COSTANZA

VISITARE COSTANZA  INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

Costanza (in tedesco Konstanz) si trova nella Germania sud-occidentale, nella regione del Baden (parte dello Stato federatoBaden-Württemberg). Circondata da un paesaggio caratteristico, si posiziona nella parte meridionale dell'omonimo lago, sul confine svizzero, e in parte lungo le rive del fiume Reno. Il Lago di Costanza, o Bodensee in tedesco, è il terzo lago più grande d'Europa (dopo il lago Balaton e il lago Ginevra) e, oltre alla Germania bagna anche l'Austria e la Svizzera. Grazie al suo clima e alla bellezza dei suoi paesaggi richiama ogni anno moltissimi viaggiatori. Tanto che oggi Costanza è una rinomata località di soggiorno, oltre che importante porto fluviale sul Reno e sede di una buona attività industriale (settore chimico in particolare).

 

Il fiume attraversa la città e la divide in due: a nord di esso troviamo la parte più estesa e moderna, con aree residenziali e insediamenti industriali; L'Altstadt, centro storico con numerose aree commerciali e istituzioni di carattere amministrativo, è invece situato nella riva a sud del Reno. Nonostante sia una meta turistica molto gettonata, Costanza rimane comunque una città piuttosto tranquilla, probabilmente per la sua vicinanza al Lago, che troviamo circondato da prati, vigne e foreste che le conferiscono un'atmosfera rilassante.

Fondata dai romani con il nome di Drusomagus nel I secolo d.C., Costanza ricevette il nome di Constantia nel IV secolo. Edificata sotto l'imperatore Costanzo II (337-361) come fortezza di confine, nella prima metà del VI secolo divenne poi sede vescovile e nel X secolo diventò un punto nevralgico per il mercato del commercio tessile. Nel 1192 ottenne il titolo di città imperiale e in seguito divenne sede della maggiore diocesi del Sacro Romano Impero. Storicamente la località è nota per il Concilio ecumenico di Costanza, svoltosi tra il 1414 ed il 1418, che segnò la fine dello Scisma d'Occidente e ordinò la condanna di Jan Hus (già scomunicato nel 1411), condannato al rogo nel 1415. La città acquisì maggior lustro e si confermò come sede prediletta di numerosi viaggiatori, religiosi ma anche mercanti e pensatori. Avvenne così che quasi un secolo dopo, Costanza aderì ufficialmente alla Riforma protestante, con il vescovo costretto a trasferirsi nella vicina cittadina di Meersburg, dall'altra parte del lago. Il cattolicesimo fu nuovamente ripristinato nel primo XVII secolo per mano degli Asburgo. Con la pace di Presburgo (odiernaBratislava) del 1805, la città passò infine al Gran ducato di Baden, poi Repubblica, e quindi parte del nuovo Stato federale del Baden-Württemberg nel 1952.

Costanza è anche una famosa città universitaria e molto vivace dal punto di vista culturale. Offre molteplici opportunità per il tempo libero e per persone di ogni età.

In città si possono ammirare diversi edifici d'interesse storico, situati in prevalenza nel centro storico (Alstadt), rimasto quasi immutato dal Medioevo. La parte più antica della città è caratterizzata da un groviglio di stradine medievali e piccole case tipiche dell'epoca. L'Altstadt, in particolare, è dominato dalla Cattedrale di Costanza (Konstanzer Münster), dedicata alla Vergine Maria; a guardarla appare formata da una serie di torri, la più alta di 76 metri, e nell'insieme costituisce un maestoso complesso architettonico risalente in origine al VII secolo. La struttura identifica chiaramente la pre-esistente basilica preromanica,con colonne a tre navate e costruita tra il 1052 e il 1089. Nel 2003 sono stati anche portati alla luce i resti delle fondamenta di un forte romano, rinvenuto proprio accanto all'edificio,. Si tratta di una fortificazione risalente al IV secolo, con una circonferenza di circa un ettaro. I resti sono oggi visitabili. Tra questi vi sono anche quelli che indicano dove un tempo sorgeva l'antico ponte medioevale sul Reno. Nella cripta della cattedrale si trova la tomba di Pelagio di Emona (detto anche Pelagio di Costanza), martire cristiano dell'Istria e vissuto intorno al III secolo. La tomba un tempo conteneva le reliquie del santo, andate poi andate perdute nel periodo della Riforma protestante.

Tra la cattedrale e il Reno si trova invece il quartiere di Niederburg (Basso castello), quello più pittoresco della città, con gli edifici più antichi di tutta Costanza. Antiche case in legno e muratura, gli danno un aspetto caratteristico.La parte più vivace della città di Costanza è però la zona del porto, ricca di turisti durante la bella stagione e punto di partenza per le escursioni nel lago. Qui l'antica torre del faro e il leone di Baviera sorvegliano l'ingresso della città. In questa zona si possono osservare alcune statue di interesse storico: all'entrata del porto si ammira la statua di Imperia, una famosa cortigiana italiana nata a Ferrara nel 1485. La donna tiene due uomini nudi nelle sue mani (Papa Martino V e l'imperatore Sigismondo) e rappresenta gli aspetti meno nobili del Concilio di Costanza. Al concilio è dedicaga anche un'altra statua, rappresentante il potere temporale del papato e della corona.

Nel porto si può visitare anche il cosiddetto Konzil, il più grande edificio laico conservato a nord delle Alpi, che fu sede dell'unico conclave papale tenutosi sul territorio tedesco nel XV secolo. Nel parco vicino al porto vi è un altro monumento significativo per la città, ovvero quello dedicato al conte Ferdinand von Zeppelin, costruttore dei famosi dirigibili Zeppelin, e nativo di Costanza. La sua casa natale oggi è sede di un ristorante di lusso.

Vale la pena visitare anche il Rathaus, in stile rinascimentale e situato nella vivace Marktstätte (la piazza del mercato). Venne originariamente costruito nel 1484 e fu fortemente rimaneggiato lungo i secoli; dell'edificio si ammira in particolare il portale in stile tardo-gotico. Nella Seestraße , nella parte opposta del ponte vecchio lungo il fiume Reno, e verso est della Stemenplatz si possono invece ammirare alcuni edifici di indubbio interesse artistico, definiti tra i migliori esempi di architettura in stile Liberty della Germania. Anche la storica università di Costanza presenta un'architettura particolare: la struttura è stravagante e estremamente all'avanguardia e ospita la più grande biblioteca di tutta la Germania. Inoltre, è affacciata sul Lago, in una posizione privilegiata tra i boschi e i campi. NellaHaus zum Rosgarten è invece situato il Rosgartem Museum. L'edificio medioevale un tempo era sede delle corporazioni di macellai, panificatori e farmacisti. Oggi, al suo interno, è custodita la più grande raccolta di arte e cultura della regione del Lago di Costanza: reperti preistorici, opere d'arte medioevali e oggetti di vita quotidiana. Una sezione molto interessante è dedicata alla storia della città durante il periodo imperiale e vescovile.

Tra gli eventi e le manifestazioni più significativi della località si ricorda, in primis, la festa del vino di Costanza a luglio/agosto. Ogni anno il secondo sabato di agosto si tiene invece la festa notturna del lago Costanza, Kreuzlingen, ovvero un festival tenuto sia sulla terraferma che sull'acqua. A settembre/ottobre si celebra anche l'Oktoberfest, versione sul lago. Nelperiodo natalizio si tiene un interessante mercatino, chiamato “Mercatino di Natale sul Lago�? (Weihnachtsmarkt am see), costituito da più di 170 bancarelle ricche di prodotti tipici del luogo e non solo. Si snoda tra la città vecchia e il porto, dove si trova la nave di Natale del lago di Costanza, un'imbarcazione attraccata alla riva, illuminata da mille luci e da una tipica atmosfera natalizia

Anche i dintorni di Costanza meritano di essere visitati: dalla città vecchia è possibile prendere un bus perBismarcksteig e camminare fino in cima alla collina, ovvero fino a Bismarckturm (una torre situata in cima, visibile da gran parte della città). Questo luogo è ideale per godersi il tramonto con vista sul lago e sulla città. Poco più a nord della torre si trova il complesso dell'università. Da non perdere sono sicuramente anche le gite i battello organizzate regolarmente verso le località del Lago di Costanza. Le più gettonate sono le isole di Mainau e di Reichenau.

L'Isola di Mainau può essere raggiunta facilmente anche a piedi e viene apprezzata in particolare per il grande parco di fiori molto colorati (non per altro è anche chiamata isola dei fiori, dato che il parco è la sua attrazione principale). Il parco è di proprietà della famiglia Bernadotte e lo è sin dal 1853; al suo interno sono ospitate più di 200 specie di piante. Sull'isola è presente anche una fantastica serra di farfalle. Il parco circonda un castello e una chiesa barocca, costruiti dai cavalieri Teutonici nel XVIII secolo.

L'isola di Reichenau è ricca di luoghi suggestivi e visitarla in bicicletta è sicuramente preferibile La troviamo ugualmente ricca di giardini, dedicati in particolare alla cultura degli ortaggi e all'agricoltura biologica; è anche importante luogo di culto, sede di molte chiese, cappelle e monasteri costruiti fin dal Medioevo. Qui si svolgono ogni anno alcune feste religiose e processioni, come la festa di San Marco, il lunedì dopo la Santissima Trinità e l'Assunzione. La penisola Höri è un altro luogo ideale dove trascorrere giornate di relax, così come l'isola di Lindau, un altro vero e proprio gioiello che affascina i turisti per la bellezza e l'eleganza delle sue case e delle sue strade.

Se sei amante della bicicletta e del turismo ciclabile in genere, allora il Lago di Costanza diventerà di sicuro un percorso ideale per te, grazie alla bellezza del paesaggio e all'abbondanza di strutture appositamente pensate a chi ama pedalare. Gli Alemanni chiamavano questo grande specchio d'acqua il Mare Svevo per la sua superficie molto estesa. Le colline che si affacciano sulla riva nord sono ricoperte di vigneti, dai quali si produce il famoso vino Müller Thurgau. Anche la gastronomia locale è molto nota, soprattutto per il pesce fresco locale. Si possono quindi gustare coregoni, pesce persico, lucci, trote, lucioperche, salmerini e anguille, spesso conditi con verdure fresche proveniente dall'isola di Reichenau. In autunno e in inverno si possono invece ordinare gustosi piatti di selvaggina proveniente dai boschi circostanti.

Non mancano di certo a Costanza gli stabilimenti balneari. Uno dei più conosciuti è lo stabilimento di Rheinstrandbad, lungo il Reno. Vi sono anche altra attrazioni per il tempo libero e per il benessere, come la piscina coperta Schwaketenbad ricca di scivoli e trampolini o il nuovo bagno termale Bodensee-Therme, aperto nel 2007.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

Torna su

 

 

Ostelli Costanza   Ostelli Germania  Hotel Germania   Hotel Costanza

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Costance Karte von Konstanz Mapa Konstanz    Map of Konstanz  Mapa Costanza