CARRARA

VISITARE CARRARA INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

Quando si parla di "Toscana", si pensa subito a Firenze, a Pisa o a Siena o Lucca, meno spesso a città come Carrara, nonostante le chiese, le statue e i monumenti più famosi della regione, e del mondo, siano spesso stati realizzati con il famoso materiale estratto dalle cave di questa località, il marmo. Il David di Michelangelo (di cui si trova ancora la cava), la Colonna Traiana, il Pantheon di Roma, l'Arco di Wellington di Londra e il Duomo di Siena e anche il Taj Mahal di Agra, in India, hanno infatti qualcosa in comune: tutti sono stati realizzati con il marmo di Carrara. Molti sono gli artisti internazionali che oggi hanno deciso di stabilirsi in queste zone consacrate al marmo bianco, e qui hanno aperto i loro laboratori ed espongono le loro sculture.

Carrara Lo stretto legame tra Carrara e le sue imponenti cave di marmo risale a tempi antichi: Carrara deriva il suo nome da Kair, che in celtico significa 'pietra', a indicare come questo materiale era già conosciuto in epoca pre-romana. La città si è sviluppata lungo le rive del torrente Carrione, separata dalla vicinissima Massa da alcune colline. Gli antichi romani già estraevano il marmo, che veniva caricato su navi al porto di Luni e trasportato a Roma via mare. Il libero comune di Carrara venne istituito nel 1235, e nel corso dei secoli fu governato dalle città di Pisa, Genovae Milano. Dopo la morte di Filippo Maria Viscontidi Milano, nel 1477, Carrara fu contesa tra Tommaso Campogregoso, signore di Sarzana, e la famiglia Malaspina che possedeva gran parte del territorio, compresa Massa. Carrara La città si sviluppò sotto il dominio della famiglia Ugolini e sotto il dominio della famiglia Cybo (principi di Massa nel 1568, dopo il matrimonio con l'ultima erede dei Malaspina, poi duchi di Massa e principi di Carrara nel 1664). Successivamente furono i membri della famiglia d'Este nel 1741 a governarla. Nel 1815 con la distribuzione dinastica del Congresso di Vienna ritornò, insieme a Massa, sotto la guida di Modena. Carrara è stata anche sede di importanti avvenimenti che contribuirono all'Unità d'Italia, con protagonisti personaggi come Domenico Cucchiari e Giuseppe Mazzini.

 

Carrara - PanoramaSono molte le attrazioni storico-culturali presenti in città. Un tempo Carrara era dotata di cinta muraria: la prima cinta fu costruita nel 1212, e al suo interno si sviluppò la Carrara medievale; la seconda cinta muraria fu iniziata nel 1557 e completata nel 1637. La storia del marmo di Carrara, materiale così importante per lo sviluppo della città, è raccontata nel Museo Civico, che documenta con sapienza l'impiego del materiale, l'uso che se ne è fatto nella storia e le opere rinvenute durante gli oltre 2000 anni di scavi.

Carrara - Giornata di MercatoIl monumento cittadino più importante è la Cattedrale di Sant'Andrea, edificata nel XI secolo (quando era conosciuta come Ecclesia Sancti Andree de Carraria). Un edificio meraviglioso, rivestito completamente in marmo a due colori (bianco e scuro), che conserva all'interno importanti sculture e decorazioni rinascimentali. La chiesa si presenta con un piano rettangolare e un'abside semicircolare in stile romanico, con una facciata del XIV secolo ed un portale riccamente decorato con sculture e rosone gotico. Il Duomo si distingue anche per il suo bel campanile del XIV secolo, alto 33 metri. All'interno si ammirano il sarcofago di San Ceccardo, esempi di scultura pisanae architettura lucchese, opere di Angelo Puccinelli, Domenico Sarto, Giovanni Battista del Mastro, Clemente da Reggio, Andrea Guardi e altri. Non si manchi di ammirare la trecentesca scultura marmorea dell'Annunciazione, nota con il nome di Le Carrara Cassanelle. All'esterno della chiesa si ammirano anche la statua del Gigante e la fontana con al centro la statua di Andrea Doria, ambedue di Baccio Bandinelli. Tra le altre chiese della città si citano la chiesa Evangelista Metodista, in stile neoclassico degli anni '20 dello scorso secolo (di Carlo Vianello), la bella chiesa di San Francescoe annesso convento, del 1623 e sede del Museo della Scultura, la chiesa del Carminedel XVI secolo, la settecentesca chiesa della Madonna delle Lacrime, il secentesco Santuario della Madonna delle Grazie alla Lugnola, situato nella via Apuana. Altre chiese antiche caratterizzano città e dintorni.

Carrara - Piazza AlbericaLa storia di Carrarala si può comprendere attraverso i suoi monumenti più importanti. Il Castello ducale, noto anche come Palazzo Cybo Malaspina, è un insieme di edifici rinascimentali creati in aggiunta alla preesistente fortificazione. Si dice infatti che il castello già esistesse nel 1187 e sia stato edificato nel periodo bizantino-longobardo. Il Palazzo residenziale venne invece aggiunto dall'ultima erede della famiglia Malaspina, Ricciarda, madre di Alberico I, colui a cui si devono le numerose tracce rinascimentali presenti in tutto il territorio. Dal 1806 il palazzo è sede dell'Accademia delle Belle Arti di Carrara, già presente dal 1769 per volere di Maria Teresa Carrara d'Este. Si ammirino anche le rovine del Castello di Moneta, edificato nel lontano II secolo a.C. dai romani e poi utilizzato dalle altre culture che dominarono l'area (bizantini, longobardi e franchi), e la Torre di Castruccio Castracani, parte di un antico castello-fortezza del famoso condottiero di Carrara nel XIV secolo. Si ammirino anche le belle piazze (piazza Alberica, Piazza del Duomo, Piazza Garibaldi), e ancora altri palazzi, tra cui quello che ospita il Teatro Animosi, edificato nell'Ottocento, con una facciata completamente in marmo, secondo un progetto di Giuseppe Pardinidi Carrara. Nella splendida Piazza Alberica, ogni anno si assiste al "Simposio Internazionale di Scultura", una competizione di scultori provenienti da tutto il mondo.

Carrara La città di Carrara possiede una propria Marina, che si fonde con la gemella Marina di Massa. La troviamo nel punto estremo della costa nord della Toscana, ai confini della Liguria. La Marina di Carrara ha una lunga e bella spiaggia, molto frequentata. Il porto ha due moli, antichissimi, dai quali viene ancora oggi imbarcato il marmo. Nelle vicinanze consigliamo la visita anche all'antico sito di Luni(presso Ortonovo,nella provincia di La Spezia), che fu una nota colonia romana di probabile origine etrusca, già fiorente nella commercializzazione del marmo di Carrara. Dal suo nome deriva quello dell'intera regione geografica, la Lunigiana.

 

Come arrivare a Carrara

Carrara dista circa 100 Km da Firenze e Genova e 50 Km da Pisa.

In auto

Prendere l'autostrada A12 (Genova-Livorno), uscita Carrara. Usciti dall'autostrada girare a sinistra sul viale Galileo Galilei e proseguire diritto per 1 KM, quindi girare a destra e prendere la via Aurelia. Procedere per 1,5 Km, alla rotonda prendere la terza uscita per V.le XX Settembre e seguire il viale per circa 3,5 Km, fino a giungere in città.

In treno

La stazione di Carrara-Avenza è collegata al centro della città con mezzo di strasporto urbano (autobus).

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

 

 

Ostelli Carrara   Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Carrara

Carte Carrare Karte von Carrara  Mapa Carrara Map of Carrara

 Carte de la Toscane     Karte von Toskana     Mapa Toscana     Map of Tuscany

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy