BAYEUX

VISITARE BAYEUX: INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

Bayeux, l'antica città gallo-romana di Augustodurum, perla della Normandia, capoluogo del distretto del Bessin, oltre al suo eccezionale arazzo, spettacolare capolavoro di arte romanica, offre il fascino di una piacevole città medievale ed episcopale. Seduce per le sue strade e i suoi monumenti che circondano la cattedrale, miracolosamente rimasta intatta durante le devastazioni della Seconda Guerra Mondiale. La prima città sulla terraferma francese liberata nel giugno 1944. Fu qui che il generale Charles de Gaulle, recitò il suo famoso discorso sulla liberazione della Francia.

 

Oggi Bayeux è una città orgogliosa del suo pedigree culturale e turistico, ma è ben lungi dall'essere una città-museo alienata dal suo ricco patrimonio, anche se i suoi musei, quello dell'Arazzo in testa (Patrimonio Unesco), e la sua cattedrale sono imperdibili. L'atmosfera è morbida, sottile alleanza di calma provinciale e animazioni stagionali in campo culturale e gastronomico.

 

Bayeux centro storicoLa città attira turisti in tutte le stagioni ma è possibile goderla veramente in primavera o in autunno. La passeggiata lungo le rive dell'Aure o il circuito di vecchia Bayeux permettono a tutti di camminare tranquillamente alla scoperta delle magnifiche case a graticcio del quartiere medievale, dei sontuosi palazzi privati di rue Franche e rue du Général-de-Dais o delle antiche concerie del quartiere Saint-Jean. E per coloro che aspirano a una vacanza nella natura, il giardino pubblico di Bayeux, è classificato come monumento storico, un'oasi di pace e bellezza.

 

Arazzo di BayeuxNon c'è da stupirsi che l'Arazzo di Bayeux ((Tapisserie de Bayeux) sia classificato dall'UNESCO come memoria del mondo! Dopo quasi 1000 anni, affascina ancora. Le sue misure già impongono rispetto: 70 m di lunghezza e 50 cm di larghezza. Si resta senza parole di fronte all'enormità di quest'opera che non solo illustra la storia della conquista dell'Inghilterra da parte di Guglielmo il Conquistatore, ma rimane anche una delle nostre testimonianze più preziose dell'arte di vivere nel Medioevo. Magnificamente preservato, con i colori che hanno conservato una straordinaria brillantezza, si divora come un gigantesco fumetto, o come un emozionante film d'avventura (ingegnosa l'audioguida multilingue adattata alle epoche). I bambini, letteralmente nastrati, sono la prova che il venerabile ricamo non è invecchiato. Al primo piano del museo, una vasta sala sviluppa i temi della vita quotidiana ai tempi di Guglielmo e Aroldo II, illustrati da splendidi modelli e molti oggetti d'epoca, tra cui un drakkar! A chiusura della visita, in una saletta di cinema si può vedere un ducu-film sulla Battaglia di Hastings riporta l'orologio all'ora inglese e riabilita la figura di Aroldo, un po' troppo frettolosamente considerata il crimine della Storia...Attenzione, ultimo ingresso 45 minuti prima della chiusura del museo.


L'arazzo, accessibile ai non vedenti. L'associazione Valentin Haüy, che opera per l'autonomia dei non vedenti e degli ipovedenti, ha creato tre scene emblematiche dell'arazzo in rilievo: "Il giuramento", "L'attraversamento del canale della Manica" e "La battaglia di Hastings".

 

Cattedrale di BayeuxUn luogo dalla visita "ineludibile" in questa città è la Cattedrale di Notre-Dame de Bayeux, restaurata con maestria, senza dubbio uno degli edifici romanici e gotici più belli di Francia. Le torri sulla facciata occidentale e la cripta risalgono all'XI secolo, quando furono costruite dai vescovi Hugues d'Ivry e Odone de Conteville, fratellastro di Guglielmo il Conquistatore. Inaugurata dallo stesso da Odone e dalla moglie di Guglielmo, Matilde, nel 1077, fu distrutta 30 anni dopo, durante la guerra civile tra i figli del duca. Della sua ricostruzione romanica all'inizio del XII secolo, rimangono solo le grandi arcate della navata e la loro decorazione. La fine del XII secolo e il secolo successivo sono segnati dallo stile gotico, visibile nel coro, nelle cappelle e nella Sala Capitolare. Quest'ultima, accessibile solo durante le visite guidate come la sala del tesoro, ospita un rarissimo labirinto di preghiera dipinto sul pavimento, simile a quello della Cattedrale di Chartres.

 

Museo Commemorativo della Battaglia di NormandiaAltro luogo da non perdere se avete abbastanza tempo è il Museo Commemorativo della Battaglia di Normandia (Boulevard Fabian-Ware), dove il visitatore può immaginare i combattimenti, capire la posta in gioco di questo combattimento cruciale e gli obiettivi della battaglia con un film d'archivio e una presentazione di attrezzature d'epoca e uniformi. Il museo presenta principalmente le operazioni della Battaglia di Normandia che si svolse dal 7 giugno al 29 agosto 1944.

 

Musée d'Art et d'Histoire Baron GérardMolto interessante è anche il Musée d'Art et d'Histoire Baron Gérard (37, rue du Bienvenu), Etichettato Musée de France, il MAHB (in breve) è installato nell'ex Palazzo Vescovile - interamente restaurato - offrendo al pubblico la possibilità di visitare questo capolavoro medievale e rinascimentale, oltre alle opere esposte. Il notevole percorso museale offre 14 ambienti diversi che vi permetteranno di scoprire al vostro ritmo non meno di 600 opere d'arte, 800 oggetti archeologici e 1.000 pezzi di porcellana e pizzo di Bayeux. Se gli amanti dell'arte e della storia passeggiano per piacere, la maggior parte dei visitatori rimane estasiata davanti alla cappella vescovile, capolavoro architettonico del Rinascimento, alla collezione di porcellane ospitata in uno splendido tetto di vetro contemporaneo o alla sontuosa sala vescovile. I biglietti intelligenti, combinati, "gemelli" o "tripli" permettono di visitare due o tutti e tre i musei di Bayeux a un costo inferiore.

 

Giardini pubblici di BayeuxCi sarebbero tante altre cose da raccontarvi di questa antica città ma non possiamo non invitarvi a passeggiare tra i sentieri dell'affascinante Giardini pubblici di Bayeux (che in realtà è un'orto botanico al 55, route de Port-en-Bessin), spesso chiamato "giardino botanico", opera del paesaggista Eugène Bühler, autrice anche del Parc de la Tête d'Or di Lione. Dal secondo Impero, quello di Napoleone III, il giardino con i suoi 400 alberi non è cambiato molto, ma ha semplicemente accumulato titoli onorifici (giardino classificato monumento storico, faggio piangente classificato monumento naturale dal 1932 e contrassegnato con "Arbre remarquable de France nel 2001"). La passeggiata permette di scoprire alberi notevoli provenienti da tutto il mondo, una piccola serra con cactus e un bacino dove nuotano e si moltiplicano carpe colorate. Un circuito botanico, con 17 pannelli esplicativi, permette ai visitatori di conoscere meglio le diverse specie di piante che popolano il giardino.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Dove si trova?

 

Torna su

Ostelli Bayeux   Ostelli Francia  Hotel Bayeux

Carte de Bayeux Karte von Bayeux    Mapa Bayeux    Map of Bayeux

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal