Storia di Bressanone

Ann.

Storia di Bressanone

 

Bressanone (Brixenin tedesco ) fu abitata findal Neolitico. In epoca romana fu conquistata da Druso (38-9 a.C), figliastro di Augusto (63 a.C-14 d.C), nel 15 a,C e incorporata nella provincia romana della "Rezia". Nel 590 d.C, dopo la caduta dell'Impero Romano, questa terra fu incorporata nel Ducato di Baviera.

Ann.

 

Nel 901 il re Luigi il Bambino (891-911), l'ultimo re dei Carolingi, donò queste terre al vescovo Zaccaria, vescovo di Sabiona. Da questo momento Bressanone divenne la residenza occasionale dei vescovi sabionesi, finché sul finire del X secolo la sede venne traslata definitivamente nella nuova città.


Intorno all'anno 1000 nacque la città 'moderna' di Bressanone, circondata da mura, che divenne la capitale del paese, dopo la donazione di Valle e contea di Isarco da parte dell'imperatore Corrado II  (990-1039) al vescovo di Bressanone Artvigo nel 1027, territori che furono sottratto al ducato di Baviera. Nello stesso tempo l'imperatore attribuiva al vescovo il potere temporale come principe-vescovo, analogamente a quanto in quegli anni accadeva per i vescovi delle vicine Arcidiocesi di Trento e di Coira (dal 1170 capoluogo del cantone dei Grigioni nella Confederazione elvetica). Nel 1038 la chiesa parrocchiale di Bressanone fu dedicata a San Michele Arcangelo. L'allora vescovo della diocesi di Bressanone, Poppo, fu fatto Papa, con il nome di Damaso II, nel 1048.


Nel XIII secolo, gran parte del territorio fu usurpato dai Conti di Tirolo. Il Principato Ecclesiastico del Sacro Romano Impero, con le sue tre città di Bressanone, Brunico e Klausen, tra cui alcune giurisdizioni in valli vicine, durò fino al 1803, quando fu soppresso durante le campagne napoleoniche.

Per tutto il Medioevo la città di Bressanone era un centro artistico e culturale di grande importanza, e in tempi più moderni ha guadagnato la propria autonomia amministrativa, puntando sul commercio e l'artigianato.

Dopo 1803 Bressanone divenne una semplice città di provincia. Tuttavia, ancora un po' di anni e con l'inizio del turismo, grazie al suo clima mite e al suo patrimonio storico e artistico, la città ha ripreso il suo sviluppo economico. Oggi Bressanone è nota come città di bagni termali, un luogo che ha un grande patrimonio di monumenti e di collezioni d'arte di inestimabile valore e una ottima base per visitare bellissimi dintorni.

Origini del nome Bressanone - Brixen

Per quanto riguarda l'etimologia, l'interpretazione del toponimo è che si tratti di una parola do origine celtica da "Brica", "briga" (in alto, colle, altura) come si trova anche in altre zone di influenza celtica  ("Bressa" in Gallia, in Spagna "Brexa", Bressanone e "Brixia", Brescia).

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Torna su

Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Bressanone

Carte Bressanone     Karte von Brixen  Mapa Bresanona Map of Brixen

 Carte Trentin Haute Adige    Karte von Südtirol    Mapa Trentino  Map of Trentino

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal