Università di Glasgow

Advertisement

Sei qui: Università Britanniche >

Università di Glasgow

 

La città di Glasgow è un posto meraviglioso da esplorare, per provare qualcosa di nuovo, per sviluppare le proprie capacità e ottenere una formazione di livello mondiale. Gli studenti che già vivono a Glasgow già sanno che è una grande città, e chi vi si reca per studiare non rimarrà assolutamente deluso. Glasgow è una delle città più vivaci del Regno Unito e ha una delle più grandi popolazioni studentesche.

Advertisement

Il decidere di frequentare la sua Università non potrà che avere effetti positivi sulla vita presente e futura. D’altronde si tratta di una realtà che in 500 anni e più di attività ha avuto un percorso costellato di successi e di soddisfazioni tanto che può vantare ben 7 Premi Nobel.

Storia

L'Università di Glasgow è stata fondata nel 1451 ed è la quarta più antica università del mondo di lingua inglese. Una storia lunga, quindi, più di 5 secoli che ha condotto questa struttura d’eccellenza nel Terzo Millennio. Nel 1840 fu la prima università del Regno Unito a nominare un professore di Ingegneria, e nel 1957, la prima in Scozia ad avere un calcolatore elettronico. Chi sceglie di studiare qui sa che potrà camminare, idealmente parlando, sulle orme di alcuni innovatori più rinomati del mondo, dallo scienziato Lord Kelvin all’economista Adam Smith, al pioniere della televisione John Logie Baird. Lo stemma dell’Università, a sfondo blu, è semplicemente interessante e ricco di significati. Sintetizza la leggenda di San Kentigern o San Mung, con l'aggiunta del Libro di apprendimento e di una rappresentazione della Mace University. Il motto latino sul nastro " Via, Veritas, Vita" (Via, Verità, Vita"). Vi compare una " Mazza", il simbolo di dignità aziendale della Università, un una quercia d'argento (anche se in origine era un nocciolo) e una testa esagonale in oro e smalto; alla base c’è un salmone con anello in bocca. Fu realizzato nel 1465 in Francia.

L’Università oggi

Una Università con il " pedigree", che ha anche una venatura rosa: il 60 per cento degli iscritti sono donne. Una realtà, quella dell’Ateneo di Glasgow che spicca sul panorama del mondo accademico. Parlano i dati: nel 2012 si è classificato 54° nel mondo (World University Rankings); è il terzo nel Regno Unito per la soddisfazione degli studenti internazionali (tra le università partecipanti al International Student Barometer Estate 2012); accoglie studenti provenienti da 120 Paesi in tutto il mondo; ha più di 23.000 studenti universitari e post-laurea; è un importante datore di lavoro nella città di Glasgow, con più di 6.000 dipendenti, di cui 2.000 ricercatori attivi; un giro economico per la ricerca  che ammonta a ben 175 milioni di sterline; è membro del prestigioso gruppo Russell che annovera importanti università di ricerca del Regno Unito; è membro fondatore della " Universitas 21", un'associazione internazionale che si dedicate a definire standard internazionali per l'istruzione superiore; è membro dell’Irun (International Research Universities Network), una rete internazionale di università di ricerca ad ampio respiro.

Le materie di studioo

Il sistema universitario di Glasgow consente la collaborazione interdisciplinare, promuovendo un senso di appartenenza. Ci sono quattro College, ciascuno dei quali racchiude l'esperienza di ricerca e di insegnamento di un certo numero di scuole e istituti. Ogni College ha anche una scuola di specializzazione. Ecco l’offerta didattica:

College delle Arti - Facoltà di Lettere e Filosofia; Scuola di Studi critici; Scuola di Cultura e Arti Creative; Scuola di Lingue Moderne & Culture; Scuola di specializzazione e  l’Artslab, un istituto di ricerca interdisciplinare.

Collegio di Medicina,  Veterinaria e Scienze Naturali: Scuola di Scienze Naturali;  Scuola di Medicina; Facoltà di Medicina Veterinaria; scuola di specializzazione; Istituto di biodiversità, la salute degli animali e Medicina Comparativa; Istituto di Scienze del Cancro; Istituto di Scienze Cardiovascolari e medicina; Istituto di Salute e benessere; Istituto di infezione, immunità e infiammazione; Istituto di molecolare, cellulare e la biologia dei sistemi; Istituto di Neuroscienze e psicologia, che lavora in collaborazione con il College of Science & Engineering.

College di Scienza ed Ingegneria: Scuola di Chimica; Scuola di scienza informatica; Facoltà di Ingegneria; Scuola di Scienze Geografiche e terra; Scuola di Matematica e Statistica; Scuola di Fisica e Astronomia; Scuola di Psicologia; Istituto di Neuroscienze e psicologia, che lavora in collaborazione con il Medical College, Scienze Veterinarie.

Facoltà di Scienze Sociali - Business School; Scuola di Formazione; Scuola di Studi Interdisciplinari; Facoltà di Giurisprudenza; Scuola di Scienze Sociali e Politiche; Adam Smith Research Foundation: un istituto di ricerca interdisciplinare.

Campus

L’Università ha tre sedi principali:

Gilmorehill Campus: nel West End di Glasgow, a 3 miglia dal centro della città. Questo è dove si trova il grande edificio principale e vi si svolgono molti corsi così come vi sono strutture di ricerca;

Garscube Campus: è a 4 chilometri di distanza dal campus principale. Qui si trovano la Facoltà di Medicina Veterinaria e quattro Istituti di ricerca presso la Facoltà di Scienze mediche, veterinarie e la vita così come le strutture sportive all'aperto;

Dumfries Campus: è circondato da 85 ettari di parco e giardini, nel sud ovest della Scozia Scotland e sede di Scuola di Studi Interdisciplinari. Quest’ultima fa parte della University of College di Glasgow di Scienze Sociali. Studiare in Dumfries Campus offre agli studenti il ​​meglio.

Vita studentesca

Nelle ore in cui non si devono seguire le lezioni e si può chiudere il libro sarà difficile rimanere inattivi e tantomeno annoiarsi. L'Università offre molte opportunità di coinvolgimento. A farsi forza motrice soprattutto le due associazioni studentesche che fanno quasi a gara a chi organizza divertimenti spensierati cui è difficile dire di No: sono la Glasgow University Union, fondata nel 1885, e la Queen Margaret Union, fondata nel 1890. Sono anche una occasione per fare amicizie e per allargare quelle che magari già si sono fatte. Si potrà anche poi candidarsi e concorrere per diventare un membro del Consiglio degli studenti. Nulla osta che si provi da soli a creare un nuovo gruppo. Volendo, si può anche diventare un " Ambasciatore" ossia uno studente che accoglie ed assiste chi si reca nel campus in occasione di visite ed altro.

Non solo studio

Uscire dall’Università vuol dire immergersi immediatamente nella briosa atmosfera di Glasgow dove non mancano pub, locali da ballo aperti fino alle 3 di notte, e tantissimi negozi e luoghi dove ci si può comodamente sedere sorseggiando qualcosa accompagnati da musica dal vivo.

Ma se, invece, non si ha voglia di andare in giro, ci si può dedicare all’attività sportiva, cosa fattibile, per determinate discipline e tempo permettendo, anche tra una lezione e l’altra. Pagando una piccola quota annuale si avrà accesso ad un centro sportivo dove ci sono  46 club, oltre 60 corsi di ginnastica a settimana dalle boxfit allo yoga e poi ancora: una piscina riscaldata da 25 metri, sauna e vapore, condizionamento muscolare e suite cardiovascolari, campi da squash, campi in erba per calcio e rugby, cricket, campi da tennis, percorsi della salute e per lo jogging. Se si è un atleta promettente o già affermato questa è l’Università giusta in quanto si coltiva anche il talento agonistico! Agli assi dello sport viene assicurato il massimo supporto in modo da poter organizzare il loro tempo in maniera ottimale per poter sia studiare sia prepararsi agonisticamente; viene, inoltre, offerto l'accesso al dipartimento della medicina dello sport e ad una serie di servizi specializzati di sostegno con consulenza su questioni di prestazioni, stile di vita e la nutrizione. Previste anche borse di studio per i campioncini del golf.

Alloggio

Nessun problema di alloggio. Anche in questo l’Università di Glasgow primeggia. L’offerta è veramente ampia e vivere in residenze universitarie è un modo perfetto per immergersi in questa vita, specialmente per chi arriva da un altro Paese e ancora non conosce praticamente nessuno. Ci sono circa 3.500 posti residenziali disponibili per i suoi studenti, dei quali circa un quarto di riservati per gli studenti post-laurea. Per avere la certezza del proprio alloggio si deve fare richiesta entro il 22 di agosto. La gamma di sistemazioni è ampia e variegata, da appartamenti con angolo cottura a locali più tradizionali. Tutte le residenze sono dotate di accesso a internet. Vi è anche un servizio minibus per il campus. Se proprio si volesse avere un alloggio privato, si può fare una ricerca nell’apposito database dell’Ateneo; in proposito, è possibile anche essere ospitati (previo sempre il versamento di una relativa quota) presso le famiglie.

Personaggi illustri

Elencare tutti i nomi famosi che sono usciti da questa Università sarebbe troppo lungo. Ci si limita a ricordare i 7 premi Nobel:

Sir William Ramsay

Frederick Soddy (insegnò all'università nei primi anni 1920), Nobel per la Chimica 1921 per il suo lavoro sull'origine e la natura degli isotopi.

Laurea John Boyd Orr (laureato) Nobel per la Pace 1949 per il suo lavoro con le Nazioni Unite (fece una campagna per una dieta adeguata per le persone, a partire dalla prima guerra mondiale);

Sir Alexander Robertus Todd (laureato), Nobel per la Chimica 1957. La sua ricerca condusse direttamente alla comprensione degli acidi nucleici;

Sir Derek Barton (Regius Professor di Chimica nel 1950), Nobel per la Chimica 1969 per il suo lavoro di analisi conformazionale;

Sir James Black (lavorò presso la Scuola di Veterinaria dell'Università nel 1950), Nobel per la Chimica nel 1988 per le scoperte di principi importanti per trattamenti farmacologici;

Robert Edwards (ricercatore presso il Dipartimento di Biochimica presso l'Università nel 1960), Nobel per la Medicina nel 2010. Un pioniere nel campo della fecondazione, ha co-fondato la prima clinica IVF del mondo nel 1980.

Curiosità

Qui da qui sono uscite, nel 1894, le prime laureate della Scozia. Qui, nel 1958, per la prima volta al mondo sono state immortalate le immagini ad ultrasuoni di un feto grazie al Professor Ian Donald..

University of Glasgow

Glasgow, G12 8QQ, Scotland

Tel. +44 (0) 141 330 2000   

Sito Università: www.gla.ac.uk

Dove si trova?

 

Torna su

 

 

Ostelli Manchesterr   Ostelli Inghilterra   Hotel Manchester

Carte de ManchesterKarte von Manchester    Mapa Manchester     Map of Manchester

Carte de la Grande Bretagne    Karte von Großbritannien    Mapa Gran Bretaña    Map of Britain

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal