Cosa vedere a Bari

Informagiovani Italia

🛵   Viaggiare in Italia

🌎 Viaggiare in Europa

💁 Visite guidate in Italiano

 Articoli  Informagiovani

🏠 Ostelli a Bari 

🏠 Ostelli in Italia

🏠 Hotel a Bari 

🏠   Hotel in Italia  

Mappa di Bari

Mappa della Puglia

Mappa dell'Italia

Hostels Bari

Jugendherberge Bari

Auberges de Jeunesse Bari

Hostales Bari

Hostels Italy

Hostales Italia

Auberges  de Jeunesse Italie

Jugendherberge Italien

 

Cosa vedere a Bari

Ci sono tante cose da vedere a Bari, una città con una forte connotazione storica e culturale, ma anche con moderne aspirazioni commerciali. Qui sono passati e si sono insediati tanti popoli, dai greci, ai romani, ai saraceni, veneziani, normanni e aragonesi. Ponte tra il sud Italia e il mondo greco, la città conobbe il suo periodo d'oro durante il medioevo. Tracce di quell'epoca si trovano in tutta Bari, a cominciare dalla stupenda Cattedrale e dalla Chiesa di San Nicola. Molto amati dai baresi e dai visitatori sono il lungomare Imperatore Augusto e il lungomare Nazario Sauro, luogo preferito per le passeggiate cittadine, da dove si hanno scorci bellissimi sia del mare che della città.

Qui si trova anche il molo San Nicola, dove ogni anno, per l'esattezza l’8 maggio, ha luogo la cerimonia della statua taumaturgica, trasportata in mare su un’imbarcazione. In quest’area, nella zona popolare nota come "nderre a la lanze", si possono gustare meravigliosi frutti di mare.

Città Vecchia

Bari vecchiaLa città vecchia di Bari, la parte antica e più caratteristica di questa città, è costituita prevalentemente da vicoli stretti e tortuosi. Vi si trovano importanti monumenti medievali, come il Castello svevo e numerose chiese, quali la Cattedrale di San Sabino e la Basilica di San Nicola. Nel 1087 alcuni marinai baresi trafugarono i resti di San Nicola dall'Anatolia e qualche anno dopo fu eretta la Basilica in suo onore, costruzione che assieme al Castello Normanno-Svevo disegna il profilo della Bari vecchia...Continua a leggere su Bari Vecchia

Castello Svevo-Normanno

Castello Svevo-NormannoLa costruzione del Castello Svevo-Normanno di Bari,  fu iniziata da Ruggero II (1139) e distrutta almeno due volte dalla popolazione barese, per protesta contro la tirannia dei normanni. Federico II lo ricostruì quasi completamente tra il 1233 e il 1240. Quello che si è abituati a conoscere come "castello svevo" è in realtà è "un castello nel castello", un gioco di scatole cinesi in cui si integrano le torri della difesa medievale e le mura della reggia rinascimentale, a loro volta incastrate e parte integrante di una città murata essa stessa denominata castrum. Il castello di Bari era al tempo stesso il castello e la città. Bari era un castello perché nel Medioevo solo le mura conferivano la dignità di città a quello che altrimenti sarebbe stato un villaggio, un casale, un semplice insieme di abitazioni. E il castello, simbolo del potere, non fu mai il castello dei baresi che da questo, più che difesi, si sentivano minacciati...Continua a lettere sul Castello Svevo-Normanno


Basilica Di San Nicola

Basilica di San Nicola a BariLa Basilica di San Nicola fu costruita tra il 1087 e il 1197 e ha sempre contenuto le reliquie di San Nicola (noto nel mondo anglosassone come Santa Klaus, si proprio lui, Babbo Natale). È una chiesa aperta contemporaneamente al rito sia cattolico che ortodosso, e, in parte per questa ragione, meta di pellegrinaggio annuale per persone provenienti da ogni parte del mondo. Le spoglie del santo vennero portate a Bari il 9 maggio 1087, durante la dominazione normanna, dal loro sacrario originale di Myra, in Asia Minore, nell'attuale Turchia, dopo che la città cadde in mano agli arabi.

Vennero portate qui da marinai baresi, dopo una accesa contesa con Venezia, che a sua volta le voleva. I resti del santo vennero portati a Bari con la giustificazione piuttosto fragile che San Nicola stesso avesse scelto Bari come suo luogo di sepoltura mentre si stava recando a Roma...Continua a leggere sulla Basilica di San Nicola


Cattedrale di San Sabino

Cattedrale di San SabinoCostruita nella prima metà dell'XI secolo (1062) in stile bizantino dall'arcivescovo Bisanzio sul luogo di una precedente chiesa bizantina, la cattedrale fu distrutta, come quasi tutta la città, dal re normanno Guglielmo il Malo nel 1156, per punire gli abitanti di Bari per non aver accettato il suo dominio. Ricostruita alla fine del XII secolo, la cattedrale ha avuto delle aggiunte barocche nel XVIII secolo: i portali sono decorati con timpani spezzati e la cripta è rivestita di marmi policromi. All'interno della cripta sono custodite le reliquie di San Sabino, vescovo di Canosa nel VI secolo, e l'icona della Vergine Odegitria che, secondo la tradizione, arrivò a Bari nell'VIII secolo (anche se sembra sia stata realizzata secoli dopo).

Dall'esterno, la facciata ricorda quella della Basilica di San Nicola, con la sua struttura tripartita e i tre portali. Tuttavia, l'aspetto più slanciato della sua facciata e la presenza di un rosone evocano l'influenza dello stile gotico, che tendeva a dare agli edifici una certa leggerezza. Il campanile, alto 70 m, domina l'insieme. Nell'area archeologica accanto alla cripta sono visibili i mosaici di una prima basilica paleocristiana del V secolo, i resti della successiva chiesa del IX secolo, tombe di diverse epoche e un tratto della strada romana. Adiacente alla cattedrale si trova il Museo Diocesano: ospita, tra l'altro, un rotolo di pergamena miniata risalente all'XI secolo.

Indirizzo

Piazza dell'Odegitria
Bari

Informazioni e orari
Museo: aperto giovedì dalle 9.30 alle 12.30 e domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00. Ingresso gratuito (ma sono accettate offerte).

 

Museo di Santa Scolastica

Ospitato in un bastione cinquecentesco e nell'ex Monastero di Santa Scolastica, il museo espone interessanti testimonianze archeologiche provenienti dagli scavi di Bari e della regione pugliese, ceramiche a figure rosse pugliesi, vetri di epoca romana, una collezione numismatica... Gli scavi sotto il bastione hanno portato alla luce i resti di una chiesa medievale. Dal museo si accede all'area archeologica all'aperto dell'ex convento di San Pietro.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

 

Torna su

Ostelli Bari Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Bari

Carte Bari     Karte von Bari Mapa Bari     Map of Bari

Carte Pouilles   Karte von Apulien  Mapa Apulia   Map of Apulia

Carte d'Italie   Karte von Italien      Mapa Italia     Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal

Offerte del giorno Amazon