Il Papiro di Siracusa

Advertisement

Il Papiro di Siracusa

Siracusa vanto un primato davvero curioso: è l'unico luogo al di fuori dalle sponde del Nilo in Egitto dove spontaneamente cresce rigoglioso il Papiro (Ciperus Papirus): lo si trova in gran quantità lungo le sponde del fiume Ciane e nella Fonte Aretusa, che scorre a pochi chilometri da Siracusa. Irrisolto argomento di discussione fra botanici e studiosi è l'origine della pianta: autoctona o importata dall'Egitto?

Advertisement

 

Papiro di SiracusaDal punto di vista storico sono attestati sono i contatti fra la corte di Gerone II Tiranno di Siracusa e quella di Tolomeo Filadelfo (Tolomeo II), Faraone d'Egitto: è plausibile quindi che il faraone abbia inviato in dono a Siracusa alcuni esemplari della pianta, simbolo del basso Egitto. La prima testimonianza scritta sulla presenza del papiro a Siracusa è tuttavia molto tarda e risale al 1674, quando il botanico palermitano Paolo Silvio Boccone lo descrisse nei suoi studi.

 

La specie botanica era tuttavia nota ai siracusani ben prima di questa data, e veniva chiamata Pappera, Pampera o Parrucca. I pescatori locali la utilizzavano abitualmente per intrecciare reti e corde, mentre i contadini ci legavano i covoni ( i fasci di spighe del grando). Anche le ampie chiome verdi erano utilizzate per realizzare ghirlande e ornamenti, o per ricoprire le strade e i pavimenti delle chiese in occasione delle processioni religiose, per ricoprire i pavimenti di strade e chiese.

 

La riscoperta dell'utilizzo del papiro siracusano come supporto per il disegno o la scrittura va ascritta all'archeologo catanese Saverio Landolina, celebre scopritore della Venere Anadoomene, detta appunto Venere Landolina, conservata presso il Museo Paolo Orsi fra il 1780 e il 1781, sulla scorta delle indicazioni contenute nei testi di Plinio, lo studioso riuscì infatti a fabbricare i primi fogli papiracei. Landolina per questo motiva divenne molto noto nel mondo letterario europeo, dando lustro alla città di Siracusa, tanto che tale attività è divenuta simbolo della città. Da quel momento fiorì a Siracusa una fervida produzione artigianale legata alla lavorazione del papiro, dando vita a una tradizione ancora oggi vivissima.

 

Il lavoro di Saverio Landolina venne prima continuato prima dalla famiglia Politi e poi da incisori, disegnatori e guide turistiche per più di tre generazioni. Agli inizi del nostro secolo la famiglia Naro fondò la cooperativa "La Concordia" per la produzione di carta da papiri, l'attività fu poi continuata dalle figlie Amelia e Lina Naro che ereditarono la formula segreta dal padre. Negli ultimi decenni sono nate varie imprese artigianali che si sono dedicate al papiro.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla
 

 

Torna su

 

 

Ostelli a Siracusa  Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie  Hotel a Siracusa

Carte Siracusa   Karte von Siracusa    Mapa Siracusa   Map of Siracusa

 Carte Sicile    Karte von Sizilien   Mapa Sicilia    Map of Sicily

Carte d'Italie   Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

 

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal