Spiagge e isole a Rovigno Rovinj

Adv.

Spiagge e isole a Rovigno Rovinj

 

 

Il litorale croato regala momenti di bellezza veramente unici. Sarà per quella sua natura così speciale e lussureggiante, per quella sua aria elegante e mai superba o per la gente che lo abita, umile ma di carattere. Le spiagge della Croazia sono conosciute per la spettacolare natura, quelle di Rovigno poi, sono note per intercalarsi nella costa frastagliata ed essere a tratti sabbiose e ad altri rocciose.

Ad accomunare Italia e Croazia è uno stesso tratto mare, l'Adriatico superiore, che fu testimone di grandi navigazioni: Romani, Ostrogoti, Bizantini, Veneziani e Ottomani. Popoli che hanno fatto la storia dell'Europa e che sembra quasi di rivedere all'orizzonte dell'azzurro mare. Le spiagge di Rovigno si caratterizzano in particolare per la natura circostante: alberi di pino, di cedro, lecci e eucalipti accompagnano la folta e profumata macchia mediterranea in una spontaneità che emerge ed entusiasma. La costa porta ancora le sembianze di una natura vergine, quasi incontaminata, e i folti boschi sono definiti 'meraviglia' di eccezionale qualità paesaggistica. Sono incluse in questa straordinaria bellezza le isole di Rovigno e il litorale che si estende da nord con il Canale di Leme (in croato Limska Kanal, unico fiordo naturale dell'Adriatico) a sud, all'area che arriva fino a Veštar, e alla Riserva naturale di Palud. Poco oltre il Parco Nazionale delle isole Brioni si prende l'attenzione che merita.

Il litorale di Rovigno offre al visitatore piacevoli momenti di relax e attività di immersioni, così come esperienze di vita sottomarina tra le più floride dell’Adriatico; pietre e rocce si alternano a piccole spiagge e baie sempre diverse tra loro, tipiche della regione croata dell'Istria e del Quarnaro.

Incastonata nella stretta penisola di Capo Sant'Eufemia, la cittadina di Rovignosi fa ammirare per le sue belle viuzze acciottolate, a tratti ripide e tortuose, e per le piazzette lastricate che riportano indietro a secoli di storia. I vecchi pescatori hanno sempre cara questa terra immersa nel mare e sembra di vederli ancora un po' disorientati al turismo di massa che sta prendendo piedi ormai da tanti anni. La loro ospitalità è però forte, così come abitua una città che porta non solo la firma di croati, italiani, serbi, albanesi e bosniaci, ma oggi anche di tanti altre persone provenienti da tutto il mondo.

Le spiagge a Rovigno sono sparse lungo una costa di circa 10 km. Quelle urbane sono situate ad est del centro storico e sono per lo più rocciose: troviamo la spiagge di Lanterna, Baluota, Guguliera (Grande e Piccola). Baia di Lone è una delle spiagge più belle della città, vicinissima al centro urbano e per questo preferita da residenti e visitatori, soprattutto da quando l'accesso è diventato più pratico grazie ad un sentiero pedonale. Molti degli hotel di Rovignogodono dello stesso splendido panorama, situato tra la spiaggia e il porticciolo turistico. Sabbia e basso fondale la rendono adatta alle famiglie con bambini e anziani. Nelle vicinanze è presente il Monvi, una vera e propria fabbrica del divertimento e noto in particolare per i ristoranti e locali notturni

Baia di Lone è una delle spiaggia di Punta Corrente (parco Nazionale di Zlatni Rt), uno dei promontori meridionali di Rovigno e parco boschivo protetto, nonché tra le zone più visitate della regione istriana. La zona è nota per il conte Georg Hütterott, appartenente ad una ricca famiglia di industriale triestini di origine tedesca; costui a fine Ottocento, rimasto attratto dalla regione, acquistò alcune delle isole meridionali di Rovigno e diversi possedimenti del litorale, avviando il folto rimboschimento di piante mediterranee ed esotiche, che oggi possiamo ammirare a due passi dalla riva.

La spiaggia di Kurent e Capo Montauro sono ugualmente spettacolari, ma di tipo roccioso (tranne una piccola spiaggetta di sabbia ghiaiosa). Alle spalle, un bosco di conifere assicura liete pause rinfrescanti dal sole estivo, mentre ad un lato è presente un servizio bar turistico. Agli amanti del trekking si consigliano gli itinerari lungo la costa, con particolari vedute panoramiche verso le isole di Rovigno. Sono anche presenti alcune minuscole calette preferite in particolare dagli amanti del naturismo.

Proseguendo verso sud si arriva nella splendida spiaggia di Skaraba, distante circa 3 km dal centro di Rovigno e raggiungibile sia in macchina che in bicicletta. Vista la posizione, risulta anch'essa situata nel Parco boschivo di Punta Corrente. Le spiagge rocciose di Baia Korosu e Capo Rusi, a poche centinaia di metri di distanza, si apprezzano anch'esse per le acque limpide e pulite. A circa 300 metri si possono trovare piccole spiaggette di ciottoli, come la spiaggia di Kuvi. In lontananza si apprezzano le isole di Mali Piruzi e di Veliki Piruzi, che anticipano di poco la bellezza dell'Isola Rossa (Sant'Andrea), di Maskin e di Sv Ivan. Diversi anche i bar e locali di ristorazione presenti.

Proseguendo nel litorale costiero a sud di Rovigno si incontrano le spiagge di Villas Rubin, una località turistica tra le più rinomate della regione. Questo tratto di costa è conosciuto per le attrazioni acquatiche e sportive, tra piscine e acquafan, campi da tennis e scuole di diving. Non mancano i ristoranti, i supermercati, un porticciolo e un campeggio. Il tutto immerso nella folta vegetazione croata. Seguono le spiagge di Baia Pulari e Punta Eva (Rt Mavar), che si estendono per circa 2 km verso sud. L'area è adatta a famiglie con bambini (anche per la presenza di strutture giochi), ma verso la parte meridionale della baia il litorale diventa man mano più pietroso. La baia di Vestre (Veštar), a 5 km a sud da Rovigno, è una località ugualmente molto bella ed è conosciuta per ospitare un frequentatissimo campeggio. Poco oltre si trovano le spiagge di Capo Babo, Cisterna, Baia Gustinja, Capo Gustinja, Baia Dagita, Palud e Baia S. Paolo. Abbiamo preferito in particolare la baia di Cisterna, situata a sua volta nella baia di Bacvice, perché la natura qui sembra quasi incontaminata.

Le spiagge a nord di Rovigno sono ugualmente da non perdere. Man mano che si sale troviamo la Baia di Valdibora, Capo Muca, la Baia di Leso e Capo Barabiga (con le isole Figarola e Figarolica all'orizzonte). Seguono le spiagge di baia Monsena e baia Kastelan, Punta Croce (Capo e baia Kritz) e quindi le spiagge di Soline e Valalta, l'ultimo tratto costiero e sabbioso prima del Canale di Leme.

 

 

Torna su

 Ostelli Croazia  Ostelli Rovigno


Carte de la Slovénie     Karte von Slowenien     Mapa Eslovenia  Map of Slovenia

Carte de Rovinj       Karte von Rovinj      Mapa Rovinj    Map of Rovinj

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal