Cosa vedere a Pavia

Advertisement

Cosa vedere a Pavia

Un tempo, Pavia era adornata da ben 100 torri con caratteristici orologi, oggi quelle di Piazza Leonardo da Vinci sono le uniche che si possono ammirare. Uno dei monumenti più belli di Italia, situato a pochi kilometri dalla città, è la famosa Certosa, fondata nel 1396. Conosciuta come uno dei monumenti più importanti del Rinascimento, fu fondata da Gian Galeazzo Visconti di Milano come mausoleo funebre per la sua famiglia, e fu più tardi abitato dai monaci (I famosi 12 monaci della Certosa di Pavia).

Essa presenta una splendida architettura d'epoca, in stile gotico e Rinascimentale. Questo magnifico complesso di edifici e giardini, comprende il monastero, con la chiesa e i chiostri, dei frati certosini, è ancora utilizzato dai monaci ed è aperto quotidianamente alle visite.

La Cattedrale di Pavia, fondata nel 1488, è un altro monumento storico, che annovera tra i suoi archittetti Leonardo da Vinci e Bramante.

La Basilica di San Michele, in stile romanico, è il più famoso ed importante monumento religioso medievale della città, raccogliendone testimonianze del periodo in cui Pavia era la capitale del regno italico. Costruita originariamente nel periodo longobardo nel 1090, la costruzione attuale iniziò verso la fine del XI secolo e fu completata nel 1155.

La basilica ospitò nei secoli fastose cerimonie ed incoronazioni; tra queste l'incoronazione di Federico I Barbarossa, nel 1155. Le miniature presenti nella facciata sono di una bellezza ambigua, serpenti, pesci, draghi e altre bestie, presentano una compagine della lotta dell’essere umano tra il bene e il male.

La Chiesa di San Pietro in Ciel d'Oro le cui origini vanno all'inizio del VI secolo, e’ un altro importante luogo da visitare. Riccamente decorata con piastrelle di maiolica all’esterno, all'interno ospita la tomba del re longobardo Liutprando (m. 879), le cui ossa furono ritrovate nel 1896, le reliquie di Sant'Agostino, portate qui da Liutprando dalla Sardegna e conservate nella famosa Arca di Sant'Agostino, la cui mole marmorea è visibile sull'altar maggiore. L'Arca fu realizzata dai Maestri Campionesi nel 1362 ed è ornata da almeno 150 tra statue e bassorilievi. La chiesa è nominata anche da Dante Alighieri, che, nel X canto del Paradiso (nella Divina Commedia). Infine essa ospita anche il corpo di Severino Boezio.

Il grande e fortificato Castello Visconteo  fu costruito nel 1360 da Galeazzo II Visconti. Il parco del castello si estendeva originariamente per una decina di chilometri, fino alla Certosa di Pavia; oggi parte del territorio del parco è ancora presente, ma non più collegato al castello, e chiamato Parco della Vernavola. Esso originariamente ospitava degli appartamenti lusso che furono poi in parte distrutti dall’armata francese nel 1527. Oggi, il castello ospita il Museo Civico, dove si possono ammirare una galleria d'arte con interessanti dipinti veneziani, una collezione di gioielli della Roma antica, vasi, sculture e mosaici, inclusi la ricostruzione di importanti portali del XI e XII secolo.

Un altro emblema della città è la sua università di antiche origini. L'Università di Pavia fu fondata nel 1361 da Galeazzo II; tuttavia documenti storici testimoniano la presenza in loco di una scuola di legge fondata probabilmente da Lanfranco (m. 1089), anche se un centro di studi a Pavia era presente fin dall’anno 825. L'attuale edificio centrale dell'Università fu costruito sotto Ludovico il Moro nel 1490. Nella biblioteca sono conservate alcune ceneri di Cristoforo Colombo, che fu studente dell’università’, mentre un altro importante studente fu Alessandro Volta che fece in questa università i suoi primi esperimenti con l'elettricità. I due collegi storici, gestiti da religiosi, sono stati fondati con lo scopo di ospitare studenti poveri di mezzi e ricchi di intelletto; il Collegio Borromeo fu fondato da San Carlo Borromeo nel 1563 mentre il Collegio Ghislieri fu fondato da Papa Pio V nel 1569. Da non perdere il giardino botanico dell'Università, risalente al 1774.

L'ampia piazza centrale della città, Piazza della Vittoria, anticamente Piazza Grande, ha una forma stretta e lunga. Nei sotterranei della Piazza si estende un grande mercato, il Mercato sotterraneo, costruito nel 1958. Un mercato coperto all’aperto, si trova poco lontano, Mercato di Piazza Arnaboldi, del 1882, ospitato in un cortile aperto al pubblico e coperto da una cupola in ferro. Il Palazzo Comunale di Pavia, il Broletto, si trova a pochi minuti da Piazza della Vittoria.

 

Torna su

 



Ostelli Pavia   Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Pavia

Carte Pavie Karte von Pavia       Mapa Pavia Map of Pavia

Carte de la Lombardie     Karte von Lombardei    Mapa Lombardía   Map of Lombardy

Carte d'Italie      Karte von Italien      Mapa Italia      Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal