Studiare in Francia

Advertisement

Sei qui: Università Francesi > Studiare in Francia

 

Studiare in Francia

 

L'educazione superiore in Francia è costituita da tre principali istituzione: licei, università e 'grandes écoles'. Il sistema è insolito agli standard europei. Oltre alle centinaia di università ci sono infatti delle entità atipiche, le cosiddette 'grandes écoles', scuole molto selettive e con una formazione superiore, da 'élites'. La vita da studente in Francia è di rinomata tendenza, vivace e allo stesso tempo ricca di opportunità; pensatevi a studiare e vivere in posti come Parigi, Lione, Strasburgo, Grenoble... come organizzarsi?  

 
Advertisement

Innanzi tutto è bene avere una panoramica di  come è strutturato il sistema universitario francese e informarsi quindi sul costo della vita per studiare nelle più rinomate città e università francesi. Si consideri per esempio che le tasse scolastiche universitarie francesi per l'anno accademico 2012 si aggiravano intorno alle €181 euro (lauree) e €249 euro (master), oltre a piccoli supplementi extra. Borse di studio e sovvenzioni individuali sono sempre garantiti allo studente di ridotte disponibilità. Il costo per il vitto è basso, e sono oltretutto previste delle sovvenzioni con alcuni ristoranti. La domanda degli alloggi viene in parte compensata con la disponibilità di residence universitari. I trasporti sono ugualmente scontati.

La preparazione allo studio universitario in Francia ha inizio con i licei. Il liceo francese, come avviene anche in Italia, svolge una funzione preparatoria all'università o comunque ad uno studio ulteriore accademico. Ci sono delle classi specifiche a questo compito, chiamate per l'appunto le 'prépas' (e cioè classes préparatoires aux grandes écoles (CPGE), che consistono in classi di un biennio superiore, piuttosto selettivo e rigido, con l'obiettivo di preparare lo studente ad ulteriore studi, in genere per l'appunto nelle 'grandes écoles'. Il programma di studi consiste in genere in un 30 ore di lezione più un ulteriore carico settimanale di studio programmato e accompagnato alle lezioni. Le classi di preparazione 'prépas' sono specifiche, e si distinguono per esempio a seconda delle materie di studio intraprese: HEC o Épice (management, economia e commercio), TAUPE (per studi come matematica, fisica, chimica e biologia), e il cosiddetto hypokhâgne e khâgne (studi letterari). Tra i più rinomati licei preparatori di Parigi si segnala il HEC Paris (Jouy-en-Josas), per le materie economiche e commerciali. Accanto ai licei troviamo anche le BTS, istituti superiori di tipo tecnico, ai quali viene affidata una equivalente responsabilità di preparazione dello studente al mondo del lavoro, più che all'ulteriore studio accademico universitario.

Ci sono circa 82 università pubbliche in Francia, più cinque università cattoliche, più numerosi istituti privati di livello universitario. In genere le università vengono distinte in base alla città di appartenenza, che a loro volta possiedono altrettanti campus a seconda della sede e circoscrizione di appartenenza (l'Università di Parigi per esempio consiste di numeri da I al XIII). Ogni università ha un numero determinato di 'facoltà', in francese chiamate anche UFRs (Unités de Formation et de Recherche).

Advertisement

A seguito delle linee guida del cosiddetto Processo di Bologna (riforma internazionale degli studi dell'Unione Europea), le università francesi assegnano tre tipi di titoli: la Licence (diploma di 'laurea' triennale), Master (circa 2 anni) e Doctorate (circa 3 anni). Le votazioni finali vanno da 0 a 20 e dal 12 in poi è compresa una menzione (mention) con: 'assez bien' (12-13,99), 'bien' (14-15,99), 'trés bien' (dal 16 in poi).

Secondo una vecchia legge francese, le istituzioni universitarie private francesi non possono autodefinirsi 'università, benché comunque alcune di esse lo facciano (le università cattoliche francesi per esempio, che offrono la stessa gamma di corsi di laurea delle università statali). Per una lista delle Università francesi si veda l'apposita sezione accanto, ricordando che in Francia hanno sede anche alcune filiali di università straniere, come per esempio l'Università Americana di Parigi.

* Nella lista delle università francesi sono comprese anche le 'Grandes écoles', nonostante queste si debbano considerare delle entità separate alle prime. A differenza delle università in Francia, le Grandes Écoles sono molto più piccole in dimensioni e reclutano direttamente gli studenti con processi molto selettivi. Alcune di queste vennero fondate verso il XVIII e XIX secolo allo scopo di formare tecnici altamente qualificati; altre seguirono nel primo Novecento. Per entrare in un curriculum da Grandes Écoles, gli studenti tradizionalmente devono completare i primi due anni del programma di studi nelle classi preparatorie (le 'prépas, sopra accennate), con corsi molto intensivi. Al termine di queste classi preparatorie, per l'ingresso in Grandes Écoles, lo studente deve poter passare un concorso estremamente selettivo (les Concours). Il primo anno nelle Grandes Écoles corrisponde ad un anno di laurea di alto livello.

Le principali grandes écoles francesi sono le Ecoles d'ingénieurs e le Ecoles de commerce. Ci sono poi anche la Ecole Normale Supérieure (ENS), Ecole Nationale d'Administration (ENA), Institut d'Etudes Politiques (IEP) e Ecoles Nationales Vétérinaires (ENV). La qualifica rilasciata nelle scuole principali sono o Diplôme d'Ingenieur o Diplôme de Grande Ecole. Gli esami nazionali di ammissione (i concours), nelle grandes écoles si svolgono nei mesi di aprile e maggio di ogni anno. La più famosa grandes Ecole è il "Polytechnique", noto anche come "X", fondata nel 1794 come scuola di ingegneria pubblica. Si presenta sotto la responsabilità del Ministero della Difesa, e gli studenti per le cerimonie importanti indossano l'uniforme militare. Un'altra scuola rinomata è la Ecole Normale d'Administration, l'ENA, istituto francese per la formazione dei futuri funzionari pubblici di alto livello (hauts fonctionnaires), politici e manager.

Gli alloggi per studenti in Francia sono vari, sia per costi che per tipologia. Affittare una camera per studenti a Parigi ha sicuramente un suo costo, rispetto per esempio ad una città come Marsiglia, benché ugualmente rinomata e turistica. I Centres Régionaux des Oeuvres Universitaires et Scolaires (Centri Regionali Opere Universitarie e Scolastiche francesi), anche conosciuti semplicemente come CROUS, forniscono informazioni allo studente in cerca di alloggio oltre che a gestire direttamente alcune residenze universitarie. Lo studente si ritroverà in genere a cercare una sistemazioni tipo " chambres de bonne" (e cioè delle camere private, piccole, spesso situate ai piani alti degli edifici di ampi condomini). Alcuni contatti utili:

CROUS Centres Régionaux des Oeuvres Universitaires et Scolaires

AFI (Association des Foyers Internationaux)

CIDJ (Centres d’Information de Documentation Jeunesse)

CIUP (Cité Internationales Universitaire de Paris)

AFJE (Accueil Familial des Jeunes Etrangers)

FUAJ Fédération Unie des Auberges de Jeunesse

Vita da studente Erasmus in Francia (un'esperienza: Alessandra, Treviso - Parigi)

Mi è stata offerta l'opportunità di fare un programma Erasmus a Parigi (Life Long Learning), in un paese straniero. La mia passione per le lingue è stato un fattore trainante e mi ha guidato in una esperienza di viaggio e di vita. Studiare all'estero apre nuove opportunità e consente di sperimentare una vita più variegata, sia in termini di esperienza di studio che di relazioni umane. Le classi erano completamente diverse dalle nostre. Agli studenti stranieri che studiano in Francia è richiesta una certificazione della lingua francese (il DELF o il DALF), mentre alcuni corsi di specializzazione spesso richiedono la conoscenza dell'inglese. Ci sono un milione di modi per divertirsi. Erasmus è tutto un mondo di amicizie, divertimenti e sperimentare un nuovo modo di vivere. Può esserci un po di aura all'inizio, dopo tutto siamo in un paese straniero, dove a volte si visita per la prima volta dove non si conosce nessuno, né la lingua o la cultura. Ma l'esperienza è necessaria. Erasmus offre l'opportunità di incontrare persone di diverse culture, ceti sociali, nazionalità, e con caratteristiche differenti. Alcuni dei migliori amici sono quelli che ho incontrato a Parigi. Uno dei primi aneddoti che ricordo, è quello di quando il primo giorno in città ho letteralmente buttato a terra, in uno scontro quasi frontale, un uomo in bicicletta mentre uscivo da una boulangerie con una baguette in mano. Avevo una piccola stanza in Rue du Petit Pont, a due passi da Notre Dame, piccolissima (quasi a dire due metri per lato), con angolo cottura, bagno con box doccia, letto grande. Ero in centro, felice di iniziare la mia breve avventura parigina...

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

Torna su

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal