Per favore, disabilità il tuo adblock per visualizzare questa pagina

MARIBOR

VISITARE MARIBOR : INFORMAZIONI  PICCOLA GUIDA

La città di Maribor è la seconda più grande città della Slovenia, capitale dell'antica regione della Stiria-Slovena (Štajerska), al confine con l'Austria e situata nella fertile natura della valle del fiume Drava. Una località piccola (circa 100.000 abitanti), intima e piacevole, capace di attirare tantissime persone, studenti, turisti e professionisti attenti alle nuove tendenze degli investimenti commerciali. Capitale Europa della Cultura 2012, si è fatta conoscere dal punto di vista dell'offerta culturale, ma anche per l'attenzione che dimostra nel sociale e nello sviluppo sostenibile.

 

MariborUna località piccola (circa 100.000 abitanti), intima e piacevole, capace di attirare tantissime persone, studenti, turisti e professionisti attenti alle nuove tendenze degli investimenti commerciali. Capitale Europa della Cultura 2012, si è fatta conoscere dal punto di vista dell'offerta culturale, ma anche per l'attenzione che dimostra nel sociale e nello sviluppo sostenibile. Gli sloveni dicono che è il clima gradevole di questa piccola città universitaria che stimola la crescita culturale e porta i suoi abitanti a passare molte ore, in tutto relax, lungo la riva del fiume e nel centro storico. Sarà per questo che ci sono così tante caffetterie, locali e ristoranti, in grado do offrire un'atmosfera ancora oggi romantica e bohemien? Certo che qui la qualità della vita è molto alta... andiamo  a scoprirlo.

A caratterizzare Maribor è innanzi lo scenario naturale in cui è immersa. Questa località con le sue colline alle pendici dei monti Pohorje ha raggiunto nel tempo uno sviluppo turistico degno delle località europee più famose, stimolato in particolare dalla presenza di centri termali, di tante attività per praticare lo sport all'aria aperta e, in alta quota, di stazioni sciistiche per gli sport invernali. Oltre a questo importante è il settore enologico con una ricca offerta di ottimi vini e itinerari collegati al vino e alle vigne locali. I vigneti di Maribor e della Stiria sono difatti una delle principali attrazioni turistiche della città, con le note vigne delle colline Slovenske gorice a sud-est della città. Chi vuole veramente conoscere le tradizioni di quisti luoghi deve visitare Ptuj e la sua cantina vinicola. Gli appassionati potranno percorrere  la strada del vino da Graz a Maribor. La strada del vino locale che giunge a Maribor, sul lato destro del fiume Drava, è la più antica strada del genere al mondo, disegnata oltre 400 anni fa e resa famosa dall'Arciduca d'Austria nel 1800.

Per gli amanti della natura ci sono da visitare anche le foreste di Pohorje (il massiccio possente, che si erge come una sentinella alle spalle di Maribor, ricoperto di fitte foreste verdi in estate e con piste da sci e da snowboard perfette in inverno, adatte a tutti i livelli), la valle del fiume Drava e le gole del Kozjak e del Kobansko. Il piacevole clima con inverni freddi, estati calde e temperate mezze stagioni, la storia cittadina e la felice posizione geografica hanno determinato lo sviluppo della città nel corso del tempo.

Il centro storico si ammira per l'elegante architettura, lascito dei lunghi secoli d'epoca asburgica. Maribor conserva infatti ancora l'aria di cittadina colta e ricca, un po' austriaca e un po' ungherese, con le belle torri, i castelli, le chiese medievali, le piazze tardo-rinascimentali, i musei di arte antica e le nuove gallerie trendy di arte moderna.

La storia di Maribor è molto antica, la città venne infatti citata in alcuni documenti storici già nel XII secolo. Come si è potuto stabilire da diversi scavi archeologici, il territorio di Maribor era già stato abitato sin dal 2400 a.C. durantel'età del rame; successivamente, venne colonizzato dagli illiri e, alcuni secoli dopo, dai celti. Gli antichi Romani lasciarono la zona in gran parte incontaminata e il primo nucleo dell'attuale città non si sviluppò che agli albori del Medioevo. Nonostante sia stato uno dei pochi territori della regione ad aver subito l'avanzata dei turchi ottomani, le influenze arabe non sono mai riuscite ad infiltrarsi nella forte cultura e tradizione stiriana. Del periodo medievale rimangono pochi monumenti, in molti casi le antiche fondamenta furono infatti assoggettate a nuove costruzioni e rinnovamenti, tanto che l'originale apparenza si perse nei secoli. Allo stesso tempo, è comunque conservata l'impronta urbana della Maribor originaria formatasi dal castello di Marchburch e dalla piazza di Glavni Trg, ampliatasi poi con la Koroska cesta, la strada per la Carinzia.

Guardando la mappa della Slovenia mentre si raggiunge la città, distante circa 120 km da Lubiana e soli 63 km da Graz, ci si rende conto d'essere a metà strada tra Venezia, Monaco di Baviera e Praga, antiche città mercantili, situate al centro delle vie commerciali più trafficate del Medioevo. In effetti, la sua posizione strategica è evidente, all'incrocio tra l'Europa centro-occidentale, la pianura pannonica ed il sud-est del continente.

Il centro storico di Maribor, si trova come a cavallo tra le due rive del fiume Drava. La zona più antica è situata sulla riva sinistra del fiume, sovrastata nel suo orizzonte settentrionale dalle colline di vigneti. A sud-ovest lo sguardo è lasciato libero di vagare verso i pendii del monte Pohorje. l più antico tesoro architettonico di Maribor è la Cattedrale di S. Giovanni Battista, nel verde di Piazza Slomškov trg, probabilmente costruita prima del 1248. Nei secoli è stata più volta rimaneggiata in diversi stili architettonici e nell'insieme è riuscita a mantenere un'armonia generale. All'interno da ammirare gli stalli barocchi del coro, stupendi. Di notevole pregio sono anche l’altare della Santa Croce della seconda metà del XVIII secolo, l’altare di San Floriano e il pulpito in legno del 1600.

Ma di antico a Maribor c'è molto di più, tanto da vantare anche un  record: fermatevi alla Casa della Vecchia Vigna (Hiša Stare trte), nello storico quartiere di Lent (lungo il fiume). Oltre ad un interessante museo ed una sala di degustazione dei vini della regione di  Štajerska, avrete anche modo di ammirare quella che ufficialmente (Guiness dei Primati) viene considerata la vite più antica del mondo, capace ancora oggi (dopo oltre quattro secoli) di produrre saporiti grappoli. I 35-50 kg d'uva raccolti in modo simbolico ogni anno, vengono imbottigliati in particolari bottiglie di vetro disegnate dall'artista sloveno Oskar Kogoj e vanno a formare un prezioso dono cittadino ufficiale. Le caffetterie e le gelaterie del centro storico le troviamo a  pochi passi l'una dall'altra, si affiancano ad un paio di grandi parchi che apprezziamo per la possibilità di passeggiare senza una meta precisa. Qua e là si scorgono diversi edifici antichi (a nord-ovest della città vecchia) e vicoli acciottolati, tranquilli e silenziosi (quando non vengono presi d'assalto dagli universitari durante la pausa dai libri).

La visita al quartiere più antico di Maribor, il Lent, offre la visione di un insieme di importanti edifici, che d'estate per oltre una settimana, alla fine di giugno, trasforma Maribor in un mondo speciale. Lent è difatti anche il più grande festival sloveno e uno dei più grandi festival estivi europei, con musica di tutti i generi, teatro, ballo e sport. Nel Lent si trovano le torri difensive di Vodni Stolp e Sodni Stolp, il quartiere ebraico di Maribor con la Sinagoga, la piazza ebraica di Židovski trg e la torre ebraica di Židovski Stolp. Maribor in effetti è stata un'importante città per la comunità ebraica sin dal XII secolo. Il ghetto ebraico di Maribor era situato nella parte sud-orientale dell'attuale piano urbano ed era composto, al suo culmine, da numerose strade e piazze pubbliche del centro storico; vantava un tempio di culto (la sinagoga di Maribor è una delle più antiche in Europa), un cimitero ebraico ed anche una scuola talmudica per lo studio dei testi sacri dell'Ebraismo. A Maribor, gli ebrei erano banchieri di successo, viticoltori e mugnai. Dalla metà del XV secolo, una generale crisi economica e la crescente concorrenza che ne seguì portarono alla promulgazione di un decreto da parte dell'imperatore Massimiliano I, con il quale gli ebrei furono costretti a lasciare il Paese. Le restrizioni economiche e commerciali sulle attività degli ebrei nella Slovenia austriaca (l'antica Notranja Avstrija, Austria Interna) rimasero in vigore fino al 1867, anno in cui agli stessi furono concessi i diritti civili e politici.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 


Ostelli Maribor  Ostelli Lubiana      Hotel a Maribor  Ostelli Slovenia

Carte de la Slovénie     Karte von Slowenien     Mapa Eslovenia  Map of Slovenia

Carte de Maribor     Karte von Maribor    Mapa Maribor    Map of Maribor