website
statistics
 

Cosa vedere a Narbonne

Cosa vedere a Narbonne - Cosa visitare a Narbonne

 

Gioiello

 

Palazzo Arcivescovoli di Narbonne

Il Palazzo Arcivescovile è una icona cittadine e un luogo familiare per gli abitanti di Narbonne, dal momento che è anche sede del municipio dal 1842. Ai lati del passaggio dell'Anchor, un affascinante vicolo lastricato, si trovano il Palazzo Vecchio (XII e XIII secolo) e il Palazzo Nuovo (XIV secolo, modificato nel XVII e XVIII secolo). In origine modesta dimora ecclesiastica, l'arcivescovado, con i suoi stili romanico, gotico, classico e neogotico, costituisce oggi un complesso insieme architettonico. La facciata del palazzo ha tre torri: la Torre della Madeleine, la più antica, la Torre Saint-Martial, e il Torrione Gilles-Aycelin, coronato da torri di guardia. Dall'alto dei 40 metri del mastio fino alle potenti mura sporgenti, l'arcivescovo proclamò la sua potenza militare alla fine del XIII secolo. La cima offre una vista panoramica della città e si possono ammirare i resti della romana Via Domitia e la Cattedrale di Saint-Just-Saint-Pasteur. Il Museo del Palazzo Arcivescovile ospita due collezioni: le raccolte archeologiche del Palazzo Vecchio offrono al pubblico una delle più belle collezioni di affreschi antichi. Le collezioni d'arte si trovano nel Palazzo Nuovo, dove si trovano dipinti, sculture e mostre temporanee. Il palazzo si trova accanto al primo recinto di mura di Narbonne, oltre il quale si estende il giardino dell'arcivescovado. Fontana, legno di bosso intagliato in stile francese, meridiana, stele di Paul Tournal, fondatore della Commissione Archeologica e Letteraria. Una pausa all'ombra dei monumenti è essenziale.

Informazioni e orari
Aperto dalle 10.00 alle 18.00, dal 1 giugno al 30 settembre. Visite guidate organizzate durante le vacanze scolastiche in Zona C, disponibili presso l'Ufficio del Turismo o sui siti www.narbonne.fr e www.narbonne-tourisme.com). Chiuso il 1 gennaio, 1 maggio, 1 novembre, 1 novembre, 1 novembre, 11 novembre e 25 dicembre. Dal 19 luglio al 22 agosto, una visita teatrale sulla storia del palazzo. Negozio.

Cattedrale Saint-Just-et-Saint-Pasteur

La Cattedrale di Cattedrale Saint-Just-et-Saint-Pasteur (XIII e XIV secolo) è il monumento più importante di Narbonne. La sua costruzione gotica fu decisa nel 1268 da papa Clemente IV, già arcivescovo di Narbonne. Era dedicato ai giovani martiri spagnoli Giusto e Pastore (morti nel periodo dell'imperatore Diocleziano nell'attuale Alcala de Henares). Si trova nel cuore della città attuale, luogo essenziale della vita a Narbonne dove si può ammirare l'edificio del Palazzo Veccchio del XII secolo, di origine romanica, la Torre della Madeleine costruita nel XIII secolo e collegata da un arco che attraversa il passaggio dall'Ancor alla Torre di Saint-Martial dell'inizio del XIV secolo. Il nuovo palazzo di origine gotica ospita oggi il Museo Archeologico. La facciata fu costruita tra il 1846 e il 1852 da Viollet-le-Duc (architetto francese della corrente neogotica precursora del modernismo, conosciuto soprattutto per i suoi restauri degli edifici medioevali, in particolare quello della Cattedrale di Notre-Dame, di Parigi), in stile trovatore. All'angolo, il mastio domina tutto dall'alto dei suoi 40 metri, la vista è sublime. In cima alla torre sud si trova il "Bourdon", una grande campana del peso di 5 tonnellate. Era l'unico pezzo ad essere sfuggito alla fusione durante i giorni rivoluzionari del 1793. Intorno alle 16:00 circa, il "calabrone" di Saint-Just mostra le sue profonde note dai tetti in memoria dell'epidemia di peste che devastò la città nel 1652. Nonostante i vari tentativi, questa cattedrale, che non poté mai essere completata. Doveva estendersi all'area intorno alla stazione. Immaginate le dimensioni del progetto. Non esitate ad ammirare le colonne e i capitelli del chiostro recentemente restaurato!

Stanza del tesoro della cattedrale

La Sala del Tesoro, come suggerisce il nome, contiene un gran numero di oggetti preziosi: elementi di sculture medievali, pezzi di argentieri dal XVI al XIX secolo, una targa evangelica in avorio intagliata nel IX secolo, una pisside ispano-moresca dell'XI secolo, il pontificale miniato dell'arcivescovo Pierre de la Jugie testimoniano la grande ricchezza degli arcivescovi di Narbonne. Da vedere anche due magnifici arazzi fiamminghi del XVI secolo, tra cui quello della Creazione. La stanza del tesoro si trova al primo piano della cappella dell'Annunciazione, in una sala a volta in mattoni dotata di un curioso fenomeno acustico: se sussurrate in un angolo rivolto verso la parete, sarete perfettamente ascoltati sul lato diametralmente opposto; da provare.

Indirizzo
Rue Armand-Gautier
11100 Narbonne

Collezzione Archeologica (Pallazzo Vecchio di Narbonne)

Le collezioni archeologiche occupano la parte più antica del Palazzo Arcivescovile, il Palazzo Vecchio. Queste collezioni devono la loro esistenza a Paul Tournal, uno studioso locale che creò la Commissione Archeologica. Gli elementi più significativi riguardano il periodo romano e raccontano attraverso le diverse sale la vita e la storia di Narbo Martius: la Narbonne romane: affreschi dell'antico quartiere di Clos de la Lombarde, tra i più ricchi del mondo romano, collezione lapidaria che evoca l'importanza di Narbonne, antico capoluogo della provincia romana, frammenti di un arco trionfale, altare della pace di Augusto, ritratto di Antonio, ex governatore, statua di Sileno ubriaco, sarcofago degli amanti della raccolta, sarcofago paleocristiano, architrave della cattedrale primitiva. Da scoprire anche strumenti, mosaici, gioielli, ceramiche e un'imponente ancora romana in legno di quercia e piombo. La sezione dedicata alle tecniche di scavo e restauro è seguita da una rievocazione dell'architettura domestica romana e da una presentazione incredibile e unica in Francia delle decorazioni pittoriche e musive che ornavano le pareti, i soffitti e i pavimenti delle sale principali della casa porticata. Splendidamente restaurati, sono uno dei gioielli delle collezioni archeologiche. Il trasferimento di questi pezzi al nuovo Museo Romano di NarboVia è previsto a breve, il cui edificio è già visibile lungo il Canal de la Robine.

Informazioni e orari
Aperto tutto l'anno. Visite individuali gratuite o visite guidate di gruppo. Bassa stagione: da mercoledì a lunedì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00. Alta stagione: tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. Gratuito per i bambini fino a 10 anni. Pass Palais-Cathédrale: €6 tariffa ridotta €4 / Narbonne Monument Pass: €10 tariffa ridotta €6 (il pass può essere acquistato presso il primo sito visitato).

Collezione d'Arte di Palazzo Nuovo

Creato nel XIX secolo dalla Commissione Archeologica e Letteraria di Narbonne, il Palais Neuf ospita gli ex appartamenti convertiti per arcivescovi nel 1632 e collezioni d'arte raccolte dal 1835. Particolarmente degni di nota sono la Sala delle Guardie o delle Udienze con il camino Luigi XIII decorato con maschere, la sala del Re con soffitto a cassettoni dipinti, la sala da pranzo con boiserie e stucchi. Per le opere di scultura e pittura esposte, possiamo citare i ritratti delle scuole francesi del XVI e XVIII secolo: Van der Meulen, Nattier, David. Ma anche il busto di Luigi XIV di Coysevox, pezzi della scuola fiamminga: Brueghel, Pickenoy, o italiano: Tintoretto, Guercino, spagnolo con Ribera, e la magnifica collezione di piastrelle di ceramica del XVII e XVIII secolo. Anche le mostre temporanee sono allestite, con grande piacere, ma ciò che rende famosa la fama del Palais Neuf è l'importante collezione di opere orientaliste.

Informazioni e orari
Aperto tutto l'anno. dal 1° ottobre al 31 maggio: aperto tutti i giorni tranne il martedì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00 dal 1° giugno al 30 settembre: aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. Gratuito per i bambini fino a 10 anni. Narbonne Monument Pass: 10 € tariffa ridotta 6 €. Chiusura annuale nei giorni 1 gennaio, 1 maggio, 1 novembre e 11 novembre e 25 dicembre.

Indirizzo
Rue Armand-Gautier
11100 Narbonne

L'Horreum Romano

L'Horreum al tempo dei romani non era altro che un magazzino pubblico. Dopo anni di scavi, l'Horreum romano di Narbonne è stato aperto al pubblico nel 1976. I visitatori possono scoprire i resti delle ali ovest e nord, ciascuna lunga 50 m e 38 m. Ogni ala ha piccole aperture per la comunicazione e un corridoio principale con piccole stanze adiacenti. I terreni sono una miscela di ghiaia, argilla e calce, tranne che all'estremità dell'ala ovest dove ci sono piccoli mattoni disposti in lische di pesce. L'Horreum di Narbonne doveva essere un mercato gallo-romano o un magazzino sotterraneo per quasi tutti i beni conservati, situato nel cuore della città antica, circa cento metri a sud del complesso capitolino a tempio-foro e molto vicino alla Via Domizia, la famosa via commerciale tra l'Italia attuale e la penisola iberica. La sua costruzione risale al I secolo a.C. e corrisponde ad un'epoca in cui Narbonne era considerata "osservatorio e baluardo del popolo romano" (Cicerone). La presenza di bassorilievi di origine funeraria sono veri e propri tesori che evocano antichi monumenti scomparsi: anfiteatro, teatro, terme, templi. Noi ci siamo stati, il prezzo è più che onesto, 4 € ed è una cosa da vedere, anche se un italiano potrebbe pensare che viste le tante cose romane in Italia, si potrebbe evitare, ma non è così. Tenete conto sempre che Narbonne fu la prima colonia romane costruita fuori dall'Italia.

Informazioni e orari
Aperto tutto l'anno. Bassa stagione: da mercoledì a lunedì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00. Alta stagione: tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. Chiuso il 01/01, 01/05, 01/11, 11/11, 11/11, 11/11, 25/12. Gratuito per i bambini fino a 10 anni. Adulto: 4 €. Narbonne Monument Pass: 10 € tariffa ridotta 6 € (il pass può essere acquistato presso il primo sito visitato).

Indirizzo

7, rue Rouget-de-Lisle
11100 Narbonne

Via Domizia a Narbonne

La Via Domiziaa, fu la prima grande strada romana costruita per scopi militari, collegava Torino e la valle del Rodano con la Spagna. In breve tempo divenne una delle principali vie commerciali romane. Questa strada è considerata la più antica dell'impero fuori dall'Italia; fu costruita in Gallia dal 118 a.C. dal proconsole romano Gneo Domizio Enobarbo, di cui porta il nome. Dal 1997, parte di questa strada romana è stata costruita per renderla visibile. Oggi è uno dei luoghi più importanti di Narbonne. I giovani della città l'hanno eletta come punto di incontro, ed è possibile fermarsi a bere o mangiare qualcosa sulle terrazze intorno davanti al Palazzo Arcivescovile e municipio cittadino. La Via Domizia fu realizzata per scopi militari al fine di raggiungere facilmente le colonie romane della Gallia meridionale.

Indirizzo

Place de l'Hôtel-de-Ville
11100 Narbonne

Casa Natale di Charles Trenet

L'atmosfera è intima, nostalgica, quando si entra nella Casa Natale di Charles Trent, ed è con emozione che ci si sposta da una stanza all'altra. Molte foto, poster e strizzatine d'occhio all'artista sono rivolte al pubblico. Dall'agosto 2011, una nuova produzione con video, illustrazioni, immagini 3D e karaoke permettono ai visitatori di immergersi nel passato del cantante/poeta. Al piano terra, nella camera degli ospiti, dove siede un pianoforte nero a graticcio, Trenet racconta sullo schermo la sua Narbonne. In fondo alle scale, presenta la sua tenuta in canzoni, pochi passi più in alto, evoca la sua infanzia, in sala da pranzo, appare in foto con gli amici, sua madre racconta molti aneddoti. Al secondo piano, vi invita a cantare con lui Douce France, Le Jardin extraordinaire, Y'a d'la joie.

Informazioni e orari
Aperto tutto l'anno. Bassa stagione: da mercoledì a lunedì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00. Alta stagione: tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. Chiuso il martedì in bassa stagione. Per motivi di sicurezza, la casa può ospitare solo 18 persone per visita. Gratuito per bambini fino a 9 anni (e per chi cerca lavoro). Adulto: 6 €. Bambino (dai 10 ai 18 anni): 4 €. Gruppo (10 persone): 4 €. Narbonne Monument Pass: 10 € tariffa ridotta 6 € (il pass può essere acquistato presso il primo sito visitato).

Indirizzo

13, avenue Charles-Trenet
11100 Narbonne

Chiesa di San Sebastiano

In stile gotico fiammeggiante, la Chiesa di San Sebastiano fu costruita dal 1436 al 1451, su iniziativa dell'arcivescovo Jean d'Harcourt. La sua posizione non è insignificante, poiché si presume che sia il luogo di nascita di San Sebastiano, che si dice sia nato a Narbonne. Secondo la tradizione narbonese, la chiesa è stata costruita con pietre del Campidoglio romano. La facciata, dotata di un campanile a muro, è decorata da un portale monumentale in stile gotico fiammeggiante. Un bassorilievo in legno raffigura il martirio di San Sebastiano. Il santo non è morto di frecce come si potrebbe pensare quando si conoscono le sue diverse rappresentazioni. Sopravvissuto alle ferite, fu picchiato a morte di nuovo, questa volta con delle bacchette e gettato giù per lo scarico. Si stima che visse nel III secolo d.C. E' un edificio elegante, nonostante le sue piccole dimensioni. Questa chiesa, che era una collegiata, fu utilizzata anche come cappella dai Carmelitani, di cui si trovano antichi edifici adiacenti alla chiesa poi convertiti in una residenza per anziani.

Indirizzo
Rue Michelet
11100 Narbonne
France

Cappella dei Penitenti blu

Non lontano dalla Cattedrale di St. Just-et-Saint-Pasteur, vicino al Palazzo Arcivescovile, la Cappella dei penitenti blu (Chapelle des Pénitents Bleus) si erge sobria e luminosa nel sito della Cappella degli Ospedalieri di San Giovanni di Gerusalemme. Questa ex cappella della Confraternita dei penitenti blu è stata costruita a metà del XVIII secolo. L'edificio è probabilmente di origine romanica, ma elementi della navata centrale indicano modifiche interne. Interamente restaurata nel 1996 dal comune di Narbonne, la cappella è diventata oggi un luogo privilegiato per esposizioni di arte contemporanea. Il suo trattamento acustico permette anche l'organizzazione di concerti.

Indirizzo

Place Salengro
11100 Narbonne
France

La Casa delle tre banbinaie (Maison des Trois Nourrices)

Nel cuore dell'antico quartiere medievale, a due passi dalla Basilica di Saint Paul-Serge, questa residenza privata è uno dei gioielli del quartiere Bourg. È l'unico tipo di architettura rinascimentale del XVI secolo che Narbonne ha ancora oggi. La Casa delle Tre Bambinaie deve il suo nome ai generosi seni delle cariatidi sulla facciata. Queste sculture incorniciano la baia sovrastante e ne decorano la facciata meridionale. A Narbonne, si dice che la casa ha accolto Molière e che Enrico di Cinq-Mars vi venne stato arrestato mentre complottava contro il cardinale Richelieu (primo ministro di Luigi XIII). Dal 2007, anno del suo restauro, ha ospitato il servizio prenatale dell'ospedale di Narbonne. A parte esternamente, si può visitare l'interno di questo edificio solo nell'ambito delle Giornate Europee del Patrimonio.

Indirizzo

Rue des Trois-Nourrices
11100 Narbonne
France

Domain Sainte-Marthe

Il Domaine de Sainte-Marthe, letteralmente Demanio Sainte-Marthe è una zona naturale, poco distante dalla città dove la natura conserva una fauna tipica delle paludi: garzette, gallinelle, germani reali. Ci si può accomodare a bordo di piccole imbarcazioni elettriche, molto facili da manovrare ed ecocompatibili e visitare questo luogo incantevole. E' un vero piacere viaggiare attraverso questi grandi canali di irrigazione, scoprire la flora e la fauna selvatiche, manovrare sotto piccoli ponti di pietra e suonare il campanello sotto l'ultimo ponte per annunciare il vostro arrivo. Prima o dopo la visita, non esitate a visitare la piccola fattoria con tre asini, un mini cavallo, una ventina di capre, porcellini, oche, galline, tacchini e anatre. Per prolungare questo momento, potete portare il vostro picnic e pranzo sul posto, per godervi un po' di più di questo luogo bucolico.

Informazioni e orari
Chiuso da novembre a marzo. Bassa stagione: aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. Alta stagione: tutti i giorni festivi e festivi dalle 9.00 alle 18.00. Barca a 5 posti: 20 € per 30 minuti, 30 € all'ora. Barca 7 posti: 22 € per 30 minuti, 35 € per ora, Bassa stagione: barca 5 posti: 17 € per 30 minuti, 27 € per ora. Barca a 7 posti: 19 € per 30 minuti, 32 € all'ora.

All'inizio può sembrare un po' costoso, ma ne vale la pena per una passeggiata in famiglia in piccoli canali. Indicazioni e spiegazioni prima della partenza. Al molo, un piccolo e simpatico negozio di animali domestici dove i bambini si divertiranno a vedere capre, polli, conigli, maiali, ecc. Da fare almeno una volta, lontano dalla folla.

Indirizzo

Route des Plages
Lieu-dit Sainte-Marthe
11100 Narbonne

 

Abbazia di Fontfroide

Incastonata nel suo massiccio, l'Abbazia di Fontfroide, a 15 km da Narbonne, incredibilmente ben conservata, si distingue per tutto il suo splendore. Risalente al 1093, questo capolavoro cistercense è uno dei più grandi in Francia. Oggi si possono visitare il refettorio, il dormitorio, il chiostro del XII-XIII secolo, la corte di Luigi XIV, la chiesa abbaziale, la sala capitolare e i giardini... Nel 1908 l'abbazia fu oggetto di una vendita pubblica. Gustave Fayet e sua moglie Madeleine d'Andoque de Sériège comprarono Fontfroide, senza esitare a fare un'offerta più alta per salvare l'abbazia da una partenza per le Americhe. Da quel momento ha avuto luogo una rinascita culturale e artistica. L'abbazia è stata sottoposta ad un ampio lavoro di restauro e di abbellimento e in breve tempo è diventata un luogo di incontro artistico e intellettuale.

Nei mesi invernali, Fontfroide apre ai visitatori gli appartamenti privati di Les Fayet, un'occasione per scoprire il Salone, la Sala da pranzo o le vecchie cucine. La Visita dei 3 pittori, organizzata il martedì e il sabato (solo su prenotazione), vi permetterà di ammirare il Giorno e la Notte, due maestose opere del pittore Odilon Redon. Sul retro della chiesa, nelle giornate di sole, si può assistere allo spettacolo di un roseto con oltre 2.000 rose. Durante tutto l'anno, l'Abbazia di Fontfroide offre un ricco programma culturale: concerti, mercato dei fiori, fine settimana medievale, mostra di orchidee, animazione per adulti e bambini........ Nei mesi di luglio e agosto, la Fontfroide la Nuit, una poetica serata notturna per tutta la famiglia.

L'abbazia può essere visitata tutti i giorni con una visita guidata (multi lingua), utilizzando un tablet digitale (percorso per adulti e bambini) o con un volantino.

Degustazione e vendita in cantina: I vini di Fontfroide- AOP Corbières e IGP Pays d'Oc.

Ristorazione: la tavola di Fontfroide offre una cucina mediterranea rivisitata, un must della regione.


Informazioni e orari
Aperto tutto l'anno. Chiuso il 25 dicembre e il 1° gennaio. Bassa stagione: dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.00. Alta stagione: dalle 9:30 alle 19:00. Dal 1 aprile al 30 giugno e dal 1 settembre al 31 ottobre: dalle 10.00 alle 18.00. Gratuito per i bambini fino a 6 anni. Adulti: 11,50 € (tariffa studenti e PMR: 8 €). Bambino (dai 7 ai 18 anni): 7 €. Gruppo (20 persone): 8,50€. Tariffa famiglia per 2 adulti e 2 bambini: 30 €. Tariffa notturna: 15 €. Le camere sono accessibili ai disabili ad eccezione del dormitorio al primo piano e dei giardini terrazzati. Visita guidata o gratuita con tablet digitale. La visita comprende l'abbazia e il giardino. Ristorante: formula pranzo da 21 € a 25 €. La sera: menù da 35 € a 49 €.
 

 

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Torna su

 

Ostelli Narbonne   Ostelli Francia  Hotel Narbonne

Carte de Narbonne Karte von Narbonne    Mapa Narbonne    Map of Narbonne

Carte de France  Karte von Frankreich      Mapa Francia     Map of France

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal