Cosa vedere a Teruel

 

Cosa vedere a Teruel

 

La piccola cittadina di Teruel ospita un'incredibile varietà architettonica, monumenti entrati a far parte del Patrimonio UNESCO. Spettacolari gemme d'arte Mudéjar, costruite dagli artigiani mori sotto il dominio cristiano nella Spagna mediovale. La Cattedrale di Teruel è sicuramente uno dei siti più noti e importanti di tutta la regione. La troviamo in Plaza de la Catedral. Sono riuniti otto secoli d'arte nelle sue forme, con la torre elemento più antico (1257).

L'interno, composto da tre navate, ha subito cinque importanti ristrutturazioni nel corso della sua storia, quello più visibile rimane comunque il soffitto della navata centrale, rigorosamente mudéjar, terminato circa nel 1300: è in legno con diversi preziosi dipinti in gotico che testimoniano l'ampia gamma sociale e professionale degli abitanti del XIV secolo. Un'altra grande opera d'arte conservata nella Cattedrale è l'altare maggiore, dedicato all'Assunta, un magnifico esempio di Rinascimento aragonese.

Oltre alla Cattedrale di Santa María de Mediavilla, sono stati riconosciuti come siti Patrimonio dell'Umanità Unesco, la torre e la chiesa di San Pedro, il campanile della chiesa di San Martín e il campanile della chiesa di Salvador.

La chiesa di San Pedro è una struttura architettonica di grande importanza, situata nella parte a nord del Calle del Salvador, in Plaza de Carlos Castell. Lo stile è sempre mudéjar. É famosa in particolare per ospitare le tombe dei Los amantes de Teruel, che custodiscono i corpi mummificati di Isabel Segurae Diego de Marcilla, il cui amore, come narra la leggenda si concluse tragicamente. Leggi gli amanti di Teruel .

TeruelTra le altre attrazioni storico-culturali di Teruel, si consiglia di visitare il convento di San Francesco, costruito nel 391 con arazzi del diciassettesimo secolo, e la Torre del Salvador una delle migliori torri mudejar conservate in città. Edificata tra la seconda e terza decade del XIV secolo, presenta notevoli elementi decorativi in ceramiche dai colori bianco-verdi. Altre torri da vedere sono la Torre di San Martín, la più antica, costruita tra il 1315 e il 1316 che presenta grandi similitudini con la torre precedente, nella decorazione e nelle struttura.

 

La Torre de la Merced è una costruzione mudéjar del XVI secolo. Si compone di tre parti, le prime due quadrate e ottagonali, la terza a pianta ottagonale, risultato di un successivo ampliamento in stile Barocco. Non essendo riconosciuta come Patrimonio dell'Umanità, non ha avuto grossa fama ma un recente restauro ha permesso di valorizzarne la bellissima architettura.

L'eredità medievale della città è rappresentata anche da edifici che ruotano attorno alle antiche mura, a nord e a est troviamo due porte, chiamate Ardaquilla Daroca y de la Traicióno di San Miguel. Le Torri di Lombardero, di Rincon, e San Esteban Ambelás plasmano il muro immaginario che non sono riuscite a mantenere.

Bello da vedere l'acquedotto di Los Arcos, una struttura in stile rinascimentale spagnolo, progettata da Pierres Vedel allo scopo di svolgere una duplice funzione, acquedotto e viadotto. L'antica Plaza Mayor (o del Mercado), oggi Plaza del Torico, è il centro nevralgico della città. Il suo elemento più conosciuto e il monumento del toro, risalente al 1858; tutt'intorno ospita edifici modernisti anche molto importanti. Al di sotto si trovano dei sotterranei; tra gli elementi che assicuravano il rifornimento idrico della città, una trecentesca cisterna medievale.

Tra i palazzi del XVI e XVII secolo si segnalano la Casa del Deán, e i Palacios de los Marqueses de Tosose de la Cañada. Dei secoli XVII e XVIII, visitate le chiese di San Andrés, San Miguel e i conventi di Santa Clara e dei Carmelitani Descalzas.

Il tema architettonico maggiormente presente in gran parte degli edifici pubblici è il Neomujédar, introdotto in Teruel nel 1909, con il completamento del portale sud della cattedrale. I monumenti più rappresentativi son la Escalinata, le antiche Escuelas di Arrabal e la Plaza de los Toros.

Il Modernismo dello stile Liberty nella città di Teruel è un altro evento straordinario, distintivo nella regione di Aragona. L'emergere della borghesia, con la grande potenza economica, nel XIX secolo, ha portato in scena l'architetto Paolo Monguió che lavorò a Teruel dal 1897 al 1923. Il suo lavoro più significativo trova pienezza in particolare in tre edifici, tradizionalmente denominati "Casa Ferrán", "La Madrilena" e "El Torico", costruito tra il 1910 e il 1912. Sono attribuibili a lui altri edifici precedenti come la "Bayo House".

Infine per le famiglie in visita a Teurel con bambini consigliamo Dinópolis, un parco a tema preistorico e il museo di Paleontologia. Include un modello a grandezza naturale di un robot di Tirannosaurus rex, più altri tre musei della zona circostante, che mostrano i resti di dinosauri scoperti nella regione.

I dintorni di Teruel sono altrettanto interessanti, da non mancare la visita ai borghi medievali di Albarracin, Alcañiz, Cantavieja e Mosqueruela.

Per ulteriori informazioni vedere : http://www.spagna.cc/teruel.html

 

Ostelli Teruel   Ostelli Spagna   Hotel Spagna  Hotel Teruel

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain


Carte Teruel  Karte von Teruel     Mapa Teruel  Map of Teruel

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal