website
statistics

VARAZDIN

VARAZDIN: INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

Varaždin è uno dei centri storici barocchi meglio conservati della Croazia ed è un luogo molto suggestivo e romantico dove passare un po' di tempo disseminato di palazzi color pastello e magnifiche chiese. Dista circa 100 km a nord dalla capitale Zagabria. Non è un luogo grande, ma, come la città di Samobor, dimostra che la Croazia è un paese molto più vario di quanto la maggior parte della gente si renda conto.

All'incrocio di diverse strade romane, la città di Garestine (l'attuale Varazdin) divenne centro amministrativo locale nel 1181 sotto il re Bela III. In seguito divenne nel 1209 divenne libero comune reale, la prima ad ottenere questo status in Croazia, con il proprio sigillo e il proprio stemma.

Nel 1242 i tartari la distrussero ma rimase pacifica fino al XVI secolo, il tempo delle invasioni ottomane. Sfuggì alla distruzione perché i turchi stavano andando a Vienna e durante l'assedio, incidentalmente avrebbero introdotto il caffè nei domini asburgici e poi in Europa.

Castello di VarazdinQuando la Croazia era sotto la minaccia dei Turchi, Varazdin era la roccaforte più potente della frontiera della Slavonia e la residenza preferita dei generali. Con l'allontanarsi della minaccia, il borgo prosperò come centro culturale, politico e commerciale della Croazia. Proclamata capitale della Croazia nel 1756, la città subì un devastante incendio il 26 aprile 1776 che la distrusse completamente in tre giorni. Il Parlamento e il governo si trasferirono da quel momento a Zagabria. Varaždin non riacquisterà mai più il suo antico splendore, ma il suo patrimonio barocco continua ad attirare ancora oggi migliaia di visitatori. Nel 2014 il New York Times l'ha inclusa nella lista delle città da visitare durante l'anno, cosa che la resa di nuovo celebre negli itinerari turistici.

Castello di VarazdinDopo avere attraversato una campagna verdeggiante, vicino ai confini a nord con Ungheria e Slovenia, ma non distanti anche dall'Austria, improvvisamente appare questa cittadina che forse per la vicinanza proprio con l'Austria ha molto in comune con i suoi vicini. Nelle sue strade rimangono edifici barocchi e rococò che danno alla città una certa aria aristocratica. Anche le chiese sono protagoniste in tutta l'area urbana insieme alle strade acciottolate che mantengono l'influenza del Medioevo.

Il centro storico di Varazdin, composto da edifici barocchi decorati con stucchi pastello è davvero suggestivo. Trg Kralja Tomislava è la piazza centrale dominata dall'edificio del municipio con una torre che la rende simile a una chiesa. Le vecchie strade si irradiano dalla piazza in un'ampia zona pedonale di attraenti edifici del XVIII secolo. Davanti all'edificio del municipio si svolge ogni sabato dalle 10.00 a mezzogiorno una cerimonia di cambio della guardia. Il Palazzo del Municipio è uno dei più antichi d'Europa e si trova affiancato a edifici altrettanto importanti come la Chiesa di San Nicola, la Chiesa di Santa Ursula e il Monastero dei Cappuccini.  Sull'angolo si trova la cattedrale, un tempo chiesa gesuita costruita nel 1646. La facciata è caratterizzata da un portale in stile primo barocco con lo stemma della nobile famiglia Draskovic. All'interno, molto imponente l'altare del XVIII secolo con la pala dell'Assunzione della Vergine Maria. Notevoli gli stalli del coro e i dipinti del XVIII secolo nel santuario.

Tornando indietro lungo la Pavlinska Ulica e sul angolo della piazza FranjevaCki trg si trova il Palazzo Patacic, un palazzo rococò squisitamente restaurato del 1764. Il portale in pietra è particolarmente ben scolpito. Dall'altra parte della strada si trova la Chiesa francescana di San Giovanni Battista, che ospita un'antica farmacia ornata da una serie di affreschi del XVIII secolo raffiguranti i continenti e gli elementi naturali. Accanto alla chiesa c'è una copia della statua del vescovo Gregorio di Nona (Grgur Ninski) che Ivan Mestrovic creò per "Spalato". Toccare l'alluce delle statue dovrebbe portare fortuna.

La maggior parte degli edifici ha mantenuto l'aspetto originario del XVII e XVIII secolo, per tutto questo Varazdin è anche conosciuta come la Piccola Vienna Croata. Per comodità, la maggior parte degli edifici ha delle targhette didascaliche con spiegazioni architettoniche e storiche in inglese.

L'icona della città è il Castello di Varazdin, oggi trasformato in museo. Il castello, è un impressionante promemoria del giorni in cui Varazdin era una città di confine che difendeva la Croazia settentrionale dall'invasione turca. Questa fortificazione rinascimentale fu iniziata nel XIV secolo dall'ingegnere di origine comasche Domenico dell'Allio (che aveva già lavorato alle fortificazioni a difesa dalle invasioni turche a Vienna, Klagenfurt, Fürstenfeld, Feldbach, Radkersburg, Maribor, Pettau, Kopreinitz, Kreutz e Rann) e dopo essere stata abitata dai Conti di Erdody passò nelle mani della città nel 1925 che la restaurò e lo trasformò nel museo della città che espone diverse testimonianze sulla storia di Varadzin nei secoli.

Dall'altra parte del ponte ponte levatoio del castello possiamo apprezzare il Barocco Palazzo Sermage che ha una galleria di Artisti contemporanei e Classici. Da vedere nella zona anche l'interessante Museo di Entomologia con il "Mondo degli insetti" con una grande collezione di farfalle e modelli e didascalie interessanti sulla "vita segreta del insetti". Ospitato nel barocco palazzo di Herczer, la collezione comprende quasi 4500 reperti sul mondo degli insetti, tra cui 1000 diverse specie. Gli esempi di nidi di insetti, habitat e abitudini riproduttive sono informativi ed esposti in modo interessante. La collezione è stata raccolta e montata da un entomologo locale, Franjo Koscec, che ha anche creato gli strumenti per montare le piccole creature.

Camminando verso sud sulla Draskovica Ulica sulla sinistra si incontra la medievale Chiesa di San Nicola, con la sua torre medioevale. Il Teatro Nazionale Croato, un po' più a sud, fu costruito nel 1873 in stile neo-rinascimentale su progetto dell'architetto viennese Hermann Helmer. Nelle vicinanze si trova il Palazzo Patacic-Puttar, un suggestivo mix di stili barocco e classico, con un portale in pietra riccamente decorato con lo stemma della famiglia Patacic.

Cortili di Varazdin

Le città antiche come Varazdin hanno molti segreti ben nascosti, e uno dei segreti meglio custoditi di Varazdin è la pletora di antichi e affascinanti cortili romantici. Questi spazi urbani, nascosti dietro spessi cancelli, contengono tutto un nuovo mondo pieno di vita urbana in cui il passato si mescola al ritmo della vita quotidiana. I cortili di Varazdin aprono le loro porte ai visitatori affinché possano sperimentare qualcosa di nuovo, essere ispirati in modo creativo e tornare a casa con bei ricordi.

Architettura verde

Anche il cimitero della città merita una visita, ed è considerato uno dei più belli d'Europa. Trasformato in un parco dalle atmosfere gotiche nel 1906 dal Hermann Haller, possiede una bellissima siepe di di bosso e cedri decorati in varie forme, uniche nel loro genere. Il Cimitero è un importante punto di riferimento iconico e uno dei tanti gioielli verdi dell'architettura paesaggistica che circondano il centro storico.

I parchi di Varazdin si sono ispirati all'architettura paesaggistica viennese e dalla fine del XIX secolo questa tradizione storica di progettazione e manutenzione dei polmoni verdi di Varazdin è stata mantenuta e coltivata. Per questo motivo, Varazdin è chiamata anche la città dei fiori, oltre ad essere conosciuta come la città della musica.
 

La città oggi

Oggi la città è un centro industriale specializzato in tessuti, calzature, mobili e prodotti agricoli, ma il turismo sta diventando sempre più importante. La città ha una base militare che apparteneva all'ex esercito jugoslavo, ma la città è rimasta indenne dalla guerra e rimane relativamente prospera. L'alloggio è meno costoso che a Zagabria e offre un miglior rapporto qualità-prezzo. Potreste trascorrere qui una notte durante il vostro viaggio da o verso la capitale, oppure usarla come base per esplorare la regione di Zagorje.  Da qui, molti sono incoraggiati a visitare l'imponente Castello di Trakoscan, molto vicino a Varazdin.

Varazdin è famosa per il suo festival di musica barocca, Varazdin Baroque Evenings, che si svolge ogni settembre per tre o quattro settimane. Le orchestre locali e internazionali suonano musica barocca nelle chiese e nei teatri intorno alla città. Nei mesi di luglio e agosto si svolge anche il Festival culturale estivo di musica, danza e teatro, che si tiene spesso nelle piazze e nei parchi della città.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Dove si trova?

 

 

Torna su

 

Ostelli Croazia  Ostelli Varazdin

Carte de la Croatie     Karte von Kroatien   Mapa Croacia   Map of Croatia

Carte de Varazdin       Karte von Varazdin      Mapa Varazdin    Map of Varazdin

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal