MANNHEIM

VISITARE MANNHEIM  INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

Mannheim è una città della Germania occidentale. E' situata nel land del Baden-Wurttemberg, alla confluenza del fiume Neckar con il Reno. E' il principale porto interno fluviale della Germania dopo Duisburg, oltre ad essere un importante snodo ferroviario. Il porto è anche uno dei più grandi d'Europa con la sua superficie di più di 1.100 ettari. La città è anche un grande centro commerciale e industriale: si pensi alle diverse industrie che qui hanno sede, da quelle metallurgiche, agli stabilimenti chimici o di lavorazione della gomma, della lana e del tabacco. L'importanza economica di Mannheim è anche dovuta al suo sviluppo bancario degli ultimi anni.

 

Fino al XVII secolo fu un piccolo villaggio e cominciò a svilupparsi dopo la costruzione della fortezza Friedrichsburg (1606). E' conosciuta per essere diventata poi la storica residenza del principe elettore del Palatinato: nel 1720 Mannheim infatti sostituìHeidelberg come capitale del Palatinato, storica regione della Germania. E' anche sede di un'importante università. In particolare è conosciuta per l'Università per la Musica e le Srti Sceniche, per l'Accademia del Pop del Baden-Württemberg, per l'Università per la Tecnologia e il dDesign e per l'Accademia delle Belle Arti. Queste istituzioni contribuiscono a rendere creativo il clima che si respira a Mannheim, città che da sempre è stata culla di molte invenzioni. Ad esempio, fu lungo queste strade che passò la prima automobile del mondo di Carl Benz nel 1886. Nel 1921 ebbe luce a Mannheim il leggendario Bulldog della Lanz. Ancora, nel 1929 Julius Hatry fabbricò il primo aerorazzo del mondo, ilRAK 1, volando da Mannheim a Francoforte. Fu anche la città dove nacque la cosiddetta Scuola di Mannheim, celebre scuola musicale di cui furono iniziatori J. Stamitz e F.X. Richter nel XVIII secolo. In realtà questa definizione non indica solo un tipo di istruzione musicale ma un vero e proprio movimento culturale, di breve durata ma di grande importanza.

Si dice che forse è proprio la struttura lineare della città a favorire l'inventiva e la riflessione. E' infatti l'unica città tedesca col centro a pianta quadrangolare iscritta in un cerchio incompleto. Nel XVII secolo Mannheim venne infatti progettata e realizzata secondo una rigida rete stradale a griglia che si estendeva dal Neckar fino al castello, assumendo così una forma che ricorda il centro di Manhattan. In questo caso non sono i grattacieli ad essere organizzati a scacchiera ma le strade. Questa organizzazione era stata voluta dal principe elettore Carlo Filippo, che nel Settecento aveva fatto costruire il castello proprio al centro della città, con l'intento che le strade fossero incentrate su di esso, e quindi attorno allaMarktplatz. Il castello è in stile barocco e venne fatto costruire dai principi elettori Carlo Filippo eCarl Theodor, grandi amanti delle arti. Oggi è occupato dall'università. L'edificio fu costruito dal 1720 al 1760 e conta più di 400 stanze e 2000 finestre. Sul soffitto della sala dei cavalieri si possono osservare dei bellissimi dipinti, opera di Cosmas Damian Asam, così come i dipinti del soffitto della scala d'onore. Lo studio-biblioteca è invece in stile rococò con tonalità rosa e verdi.

Un altro edificio molto bello in stile barocco è la Chiesa dei Gesuiti, uno degli edifici sacri più importanti della Germania sud-occidentale: lo stesso Mozart ne rimase affascinato per la sua atmosfera e per l'acustica. Fu costruita tra il 1733 e il 1769. L'interno è molto luminoso ed è rivestito di stucchi in marmo dalle tonalità rosse e verdi. Al suo interno è ospitata laMadonna d'argento con la corona di luce che fu realizzata dell'orafo di Augusta J. I. Saler. Risale invece al neobarocco la Christuskirche, una costruzione a cupola circondata da un complesso in stile liberty. Una curiosità legata alle strade di Mannheim è che non hanno nomi, ma lettere o numeri (ad esempio B4,34 o N3,16). La città oggi è comunque diversa rispetto ad un tempo a seguito dei numerosi bombardamenti che durante la Seconda Guerra Mondiale l'hanno colpita.

Una bellissima attrazione è la Wasserturm, ovvero la torre dell'acqua. Con stupefacenti giochi d'acqua è considerata il simbolo di Mannheim. Si trova sul punto più alto della Friedrichsplatz, che ospita anche uno dei parchi in stile Liberty più belli d'Europa. Lo stile liberty tedesco si può osservare anche nella struttura Rosgarten, un importante centro congressi che negli anni ha trasformato Manhnheim in un'importante meta congressuale. Rappresenta una delle migliori strutture nel suo genere: combina in modo sapiente elementi architettonici più recenti con la tecnica più moderna. Il tutto inserito nello stupendo parco liberty della piazza.

Mannheim ha anche una vita culturale molto intensa: le esposizioni d'arte e i concerti sono molto frequenti. Nella Friedrichsplatz si svolgono ad esempio concerti di Alfred Brendel e della famosa filarmonica di New York. Il Teatro Nazionale propone regolarmente spettacoli teatrali, di opera e di balletto. Oltre a questo Mannheim è anche sede di altri teatri come il Capitol e l'Alte Feuerwache, teatri di cabaret come il Klapsmuhl e il cabaret musicale Schatzkistl. Inoltre, la galleria civica e l'associazione culturale di Mannheim insieme ad istituzioni culturali private organizzano numerose manifestazioni, festival ed esposizioni.

I musei rappresentano un'altra grande attrattiva della città. Sono numerosi e molto all'avanguardia: allestiscono mostre straordinarie e propongono programmi pedagogici. Tra i principali si ricordano il centro Reiss Engelhorn, il Technoseum, dedicato alla tecnica e ilMuseo d’arte Kunsthalle.

I musei Reiss Engelhorn, conosciuti anche con l'acronimo rem, sono formati da tre spazi espositivi: il massiccioZeughaus (arsenale) Weltkulturen (culture del mondo) e Schillerhaus (casa di Schiller). Sono quindi un importante centro museale per quel che riguarda l'archeologia, il mondo antico e le culture del mondo, le storia dell'arte e della cultura, la storia del teatro, della musica e della fotografia. Qui sono esposti più di 1 milione di oggetti che rappresentano un patrimonio prezioso ed eterogeneo. Tra questi si ricordano le porcellane del XVIII secolo, i secrétaire originari del Baden, la collezione di costumi di scena e gli archivi sul teatro. Un'area è consacrata alla storia locale.

Il Technoseum è invece il museo regionale per la tecnica e il lavoro. L'esposizione illustra in maniera dettagliata il processo di industrializzazione dal 1750 fino ai giorni nostri, ripercorrendo 250 anni di storia industriale della Germania sud-orientale. E' un museo molto interattivo interessante in quanto mostra i punti di intersezione tra tecnica e sociologia, evidenziando i rapporti fra industrializzazione ed evoluzione della società. Spesso vengono organizzate delle dimostrazioni in cui sono messi in funzione alcuni macchinari. Si possono riscoprire così attività come la tessitura a mano, la stampa, l'impaginazione, la fabbricazione della carta e l'assemblaggio delle automobili. La collezione del Kunsthalle con i suoi dipinti e sculture degli ultimi due secoli è invece l'ideale per gli amanti dell'arte e della pittura. Qui si possono osservare opere dell'Impressionismo francese e tedesco, della Nuova oggettività, dell'Espressionismo, come pure dell'arte astratta e dell'arte informale tedesca e francese. Un'ampia sezione è dedicata alle sculture internazionali del XX secolo. In particolare si possono trovare opere di Henry Moore,Marino Marini e Max Ernst, Auguste Rodin, Alberto Giacometti eRichard Long. Una sezione separata è invece dedicata al grande scultore espressionista Wilhelm Lehmbruck e un'altra ancora presenta la Nuova Oggettività e l'arte dopo il 1945. Vengono poi organizzate regolarmente mostre temporanee in cui gli artisti famosi moderni e contemporanei espongono le loro opere. Altri musei che meritano una visita sono la nave-museo sulle sponde del Neckar, il Kunstverein e ilPlanetarium.

I parchi e i giardini pubblici sono un altro fiore all'occhiello di Mannheim. Tra questi, uno molto frequentato e che attira sempre molti turisti è il parco Luisenpark, nel centro di Mannheim. E' conosciuto per la serra e la casa delle farfalle. Inoltre, ha anche un bellissimo lago, un palcoscenico galleggiante, un minigolf e anche un bar e un ristorante. Un altro parco importante è quello di Herzogenriedpark che ospita uno zoo. Nei dintorni della città si trovano invece i parchi boschivi, come quello sul Reno e il bosco Kafertaler, con numerose piste ciclabili, sentieri per passeggiate e aree attrezzate per i picnic.

Nel periodo di Natale non manca ovviamente il tradizionale mercatino tipico delle città del nord. Quello di Mannheim è uno dei più grandi della Germania. E diviso in due parti: la prima sulla piazza Kapuzinerplanken e l'altra nelle vicinanze della Torre dell'acqua (Wassertum). E' formato dal oltre 200 bancarelle, in un ambiente in stile Art Déco. Sulle bancarelle si trovano oggetti d'arte e d'artigianato provenienti da tutto il mondo, una grande varietà di presepi, candele, decorazioni di Natale, ceramiche, gioielli, cappelli di lana e maglioni. Naturalmente non mancano le specialità gastronomiche locali e internazionali. Nei dintorni del mercatino viene anche allestita una giostra per i bambini e una grande ruota panoramica. Durante tutto il periodo natalizio risuonano melodie natalizie e si esibiscono compagnie di danza provenienti da tutto il mondo.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

Torna su

 

 

Ostelli Mannheim   Ostelli Germania  Hotel Germania   Hotel Mannheim

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Mannheim Karte von Mannheim Mapa Mannheim    Map of Mannheim  Mapa Hanower