STORIA DI KAUNAS

Ann.

Storia di Kaunas

 

Kaunas conserva una grande storia, una delle più importanti della regione baltica. La stessa che ancora oggi rivive nella memoria della sua popolazione, anche di coloro che non l'hanno mai vissuta. Kaunas è sempre stato un luogo con un grande senso di libertà, protetta dai suoi abitanti con determinazione.

Ann.

L'origine del suo nome porta con se più di una leggenda. La più antica è quella romana che racconta di Palemone dei suoi tre figli, i quali alla sua morte si spartirono le terre conquistate durante le campagne militari: di questi, Kunos, spostatosi nei pressi della foce del fiume Nevėžis, fondò la città di Kaunas, che prese il suo nome. In realtà quasi nessuno crede a questa leggenda, essendo i riferimenti storici non appropriati. Della stessa storia esiste addirittura una versione araba e in effetti alcune fonti scritte menzionano Kaunas già nel 1140, il che fa pensare che la città sia stata fondata anche prima di Vilnius. Lo storico Vygand Marburg, studioso dell'Ordine Teutonico, ebbe modo di riferire il nome di Kaunas (Kawen, Cawen) nelle sue cronache, nelle quali si racconta di alcune spie inviate a raccogliere informazioni sulle difese del Castello di Kaunas. La città veniva anche menzionata nelle cronache dei Crociati. Era il 1361 e l'hanno successivo i cavalieri teutoniciconquistarono la cittadina distruggendone il castello (poi ricostruito agli inizi del XV secolo).

Nel 1408, i Diritti di Magdeburgo vennero assegnati alla città di Kaunas. Da allora in poi, il centro urbano incominciò a crescere ad un ritmo sorprendente, insieme al volume degli scambi praticati con l'Europa occidentale, tanto che nel 1441 entrò a far parte della Lega Anseatica. Nel XVI secolo fu costruita la prima scuola, così come un ospedale pubblico e una farmacia. Poco dopo, Kaunas divenne una delle città più sviluppate del Granducato di Lituania.

I secoli XVII e XVIII furono particolarmente sfortunati. I frequenti attacchi dell'esercito russo, la peste e due grandi incendi ne devastarono corpo e anima. Dopo la partizione finale dello Stato polacco-lituanonel 1795, la città venne rilevata dall'Impero russoe divenne parte del Governatorato di Vilna. Napoleonenel 1812 passò attraverso Kaunas due volte, devastandola ulteriormente. Il rapporto con la Russia non fu mai felice, tanto che furono diverse le rivolte nei confronti di quello che veniva visto come il grande oppressore: particolari furono la Rivolta di Novembre(1830-1831) e la Rivolta di Gennaio(1863-1864).

Per sedarle le autorità russe presidiarono la città con varie fortificazioni militari, che ancora oggi sopravvivono. Un ulteriore sviluppo di Kaunas fu fermato dalla prima guerra mondiale. Già prima del 1919, diverse rappresentanze di governo erano sotto il controllo diretto della città, che oltretutto nello stesso periodo ospitava una grande comunità ebraica (il 35% della popolazione, dati al 1897).

Nel 1919, quando i bolscevichi russioccuparono Vilnius, il governo lituano si trasferì a Kaunas e ne fece sua sede principale; più tardi, quando la prima città della Lituania venne " sequestrata" dalla Polonia, Kaunas divenne la capitale temporanea del Paese. Vi rimase fino al 1939. >Durante gli anni di indipendenza, la città si estese, la popolazione aumentò e il settore economico e industriale, ma anche quello architettonico, divennero importante traino per tutta la nazione. I primi autobus cittadini iniziarono il servizio di trasporto pubblico e un sistema di approvvigionamento idrico divenne operativo. Intanto, all'orizzonte, la nuova infelice alba dell'occupazione sovietica andava prendendo forma.

Dopo la seconda guerra mondiale, lo status di capitale venne restituito a Vilnius. L'annessionedi Kaunas all'Unione Sovietica avvenne il 14 giugno 1941, un giorno fatidico: fu l'inizio di arresti di massa, esecuzioni e deportazioni di cittadini in Siberia e in altre parti della Russia. Per un breve periodo, con l'invasione tedesca, i cittadini furono in grado di rivendicare ancora una volta la loro indipendenza, ma come è noto la storia non fu dalla loro parte. Gli eventi si susseguirono con la cosiddetta Rivolta di giugno(birželio sukilimas), era il 22 giugno 1941e quando la Germania nazista iniziò ad attaccare il regime di Mosca, un segmento della popolazione si rivoltò contro il regime sovietico, dichiarando la rinnovata l'indipendenza con un governo provvisorio. I tedeschi non furono tuttavia della stessa idea e fondato il Reichskommissariat Ostland, qualche mese dopo, privarono i lituani di qualsiasi potere reale.

Gli ebrei di Kaunas furono trucidati senza alcuna pietà, prima dai russi che confiscarono tutte le loro proprietà forzando molti di loro all'esilio in Siberia, poi dai nazisti che stabilirono in città il noto Ghetto di Kaunas. La storia ricorda in particolare il triste evento del Kaunas Pogrom: il massacro degli ebrei di Kaunas,che ebbe luogo dal 25 giugno al 29 giugno 1941. Ebrei civili furono attaccati nel sobborgo di Slobodka(noto come Vilijampolė, lo stesso che ospitava il famoso centro di studi ebraici di Slobodka yeshiva). Si pensa siano state uccise quasi 4000 persone a Kaunas, più un altro migliaio nelle immediate vicinanze. Esistono ancora oggi molte controversie sul principale responsabile dei massacri: i lituani locali o i funzionari nazisti.

Dopo la seconda guerra mondiale le oppressioni continuarono sotto i sovietici e solo nel 1988, con il movimento per l'indipendenza Sąjūdis, molti dei valori dell'identità nazionale lituana trovarono la forza di ripresentarsi alla luce del sole (iniziando nel dare i nomi originali alle strade, alle piazze e ai musei). Nel 1991 >la nazione dichiarò la propria indipendenza all'Unione Sovietica.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

 

Torna su

 

 

Ostelli Kaunas  Ostelli Lituania

Carte de la Lituanie     Karte von Litauen     Mapa de Lituania  Map of Lithuania

Carte Kaunas    Karte von Kaunas   Mapa Kaunas    Map of Kaunas

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal