Storia di Bari

Informagiovani Italia

🛵   Viaggiare in Italia

🌎 Viaggiare in Europa

💁 Visite guidate in Italiano

 Articoli  Informagiovani

🏠 Ostelli a Bari 

🏠 Ostelli in Italia

🏠 Hotel a Bari 

🏠   Hotel in Italia  

Mappa di Bari

Mappa della Puglia

Mappa dell'Italia

Hostels Bari

Jugendherberge Bari

Auberges de Jeunesse Bari

Hostales Bari

Hostels Italy

Hostales Italia

Auberges  de Jeunesse Italie

Jugendherberge Italien

 

Storia di Bari

Le origini della città di Bari risalgono a tempi molto antichi. Le prime testimonianze sono visibili presso il villaggio preistorico riportato alla luce dal prof. Michele Gervasio, nel 1913. Situato in un'area vicini al porto, lungo la piazza San Pietro, l'antico insediamento si estendeva per circa 300 mq e risale all'età del bronzo, cioè a circa 4000 anni fa, come si è dedotto dai resti umani e animali e dagli utensili rinvenuti. É molto importante anche ricordare anche un'altra scoperta sensazionale avvenuta nel territorio pugliese per ciò che concerne l'archeologia, quella di Altamura, dove nel 1993 è stato rinvenuto lo scheletro dello homo erectus altamurensis a testimoniare la presenza di centri abitati sin dai tempi più lontani.

Nel III secolo a. C. la città era già un fiorente ed attivo porto delle popolazioni della Peucèzia, che occupava un territorio centrale dell'antica Puglia. Resistite a lungo alle invasione dei greci, ma fu poi conquistata dai Romani che la qualificarono come "Municipium". Diventò un importante centro commerciale, primato che mantenne sempre, anche nei periodi più difficili della sua storia, come quando, caduto l'Impero Romano, si trovò coinvolta nelle lotte fra Bizantini e Longobardi. Nel 879 la città cadde sotto il dominio dei Saraceni, venendo in seguito riconquistata dai Bizantini. In quel periodo divenne il maggior centro politico, militare e commerciale dell'Impero d'Oriente e sede del "Catapano", (comandante greco), che governava tutti i territori di Bisanzio in Occidente.

Attorno all'anno 1000 Bari subì nuovi tremendi assalti da parte dei pirati saraceni. Il più grave di questi, nel 1002, si protrasse con un lungo assedio, dal quale fu salvata grazie all'intervento della flotta veneziana, guidata dal doge Orseolo II. Il dominio bizantino terminò nel 1071, quando il normanno Roberto il Guiscardo conquistò la città. Sotto la dominazione normanna il porto di Bari assurse a grande notorietà, insieme a Brindisi fu uno dei principali porti d'imbarco per le Crociate. Infatti, nel 1096, dopo la predicazione di Pietro l'Eremita, guerrieri provenienti da ogni parte d'Europa affluirono a Bari per recarsi alla prima Crociata. Il dominio normanno, caratterizzato inizialmente da una certa tranquillità, terminò nel 1156, quando Guglielmo I, detto il Malo, assalita la città la rase al suolo salvando solo la Basilica di San Nicola.

La città fu ricostruita dagli Svevi, dando inizio ad uno dei periodi più fiorenti sotto Federico II di Svevia. Il sovrano illuminato diede nuovo impulso alle attività portuali e industriali, restaurò il Castello e alla sua corte fiorirono le arti e la cultura. Nei secoli XIII e XIV con gli Angioni, la situazione cambiò nuovamente. La città fu prostrata dalle dure tasse imposte da Carlo I d'Angiò e dai suoi successori, occupati solo a combattere. Bari decadde al punto che nel XV secolo fu assoggettata al dominio feudale dei principi di Taranto e poi dei duchi di Milano, gli Sforza.

Il XVI secolo con Isabella d'Aragona, che era giunta a Bari nel 1501, fu caratterizzato da un periodo di notevole prosperità. Ad Isabella successe la figlia Bona, che rimasta vedova di Sigismondo I, re di Polonia, si trasferì a Bari ove regnò con tanta saggezza che alla sua morte i baresi vollero onorarla seppellendola nella amata chiesa di San Nicola, era il 1557.

Secoli bui furono quelli di dominazione spagnola e successivamente borbonica, che seguirono alle regine d'Aragona. Lo furono non solo per la città di Bari ma per tutta la Penisola. Per riparlare di storia della città dobbiamo giungere al 1813, quando con decreto di Giocchino Murat, cognato di Napoleone e re del Regno delle Due Sicilie, si iniziò la costruzione della città nuova. Lo sviluppo della Bari Nuova si ebbe in varie riprese, a partire da un nucleo centrale di strade rettilinee e parallele fino a giungere alla città che oggi potete visitare.

 

 

Torna su

Ostelli Bari Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Bari

Carte Bari     Karte von Bari Mapa Bari     Map of Bari

Carte Pouilles   Karte von Apulien  Mapa Apulia   Map of Apulia

Carte d'Italie   Karte von Italien      Mapa Italia     Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal

Offerte del giorno Amazon