quotidianamente gare con i modellini di barche a vela, l’altro, invece, ospita chi è in cerca di qualche ora di svago e di relax.

Torna su

Walton Hall Park

Walton Hall ParkQuesto parco si trova nel centro storico della città e rappresenta un punto di ritrovo sia per i turisti, ma soprattutto per gli abitanti, che qui si ritrovano per scambiare due chiacchiere e darsi appuntamento. Al suo interno sono presenti due laghi, che vengono frequentati quotidianamente dagli amanti della pesca. I bambini amano questo lago, perché è presente un’area attrezzata per i loro giochi, dove possono trascorrere qualche ora di felicità all’aria aperta. E’ presente anche un viale che viene utilizzato dai corridori o da chi viene qui per fare una passeggiata. Sempre all’interno del parco è presente un campo di calcio, dove si allenano e giocano numerose organizzazioni sportive cittadini. Una curiosità? All’interno del parco è previsto un luogo realizzato appositamente per gli animali domestici, che non si separano mai dai loro padroni.

Open Eye Gallery

Questa piccola galleria senza scopo di lucro è ben molto conosciuta nel suo settore e ha fatto dell'immagine il suo punto focale. Molte le foto e i video, dagli anni '30 ad oggi, oltre a mostre contemporanee. Cerca di sostenere gli artisti affermati e i giovani artisti. L'unica condizione: essere innovativi e originali, avere un senso pratico e una prospettiva critica. Un punto di riferimento del suo genere in Inghilterra.
 

In poche parole, qualunque siano i vostri gusti, Liverpool vi offrirà delle serate indimenticabili.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

 

Torna su

 

 

Ostelli Liverpool    Ostelli Inghilterra   Hotel Liverpool

Carte de la Grande Bretagne   Karte von Großbritannien   Mapa Gran Bretaña   Map of Britain

Carte de Liverpool   Karte von Liverpool    Mapa Liverpool     Map of Liverpool

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal