website
statistics
 

Storia di Brunico

Sei qui: Natale in Europa >

Storia di Brunico

Il motivo per cui Brunico (Bruneck) venne fondata in quel luogo e non in altri si spiega bene con fatto che si trova in posizione ideale nel cuore di importanti vie commerciali storiche. La Val Pusteria, la valle di cui da sempre Brunico è capoluogo, era già abitata in epoca preistorica. Questo fatto può essere visto nei numerosi resti trovati non solo qui ma anche nelle vicine Dobbiaco e Monguelfo.

 

Occupazione romana di Brunico e Val Pusteria

 

Dopo che gli imperatori Druso (38-9 a.C) e Tiberio (42 a.C-16 d.C), conquistarono gli insediamenti nell'Isarco e nelle valli dell'Adige Valli intorno al 15 d.C, i Romani penetrarono più in profondità nel territorio, raggiungendo la Val Pusteria, fondando da subito gli insediamenti di "Sebatum" e "Littamum", vicino a San Candido.

La Val Pusteria era considerata una zona molto importante per i romani, in quanto si trovava sulla grande strada che da Aquileia andava a Aguntum (nei pressi di Lienz in Austria). Da "Aguntum" la strada continuava a Fortezza e poi verso il passo del Brennero, una volta chiamato "Pireneus", quindi dal Brennero proseguivano verso Valdidena (Wilten, nei pressi di Innsbruck) e "Augusta Vindelicum" (Augusta).

Brunico nel Medioevo

La Val Pusteria, come abbiamo visto era una zona altamente strategica, letteralmente costellata di castelli (42 in tutto). La fondazione di Brunico è legata a questa speciale caratteristica "militare" della Valle. Tra questi, molto tempo dopo che i Romani avevano lasciato, il vescovo di Bressanone, a metà del XIII secolo, costruì la sua nuova residenza a Brunico, dando vita al nuovo villaggio. Poco dopo, per garantire la sicurezza dei suoi domini, il principe-vescovo Bruno di Kirchberg (morto 1288), costruì il castello e la conseguente cittadina che si sviluppò intorno ad esso intorno al 1250. Nel 1256 la città venne menzionata per la prima volta in un documento, che la citò indirettamente "apud Bruneke" ("vicino Brunico").

Nel 1370 la città ottnne molti privilegi, e l'imperatore Carlo IV concesse vari diritti commerciali, dopo che il fiorente artigianato locale aveva determinato l'espansione della città.

Nei primi anni del XV secolo comparvero i primi palazzi, prevalentemente abitati da artigiani che avevano aperto i loro negozi qui. A quel periodo risale anche la strada principale di Brunico, denominata "Via Centrale". Nel corso dei secoli la città ha affrontato molte sfide, con grandi inondazioni nei secoli XIV e XIX, la peste del 1543-1544, e alcuni incendi e terremoti.

Gli anni che vanno tra il 1814 e il 1914 possono essere considerati come un periodo di vivacità economica molto importanti, in particolare attraverso lo sviluppo del turismo e dell'alpinismo; la ferrovia venne aperta nel 1871 dando ancora più impulso allo sviluppo del luogo.

 

Oggi Brunico è una città, il centro della vita economica della Val Pusteria, che combina con profitto il turismo e l'artigianato.

Origini del nome Brunico

L'etimologia del nome della città è legato al Vescovo "Bruno" che abbiamo citato sopra, dal cui nome deriva il nome proprio: "Brun-ico", dove il suffisso "Ico" - "ek" significa "collina", o "rock". E 'stato detto che in tempi passati la città è stata anche chiamata "Brunopoli", o "la città di Bruno". Intorno a questa etimologia c'è accordo generale tra gli studiosi, anche se probabilmente questa zona, dove il Vescovo costruì il castello, aveva già avuto alcuni villaggi molto antichi, che sono stati organizzati territorialmente dopo il suo arrivo.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Torna su

Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Brunico

Carte Brunico     Karte von Bruneck  Mapa Brunico Map of Bruneck

 Carte Trentin Haute Adige    Karte von Südtirol    Mapa Trentino  Map of Trentino

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal