Cosa vedere a Cremona

Cosa vedere a Cremona

La piazza principale di Cremona è probabilmente per molti turisti il punto di partenza per visitare la città. Le sue origini, IV e il V secolo, ne fanno una delle piazze medievali più antiche e belle d'Italia. La si ammira incorniciata com'è dalla Loggia della Milizia, dal Torazzo (il campanile più alto d’Italia, costruito intorno al XIII secolo), dal Duomo (che si è guadagnato l'appellativo di "Cappella Sistina della Pianura Padana") e, non ultimi, gli antichi quartieri generali.

I luoghi da visitare in città sono diversi e sono tutti intrisi di melodia, luoghi dove la musica prende forma per raccontare il passato e il presente di una città, così come accade in particolare per la liuteria cremonese, inserita nel Patrimonio immateriale dell'UNESCO nel 2012, o come avviene nel Palazzo del Comune, che troviamo opposto al Duomo, e che custodisce ancora oggi una famosa collezione di violini unica al mondo. Il mistico suono degli accordi che risuona nell'aria proviene da qui, passaggio necessario per preservare le caratteristiche intrinseche di questo straordinario strumento. Lo ricordiamo, sono cinque i violini più rinomati dell’arte cremonese: il Carlo IX di Francia di Andrea Amati (1566), lo Stauffer di Antonio e Gerolamo Amati (1615), l'Hammerle  di Nicolò Amati (1658), il Quarestani di Giuseppe Guarneri(1689), il Cremonese di Antonio Stradivari (1715).

Viene voglia di non perdere tempo ed iniziare subito la visita di Cremona (buona lettura):

Duomo di Cremona (Cattedrale di santa Maria Assunta)

Il Duomo di Cremona è il principale luogo di culto della città e una delle strutture religiose più antiche d'Italia. Venne edificato nel XII secolo (nel 1107) in stile romanico, durante un periodo di benessere economico della città, per poi essere terminato tra il 1160-1170. Più di un completamento si trattò in effetti di una ricostruzione della struttura, resasi necessaria a seguito dei danni subiti nel 1117 durante il terremoto che sconvolse parte del nord Italia e il cui epicentro gli studiosi han fatto risalire uno a Verona (il 3 gennaio 1117, di magnitudo verosimilmente pari a 6,9) e ad un secondo proprio nel territorio cremonese. Alla struttura principale si affianca il suo campanile, il Torrazzo, nato come torre civica all'inizio del Trecento, poi diventato parte del complesso del Duomo, insieme al Battistero. L'architettura  è sublime, della facciata principale, in marmo bianco di Carrara e rosso di Verona, caratterizzata dal grande rosone di Giacomo Porrata da Come (XIII secolo), alle numerose guglie d'ispirazione nordica, di cui si pregia (in totale dieci). L'arte si affianca maestosa alla maestria architettonica, dal ciclo pittorico dell'Antico testamento sulle volte dei transetti (1430) ai tesori dell'interno (a tre navate): la Grande croce d'argento (1478); il delicato intaglio e intarsio del coro ligneo opera di Giovanni Maria Platina (1484);  l'Arca dei martiri persiani e l'Arca di S. Arealdo sculture di Giovanni Antonio Amadeo e Giovanni Antonio Piatti (1482); Decorazione pittorica rinascimentale negli affreschi di Boccaccio Boccaccino, pittore cremonese, a cui il Duomo deve l'appellativo di "Cappella Sistina della Pianura Padana"; la Crocifissione del Duomo di Cremona del Pordenone (1520-1521) affiancato dalla Deposizione (dello stesso autore) e dalla Resurrezione di Bernardino Gatti. Molti altri i tesori presenti, tra cui una splendida scultura scolpita e nota come l'Arca dei santi Marcellino e Pietro di Benedetto Briosco (1506) .

 

Torrazzo di Cremona

Il Torrazzo è il campanile della Cattedrale di Cremona ed è alto 112,7 metri. Risulta oggi il terzo campanile in mattoni più alto del mondo (250 braccia e 2 once, come recita una targa alla base della sua parete, dall'antico sistema di misurazione delle città lombarde e che si traduce in circa 112 metri.). Segue i campanili della chiesa di San Martino a Landshut (Baviera, Germania) e quello della chiesa di Nostra Signora di Bruges, in Belgio, ma di questi è più antico essendo stato costruito prima, nel 1309, mentre gli altri due sono rispettivamente del 1500 del 1465. Fu costruito in quattro fasi, ad iniziare dal 1230 e fino al completamento della guglia di marmo nel 1309. In effetti l'intera struttura quale oggi si ammira è frutto della sovrapposizione di due strutture diverse: una prima torre romanica con merlatura guelfa (del XIII secolo) e una seconda di due tamburi ottagonali alla sommità della torre (del primo XIV secolo). Al suo interno sono presenti sette campane del XVIII secolo, ognuna dedicata ad un santo, incluso il santo patrono. Si pregia inoltre di un orologio astronomico, il più grande al mondo nel suo genere, del 1583, posizionato in sostituzione di uno più antico (la versione attuale è del 1970).  Dalla sommità del campanile si gode di una bella vista panoramica sulla città, il fiume Po e il territorio circostante.

Battistero di Cremona

Edificio romanico a pianta ottagonale (in riferimento all'ottavo giorno della resurrezione), si distingue nella grande piazza dal Duomo e dal campanile Torrazzo per le pareti mezzo spoglie, tra marmo e mattoni rossi, e lo stile che unisce elementi romanici e gotico-lombardi. Venne costruito nel 1167 e più volte rimaneggiato nel '500. Lo si ammira internamente per la grande fonte battesimale di Lorenzo Trotti (1531) sormontata da una statua lignea dorata rappresentante il Cristo risorto (la fonte in effetti è meglio definita come una grande cisterna, nella quale veniva benedetta l’acqua che poi andava distribuita alle varie parrocchie) Sono inoltre apprezzabili alcune opere d'arte: un crocifisso ligneo del XIV secolo sopra l'altare di San Giovanni, l'Altare della Madonna Addolorata e l'Altare di San Biagio, due statue lignee di santi opera di Giovanni Bertesi e raffiguranti San Filippo Neri e San Giovanni Battista, una statua dell'Arcangelo Gabriele del XII secolo presso la volta.

Piazza del Duomo o Piazza del Comune

Così chiamata, piazza del Duomo o piazza del Comune, per ospitare sia la Cattedrale di Cremona che il Comune, edifici storici e secolari. La piazza ha infatti origini medievali, circondata da edifici dalle caratteristiche architettoniche e storiche di grande importanza: troviamo il Duomo, il campanile Torrazzo, il Battistero, la Loggia e per l'appunto il palazzo comunale. A questi si affianca il salotto bello della città, eleganti bar e ristoranti, pieni di turisti o di residenti in cerca di momenti di puro relax. Ancora più in là, ha inizio il resto della città, tra viuzze strette e palazzi signorili, vie dello shopping e quotidiana vita di città.

Loggia dei Militi

La Loggia dei Militi è uno dei più antichi edifici storici di Cremona, edificata nel 1292 (come recita una iscrizione posta nella lapide con al centro il Gonfalone del comune, affiancato da quattro leoni simboli delle porte cittadine). La troviamo con tutta la sua caratteristica architettura merlata, interamente in laterizio e con pianta quadrangolare nella piazza del Comune, di fronte alla Cattedrale, costruita per conto della "Società dei Militi", formata dagli abitanti più in vista della città e del territorio. Originariamente l'edificio possedeva una scala esterna, demolita nel 1871 ed era completamente aperto da portici, in seguito adornata da pilastri in laterizio a reggere archi a sesto acuto. Al primo piano è posto un ampio salone  illuminato da tre finestre ogivali. Si noterà nel portico l'emblema di Cremona (il fondatore leggendario di Cremona, Ercole, qui presente due volte, a reggere lo stemma cittadino), trasferito qui nel 1910 alla demolizione di una delle antiche porte della città,  porta Margherita.

 

Palazzo del Comune

Edificato all'inizio del XIII secolo, il Palazzo del Comune situato nell'omonima piazza (anche detta Piazza Duomo) si articola intorno ad un cortile quadrangolare porticato e si distingue per la sua tipica forma medievale a broletto lombardo. Fu ampliato da prima nel 1245 e successivamente nel 1496, quando vennero effettuati alcuni cambiamenti nella facciata, tra cui la sostituzione delle finestre trifore con nuove di forma rettangolare. L'interno del palazzo ospita diverse sale, adibite a funzioni specifiche: la sala dei violini (nata come cappella), la sala della Consulta (un tempo Sala del Consiglio dei Decurioni), il Salone dei quadri, sede del Consiglio Comunale.

 

Museo del Violino di Cremona

Il violino nasce a Cremona intorno alla metà del '500, creato dalla passione del liutaio Andrea Amati: doveva creare una sorta di sintesi tra gli strumenti ad arco allora esistenti e cioè la violetta, la lira, la viola. In città sono oggi attive 150 botteghe di liutai. Il museo del Violino di Cremona ha origine dalla donazione nel 1883 da parte di Giovanni Battista Cerani della sua collezione di diversi strumenti musicali di grandi liutai cremonesi. La collezione venne in seguito arricchita di altri strumenti, tra cui la raccolta di Ignazio Alessandro Cozio di Salabue, il quale aveva acquisito ciò che rimaneva del laboratorio di Stradivari. La collezione ha oggi sede nel Palazzo dell'Arte, in centro (piazza Marconi 5), costruito nel 1937 per ospitare il bicentenario dalla morte di Stradivari. Il percorso museale si pone a cospetto di sua maestà il violino, diventando un itinerario imperdibile per appassionati e non solo. Il museo comprende una vera e propria galleria di capolavori della storia della musica: strumenti ad arco tra violini, viole, violoncelli e contrabbassi, inclusi quelli di Antonio Stradivari e Giuseppe Guarneri del Gesù. L'esposizione si articola oggi in 10 sale che raccontano la storia e l'importanza del sapere liutaio nella tradizione cremonese, dal 2012 parte della lista del Patrimonio immateriale dell'UNESCO. All'interno del museo sono da apprezzarsi anche le sale interne, come lo spettacolare Auditorium Giovanni Arvedi realizzato da Yasuhisa Toyota, un gioiello di ingegneria acustica (con 464 posti e di concezione moderna).

 

Chiesa di Sant'Agostino di Cremona

Antica chiesa edificata dai padri agostiniani tra il 1339 ed il 1345 sopra la precedente chiesa di San  Giacomo in Braida. Fu rimaneggiata internamente nella metà del Cinquecento mantenendo la pianta della struttura originaria e completata con l'aggiunta di cappelle laterali. In particolare, la decorazione originaria a mattoni fu sostituita da affreschi nella navata centrale, mentre nel Seicento vennero aggiunti gli altari nelle navate laterali. All'interno della chiesa è conservata una preziosa Pala d'Altare del Perugino 'Madonna in trono col Bambino tra i santi Giovanni Evangelista e Agostino' (1490). Ad essa si affiancano altre importante opere d'arte, tra cui 'Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza di Bonifacio Bembo' (Cappella Cavalcabò), il 'Redentore che consegna il suo sangue ai Medici della Chiesa' (1594) di Andrea Mainardi e la 'Passione di Cristo'  di Giovanni Battista Barberini (1666), nella Cappella della Passione di Cristo.

 

Chiesa di San Lorenzo e Museo Archeologico di Cremona

Quella di San Lorenzo è una delle chiese più antiche di Cremona, in stile paleocristiano,  sconsacrata alla fine del XVIII secolo. Fu probabilmente edificata intorno al VI secolo, quando  in quel periodo risultava di poco al di fuori delle mura di quello che era il Castrum Romano. Nelle vicinanze si trovava un antico edificio paleocristiano e una necropoli romana del I secolo a.C. Oggi all'interno della chiesa e nella annessa quattrocentesca cappella Meli, ha sede il Museo Archeologico di Cremona, che raccoglie le testimonianze della città fondata dai Romani nel 218 a.C., la prima a nord del Po, e florida fino all'anno 69 d.C.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

 

 

 

Torna su

 

Ostelli Cremona   Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Cremona

Carte Cremone Karte von Cremona      Mapa Cremona     Map of Cremona

Carte de la Lombardie     Karte von Lombardei    Mapa Lombardía   Map of Lombardy

Carte d'Italie      Karte von Italien      Mapa Italia      Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal