Per favore, disabilità il tuo adblock per visualizzare questa pagina
 

MARSIGLIA

MARSIGLIA : INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

Di Marsiglia Dumas amava dire che era "il punto di incontro di tutto il mondo", mentre la Francia di oggi la vota a sua capitale del sud, capoluogo della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra e del dipartimento delle Bouches-du-Rhône. Una città storicamente importante, per il suo porto, il primo nella nazione, e per la cultura che nei millenni si è formata. Mantiene un aspetto più che tradizionale, con i suoi cornicioni costieri, le strade strette e un'architettura antica. Ospita numerose baie, insenature rocciose, spiagge e una marea di ristoranti tipici, il tutto a disposizione del turista anche più ritardatario.

 

 

Marsiglia è sempre pronta ad offrire il meglio di se, culla di gente laboriosa, emigrata da terre lontane e capace di creare quella che oggi è la seconda città più grande di tutta la Francia, dopo Parigi. Nel 2013 la città è capitale europea della cultura. Con circa 900.000 di abitanti Marsiglia è anche una delle città più popolose e cosmopolite del Mediterraneo del nord. In effetti, la gente di Marsiglia ha diverse origini etniche, per lo più nordafricane ma anche italiane e spagnole, tutti emigrati dopo la seconda guerra mondiale. Essendo di passaggio tra l'Italia e la Spagna raccoglie ogni anno ondate di visitatori che ne apprezzano le sue bellezze naturali ed artistiche, dai forti di Saint-Jean e di Saint-Nicolas alle famose vedute del canale sul Vieux-Port, ai bellissimi Giardini del Faro. >Sebbene parte della regione della Provenza, è qui presente un'anima propria, forte e di grande dignità storica.

 

Fondata nel 600 a.C. da marinai greci di Focea, siamo qui di fronte alla città più antica della Francia e sicuramente anche la più complessa. Sebbene non si abbiano certezze sulle esatte circostanze della sua fondazione, la leggendanarra che essa sia nata grazie a due amanti: mentre esplorava nuovi possibili avamposti mercantili utili al commercio della sua popolazione, il greco Protis scoprì una baia protetta da due promontori rocciosi. Una volta all'interno fu invitato dalla locale tribù ligurea partecipare ad un banchetto. Qui conobbe Gyptis, figlia del capotribù, e se ne innamorò. Il matrimonio dei due segnò l'inizio dell'insediamento nella vicina collina, che si sviluppò con il nome di Massalia. Oltre ai greci, nel corso dei secoli, la città ha dato dimora anche ad italiani, russi, spagnoli, armeni e nordafricani. Fu durante il 1480 che la città divenne parte della Francia, ma era questo un periodo di grandi ribellioni. Il popolo di Marsiglia abbracciò la Rivoluzione Francesee nel 1792 inviò circa 500 volontari per difendere Parigi. Sono gli stessi a cui viene attribuita la nascita della marcia ispiratrice della Marsigliese, ora inno nazionale della Francia. Al tempo delle colonie francesi la città è stata una delle porte del Mediterraneo in Europa.

 

 

Anche se per molti aspetti, in passato, Marsiglia è stata definita forse un po' meno sicura di altre città francesi, in questi ultimi anni eleganza e fascino hanno compensato i vecchi stereotipi. Il Vieux Port, il porto vecchio, è particolarmente colorato e pittoresco, e si oppone di misura alla potenza del grande porto industriale nelle vicinanze. La città sta vivendo oggi una meritata rinascita anche economica, sarà forse anche per l'aumentata facilità con la quale la si raggiunge, anche con il treno superveloce TGVda Parigi. Dal 1970, la sua economia ha ruotato attorno a migliaia e migliaia di nord africani e sub-sahariani che si sono riversati in città, creando un vivace miscuglio di razze e religioni. Un quarto della popolazione attuale di Marsigliaè di origine nordafricana.

 

Marsiglia mostra le sua variegata cultura attraverso le sue gallerie d'arte, il cinema, il Museo Marittimo e il Museo storico, il Teatro d'opera. Una città viva per l'intrattenimento e la cultura. Il suo ruolo si espande fino a toccare le artie la letteratura con poeti e scrittori come il francese Edmond Rostand, Pierre Bertas, Victor Gelu e Andre Roussin tutti provenienti da questa città. Ma in genere i visitatori preferiscono assorbire lo spirito unico della città, lasciandosi alle spalle le attrazioni culturali e preferendo rilassarsi lungo le caffetterie della città, in particolare quelle lungo la strada principale, La Canebière. Allineata da alberghi, negozi e ristoranti, la strada si riempie di marinai di ogni nazione e da una vasta gamma di stranieri, soprattutto algerini, alcuni dei quali riprendono le tradizione delle proprie terre. La Canebière si snoda verso il pittoresco Vieux Port, dominato dal massiccio complesso fortificato. Il portosi arricchisce dei pescherecci e degli yacht ed è circondato dai celebri ristoranti di pesce.

 

Per scoprire il suo carattere più vero è però necessario lasciare il centro della città ed esplorare alcuni dei suoi 100 "quartieri". Ognuno di questi è un piccolo villaggio provenzale con una propria chiesa e un'area per il gioco delle bocce circondata dalle usuali piante da platano. Si possono anche salire 162 metri fino a visitare la chiesa del santo patrono dei marinai, la Notre Dame de la Garde; oppure si può ammirare la scogliera di L'Estaque, un piccolo e caratteristico porto della baia che ispirò Cézanne e che ancora oggi costituisce ritrovo preferito di molti artisti francesi; o ancora andare a Treille per rendere omaggio all'amato scrittore Marcel Pagnol. Immaginatevi tra colorati mercaticome quello di Noailles, dalle inconfondibili atmosfere africane, arrivando fino al Calanques(una zona naturale di scogliere a picco sul mare ) e alla zona di Panier(il più antico luogo della città), per ritornare poi al Vieux-Port (che inoltre propone accesso gratuito ad internetwireless in molti suoi bar e ristoranti) e la Corniche. Marsiglia ha sicuramente molto da offrire. Per l'area più trendy di Marsiglia consigliamo la visita al Course Julien e Place Jean Jaurès (la Plaine). Per le spiagge preferite la Pointe Rougee La Madrague.

 

La gastronomia marsigliese è inoltre una delle più grandi attrazioni in offerta. Si basa soprattutto su piatti a base di pesce fresco, tra cui il più famoso è sicuramente il bouillabaisse, la zuppa di pesce alla marsigliese preparata con una varietà di pesci mediterranei (scorfano, gallinella di mare, sampietro, grongo, pesce cappone e pesce ragno). Tra le bevande, il vino è quello delle vicine Cassis e Aix-en-Provence (bianco e rosé). L'area è anche conosciuta per la produzione del Pastis, un liquore contenente essenza di anice e che si usa bere allungato con acqua fresca e ghiaccio.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

Torna su

Ostelli Marsiglia   Ostelli Francia  Hotel Marsiglia

Carte Marseille     Karte von Marseille    Mapa Marseille    Map of Marseille

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France