CUNEO

VISITARE CUNEO: INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

Cuneo si distende lungo affascinanti riserve naturali, luoghi quasi incontaminati e montagne di incredibile bellezza. Intorno alle Alpi marittime e alle Alpi Cozie, la città si allunga tra due corsi d'acqua, il Gesto e la Stura, che da soli sono riusciti a plasmare nel tempo l'antica città piemontese. Il nome nasce successivamente alla formazione del suo abitato, che è infatti a forma di cuneo. Chiamata la "città dei sette assedi", conserva ancora oggi il piano urbanistico di una città militare, un tempo circondata da mura massicce, con grandi piazze, strade porticate e bei palazzi appartenenti alle famiglie aristocratiche del passato.

 

La sua tipica architettura la rende diversa da altre città d'Italia. Lo stile rinascimentale della sua strada principale, porticata e fiancheggiata da negozi e caffetterie, le dona un aspetto elegante. Il suo antico centro storico, che risale al XII secolo, rimanda al suo fiorente passato, a quando Cuneo era una delle città meglio fortificate del nord Italia. Oggi, è questa una tipica località di montagna, ottima base per escursioni nei dintorni, le valli, e le pittoresche città vicine di più piccole dimensioni. Si distingue anche come importante nodo ferroviario ed economico: le sue principali attività produttive sono la filatura della seta, le industrie di trasformazione alimentare, la distillazione e la metallurgia.

Cuneo è stata fondata nel 1198 da coloro che ostinatamente voleva un nuovo insediamento sicuro dal giogo del feudalesimo. Fu nei primi anni governata da tre consoli: Pipino da Vignolo, Berardo di Valgrana e Pietro Rogna da Quaranta. Nel 1230, fu sotto il dominio di Milano. Nel 1238 la città venne riconosciuta come libero comune dall'imperatore Federico II, ma poi in ordine di successione, si ritrovò sotto le casate degli Angiò, dei Saluzzoe dei Visconti. Nel 1382 la città decise autonomamente di legare il proprio destino alla Casa dei Savoia. Nei secoli successivi Cuneo venne assediata 7 volte (ecco il perché del suo sopranome) ma fu dominata in una sola occasione, nel 1641 dai francesi. La città fu annessa durante la stagione napoleonica alla Francia.

Assedi e guerre hanno cancellato nel tempo la serie di testimonianze medievali, la città attuale poggia infatti su ricordi ottocenteschi. Orientarsi tra le sue strade è facile, i suoi abitanti sono appena 55mila e la sua estensione, comprendendo, le frazioni è di 119 km². Il centro storico, la Cuneo Vecchia, si trova tra la Piazza Galimberti e la Contrada Mondovì. Dalla piazza in poi troviamo il centro della città e mano a mano che ci si avvicina verso la chiesa parrocchiale del Sacro Cuore, la Cuneo Nuova prende il sopravvento. L'estensione urbana degli ultimi decenni ha dato vita ai due più recenti quartieri, quelli di Cuneo 2 (detta anche San Paolo) e di Donatello.

Le attrazioni storiche sono concentrate nei quartieri più antichi, meglio visitabili a piedi. Non sono tante le tappe obbligate, ma suggeriamo di esplorare la città con occhi attenti e vigili, visto la sua antica origine. Il suo centro originario pare essere proprio essere quello della "Contrada Mondovì", dove alcuni ritrovamenti romani fanno supporre la presenza della città romana di Auriate, di cui restano alcune esili informazioni. Le attrazioni monumentali e architettoniche sono soprattutto religiose e si consiglia pertanto di concentrare la visita alla cattedrale di Nostra Signora del Bosco, che fu riedificata nel XVII secolo sopra le fondamenta di una precedente chiesa medievali, la chiesa di Sant'Ambrogio (un magnifico esemplare in stile Barocco), la chiesa di San Francesco, del XIII secolo, e la chiesa di Santa Croce del XVIII secolo che conserva al suo interno qualche dipinto ornamentale di Gaggini da Bissone.

Piazza Galimberti è la piazza centrale di Cuneo, circondata da caratteristici portici. Nata nel periodo napoleonico, a seguito dell'abbattimento della cinta muraria, si è estesa nel tempo anche grazie al commercio della seta. Porta il nome di Tancredi Duccio Galimberti, valoroso partigiano italiano ed eroe piemontese, nato a Cuneo nel 1906. Ancora oggi, c'è un grande mercato all'aperto nella piazza nelle mattine del martedì. La Casa Museo Galimberti, un museo di storia e archeologia è anch'esso situato ai limiti della piazza. I monumenti civici sono altrettanto famosi, tra i tanti si consiglia la visita alla Villa Oldofredi Tadini, del XIV secolo e residenza della nobile famiglia Oldofredi Tadini sin dal XIX secolo. La villa è circondata da un bel parco ed ospita in particolare una cappella dove vengono esposte le reliquie della Sacra Sindone di Torino.

Lungo le sue due strade principali, via Roma e Corso Nizzae altre strade che circondano la piazza, troviamo ben otto chilometri di portici e edifici in stile neo-classico e medievale. Le arcate, con portici e archi di diverse altezze e dimensioni, danno un tocco unico all'asseto centrale della città, fungendo anche da inestimabile protezione dalle intemperie: ombra e fresco ai visitatori in d'estate e riparo dalla pioggia e dalla neve durante le stagioni più fredde. La chiesa di San Francesco ospita il Museo Civico, noto per la sua esposizione di manufatti antichi; interessante anche la vasta collezione di costumi etnici. Un altro edificio storico da vedere è il XVII secolo Palazzo Audifreddi. Le vie principali di Cuneo sono anche fiancheggiata da negozi, pcuneoccerie ed eleganti caffetterie e ristoranti un buon posto per lo shopping o le tranquille passeggiate della domenica mattina. La città si arricchisce di quattro grandi parchi, ottimi da esplorare a piedi o in bicicletta. Nella contrada Mondovì nella sezione medievale del centro storico, si segnala anche la sinagoga del XVI secolo, che segnala quello che un tempo era il ghetto ebraico di Cuneo.

Da non perdere anche la periferia della città e gli immediati dintorni, con splendide viste sui monti e la campagna. Molti la prediligono come "campo base" per le escursioni in montagna, dove possono godere di una vasta gamma di attività alpine come escursionismo, arrampicata, alpinismo, mountain bike e, naturalmente, lo sci. A sud del Cuneo, troviamo l'antico borgo di Limone Piemonte, tra due parchi nazionali, una meta sciistica di classe mondiale.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

 

Ostelli Cuneo   Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie

Carte Coni   Karte von Cuneo  Mapa Cuneo    Map of  Cuneo

Carte Piémont  Karte von Piemont  Mapa Piemonte     Map of Piedmont

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy