website
statistics

Chiesa di San Rocco a Lugano

Chiesa di San Rocco a Lugano

 

La Chiesa di San Rocco sorge vicina al Museo Cantonale d'Arte e in prossimità del Quartiere Maghetti, quartiere che dalla fine degli anni novanta ha conosciuto una vera e propria trasformazione diventando un importante punto di riferimento della vita cittadina, nel quale trovano spazio numerosi negozi, bar e locali. Nelle vie vicine alla chiesa ogni sabato tra le 8 e le 17 si tiene un interessante mercatino dell'antiquariato, dove gli intenditori e non possono curiosare tra libri antichi, cornici, argenteria e cristalli.

La Chiesa di San Rocco vanta una storia di oltre quattro secoli, venne infatti costruita nel 1592 sul sedime dell'antica chiesa dedicata a San Biagio risalente al 1349 e di cui oggigiorno resta visibile solo una piccola lapide che é stata ricollocata sulla facciata ricostruita ad inizio del secolo scorso.

La Chiesa di San Rocco fu fortemente voluta dalla popolazione come cappella votiva contro la peste che in quegli anni flagellava la regione e il timore della malattia spiega le ragioni per cui la chiesa venne intitolata a San Rocco, che veniva considerato dai fedeli il Santo protettore contro il terribile flagello e al quale venivano attribuite numerose guarigioni di appestati in Italia. La chiesa sarebbe inoltre dovuta servire anche come lazzaretto durante le epidemie. La peste colpì la Svizzera in diverse ondate dalla metà del XIV secolo fino all'incirca al 1670. La prima ondata di peste colpì il Ticino attorno al 1347 e ondate particolarmente violente si registrarono negli anni 1519, 1541, 1611 e 1630, quando l'intero paese venne colpito dalla pestilenza. I lavori di costruzione della chiesa vennero piú volte interrotti proprio a causa delle frequenti epidemie e per questa ragione la chiesa poté essere consacrata solamente agli inizi del 1600 dal vescovo di Como Niguarda.

La chiesa ha una facciata neobarocca che risale agli inizi del 1900 e presenta un'unica navata rettangolare con volte a botte. L'interno accoglie una statua della Vergine e le statue di San Biagio e San Rocco. Particolarmente degno di nota il coro della Confraternita collocato dietro l'altare maggiore cosi come la cupola, decorata con stucchi dell'artista ticinese Muzio Camuzzi e con affreschi di Carlo Carlone, entrambi datati attorno al 1760.

Gli affreschi che adornano le pareti raccontano la vita di San Rocco, mentre sulla volta sono rappresentate l'Assunta, l'Apoteosi di San Rocco e la gloria di San Sebastiano.

Quella di San Sebastiano è una figura ricorrente nelle rappresentazioni religiose. Sebastiano visse ai tempi dell'Imperatore Diocleziano, del quale divenne comandante della prima corte della guardia pretoriana che era preposta alla protezione dell'Imperatore. Pur essendo tenuto in grande considerazione dall'Imperatore, quando questi scoprì che era un cristiano lo condannò a morte. Sebastiano venne dunque legato ad un palo sul colle Palatino e trafitto da frecce. Riuscì a sopravvivere ma non volendo nascondere la propria fede si ripresentò dinanzi a Diocleziano, che ne ordinò la morte per fustigazione.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

 

Torna su

 

Ostelli a Lugano  Ostelli Svizzera  Hotel Lugano  Hotel Svizzera

Carte Lugano      Karte von Lugano  Mapa Lugano  Map of Lugano

Carte de la Suisse   Karte von  Der  Schweiz   Mapa Suiza  Map of Switzerland

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal