Università di Scienze Gastronomiche - Pollenzo - Bra

Università di Scienze Gastronomiche - Pollezo - Bra - Cuneo

 

Con sessanta nazioni rappresentate l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (identificata anche con l’acronimo UNISG) è un ateneo unico nel suo genere che costituisce quasi una sorta di ONU studentesca, nella quale confluiscono studenti giunti dall’India, dagli Stati Uniti, dalla Mauritania e dal Brasile. L’Università nata e promossa nel 2004 dall’associazione internazionale Slow Food presieduta da Carlo Petrini, ideatore del progetto, con la collaborazione delle Regioni Piemonte ed Emilia Romagna, è un’università privata legalmente riconosciuta dallo Stato italiano con il d.m. n. 262 del 5 agosto 2004.

L’attività didattica si svolge in Piemonte, a Pollenzo nel comune di Bra (Cuneo), dove sono attivi il corso di Laurea triennale in Scienze Gastronomiche, il corso di Laurea magistrale in Promozione e Gestione del Patrimonio Gastronomico e Turistico e il Master annuale post laurea in Food Culture and Communications articolato in tre indirizzi: in Human Ecology and Sustainability, in Food, Place, and Identity e in Media, Representations, and High-Quality Food. L’Università si propone di dare dignità accademica al cibo e all’alimentazione interpretati come fenomeni complessi e multidisciplinari, attraverso lo studio di una rinnovata cultura dell’alimentazione. Vista l'importanza del settore per l'Italia all'inaugurazione del 2004 erano presenti ministri e ospiti importanti (tra cui Umberto Eco, Jack Lang, Paul Bocuse, Gualtiero Marchesi e tanti altri) insieme a tanti giornalisti. Dopo un investimento di 22 milioni di euro e 4 anni di lavori serviti per trasformare il Castello di Pollenzo, voluto da Carlo Alberto, nella prestigiosa sede e cornice dell'università degli studi di Scienza Gastronomiche, la prima del suo genere al mondo. Questo è un luogo veramente unico, di cui andare fieri che sfurna, è proprio il caso di dirlo, cultura, attraverso le nostre competenze e tradizioni culinarie, famose e apprezzate, non a caso, in tutto il mondo, come nostro importante valore aggiunto. Il 91% degli studenti di questa speciale università trova subito lavoro.

L’ateneo

L’obiettivo dell’ateneo è quello di creare una nuova figura professionale, il gastronomo, capace di operare nella produzione, distribuzione, promozione e comunicazione dell’agroalimentare di qualità. Quella proposta dall’UNISG è un’esperienza formativa unica, che crea una comunità studentesca coesa e variegata e un canale privilegiato con il mondo del lavoro nel settore agroalimentare italiano e internazionale. L’attività in aula è completata da un’intensa serie di viaggi didattici in Italia e nel mondo: ogni anno ne sono organizzati oltre cento. Durante i viaggi, gli studenti effettuano un lavoro di video documentazione, raccogliendo testimonianze presso i depositari delle conoscenze rurali e gastronomiche del territorio visitato, contribuendo al progetto dei “Granai della memoria?, un filone di ricerca dell’UNISG che si propone di costituire una banca dati dei saperi tradizionali contadini e artigiani di tutto il mondo. Ha avviato una collaborazione scientifica con “Niko Romito Formazione?, il centro ideato dallo chef abruzzese con sede a Castel di Sangro, in provincia dell’Aquila. “Niko Romito Formazione?, che si propone di formare giovani chef italiani e internazionali, si avvale anche della presenza di docenti dell’Università di Pollenzo. Infatti, a partire dal maggio 2012 si svolgono lezioni teoriche tenute dai professori dell’ateneo piemontese su chimica del gusto, storia delle culture alimentari, diritto degli alimenti, botanica e altre materie fondamentali. La collaborazione tra Niko Romito Formazione e UNISG si sviluppa anche con la possibilità di accogliere studenti in viaggio didattico e favorendo l’accesso alla scuola abruzzese per quei laureati UNISG che vogliono approfondire le proprie conoscenze nel campo della ristorazione di eccellenza.

Il futuro inserimento nel mondo del lavoro

Le tipologie di azienda nel quale i laureati lavorano spaziano tra diverse categorie, dalla Produzione Agroalimentare Industriale alle Aziende Agricole di dimensioni medie/piccole, dalla Grande Distribuzione alla piccola (enoteche, negozi specializzati, etc). Altrettanto importanti sono il settore turistico, la formazione e le Organizzazioni Non Governative, l’Ho.Re.Ca. Le principali tendenze vedono questi laureati alle prese con la comunicazione, il marketing e il management dell’azienda per cui lavorano. Altri trovano impiego nella produzione di prodotti gastronomici artigianali.

Gli studi

Il Corso di Laurea Triennale in Scienze Gastronomiche propone un modello didattico originale, innovativo tanto nei contenuti quanto nelle modalità di apprendimento. I contenuti esprimono tutto l’arco delle scienze gastronomiche in una prospettiva interdisciplinare: scienze “dure?, scienze della terra e scienze umane attraversano i temi del cibo e della gastronomia a tutto tondo, preparando laureati capaci di operare tanto nella promozione e valorizzazione del cibo quanto nella gestione e nella progettazione d’impresa. L’originalità formativa si esprime anche nelle modalità d’apprendimento: un forte training esperienziale e sensoriale, con degustazioni e viaggi didattici, incontri con i protagonisti del mondo alimentare e della gastronomia e continui contatti nazionali e internazionali, costituiscono non un’appendice ma vera e propria ossatura del percorso formativo. Il piano di studi del Corso di laurea è costituito da diciannove insegnamenti, completati da corsi opzionali, attività di laboratorio e tesi di Laurea per un totale di 180 CFU. La frequenza è obbligatoria per tutte le attività accreditate: corsi obbligatori, viaggi didattici, corsi opzionali, laboratori di cultura e formazione gastronomica. L’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche è un ateneo internazionale che adotta la lingua italiana e la lingua inglese quali strumenti di insegnamento e di apprendimento, e che mira alla completa integrazione ed equiparazione di tutte le espressioni sociali e culturali presenti. Le discipline del corso di laurea triennale sono sia di natura umanistica che scientifica. Esperienze pratiche, laboratori e viaggi di conoscenza alla scoperta dei prodotti e i loro territori d’origine si affiancano alle lezioni teoriche al fine di fornire agli studenti un metodo di analisi interdisciplinare del mondo della gastronomia. Molteplici sono le discipline che costituiscono il piano di studi del corso di laurea triennale in Scienze Gastronomiche. Ciascuna di esse può essere integrata con seminari dedicati a specifici argomenti.

Retta

L’importo della retta per l’Anno Accademico 2012/13 è stata di € 13.500 e comprende: tutte le attività didattiche, comprese le conferenze, le degustazioni, i seminari, i libri di testo (volumi, dispense), i viaggi tematici e territoriali previsti dal piano di studio, l’accesso alla rete wifi, la partecipazione a tutti gli eventi promossi dall’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche e da Slow Food, la copertura assicurativa per la responsabilità civile degli studenti, l’iscrizione al servizio sanitario nazionale (per studenti non italiani), i certificati rilasciati dalla Segreteria Studenti. L’Università propone la possibilità di usufruire solo per il primo anno di corso dell’alloggio presso Case dello Studente. Questa opzione non è compresa nella retta.

Laurea Magistrale in Promozione e Gestione del Patrimonio Gastronomico e Turistico, per una nuova imprenditorialità alimentare e gestione sostenibile del patrimonio gastronomico e turistico. Il nuovo corso di Laurea Magistrale è pensato per la formazione di imprenditori del settore agroalimentare e pone particolare accento sugli insegnamenti di ambito economico e aziendale. Gli ambiti disciplinari oggetto dei corsi sono diversi e appartengono tanto alle scienze empiriche, in particolare agli ambiti dei corsi di tecnologie alimentari, quanto alle scienze umane, hanno un alto numero di crediti corsi a contenuto economico, giuridico, antropologico, filosofico-comunicativo e geografico. La laurea magistrale, con la visione innovativa propria di Pollenzo, è espressamente pensata per formare figure idonee ad intraprendere l’attività lavorativa in proprio o in aziende già esistenti; per questa ragione particolare importanza è attribuita allo studio delle materie volte a sviluppare l’imprenditorialità. Per gli studenti che hanno conseguito la laurea presso un ateneo diverso dall’Unisg è prevista una Formazione in ingresso che permetterà loro di allineare le proprie competenze a quelle conseguite dai laureati in Scienze Gastronomiche presso l’Unisg. Per gli studenti che hanno conseguito la laurea presso l’Unisg, i primi tre mesi di corso sono occupati da un Tirocinio aziendale. I Tirocini si svolgono presso aziende Partner dell’Unisg in Italia o all’estero e mirano a coinvolgere lo studente in un’attività di conoscenza diretta del mondo del lavoro con particolare attenzione agli ambiti in cui si svolgerà lo studio Magistrale e a perfezionare la lingua inglese, già studiata e utilizzata durante il triennio.

Durante il primo anno gli ambiti disciplinari riguardano: economia politica e aziendale, diritto commerciale e alimentare, marketing alimentare, storia e antropologia del cibo, sociologia dei consumi. Inoltre sono previste ricerche a tema, attività sul campo denominate field projects; i field project sono condotti da piccoli gruppi di studenti con il coordinamento di un docente di riferimento e vertono su tematiche e problematiche reali proposte da varie aziende. A questa parte di attività sul campo, si aggiungono anche alcuni viaggi didattici, per far conoscere casi aziendali rilevanti. Nel corso del secondo anno lo studente arricchisce il proprio curriculum con nuove materie: filosofia, estetica, tecnologie alimentari e English for food businness. La frequenza è obbligatoria. L’insegnamento è ordinariamente in lingua italiana.

Alloggi

L’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche offre agli studenti del 1° anno di corso della Laurea Triennale in Scienze Gastronomiche e a quelli del Master la possibilità di usufruire di alloggi situati nella vicina città di Bra. Lo studente può richiedere una camera singola all’interno di un appartamento che può ospitare da un minimo di tre ad un massimo di cinque persone. Ogni appartamento è completamente arredato e costituisce uno spazio organizzato dove vivere e studiare. Tutti gli alloggi sono dotati di connessione a internet, lavatrice, televisore, cucina accessoriata e servizi comuni. Il numero di posti disponibili è limitato a trenta posti per il corso di Laurea Triennale. I posti saranno assegnati in base alla graduatoria. Il posto dovrà essere confermato entro la data specificata per ciascun corso con il pagamento di una caparra. L’affitto è vincolante per l’intero anno. In mancanza di una conferma il posto non sarà assegnato. Il costo annuale della sistemazione presso le Case dello Studente è di € 5.000. Durante tutto l’anno accademico un servizio di bus urbano collega Bra con la sede di Pollenzo, che dista cinque chilometri.

Mensa

Le “Tavole Accademiche? sono il nuovo progetto dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo che coniuga educazione, alta cucina, giusto costo, gusto, prodotti locali. A partire da gennaio 2013, venticinque chef provenienti da tutto il mondo, sono nove le nazioni rappresentate, preparano, per i giovani studenti UNISG, piatti che rispettano i principi del buono pulito e giusto con un “food cost? massimo di 5€ per un menù completo. Grazie alle “Tavole Accademiche? gli studenti vivranno la loro pausa pranzo, non più solo come un momento in cui nutrirsi, ma anche come un’opportunità di formazione sensibile ai concetti di qualità e alla sostenibilità ambientale, sociale, economica. La nuova mensa universitaria, intitolata a “Lidia e Guido Alciati?, si propone inoltre come uno spazio virtuoso, in un’ottica sistemica, dotandosi di strumenti, attrezzature, modalità di funzionamento, metodi di produzione e somministrazione del cibo di stampo sostenibile e a basso impatto ambientale. Tra gli accorgimenti adottati, la preparazione di piatti stagionali e a base di prodotti locali, gli arredamenti e i componenti per la fruizione del cibo in materiali ecosostenibili, l’impiego di attrezzature a ridotto consumo energetico, e la possibilità di rimettere in circolo i prodotti avanzati.

 

UNISG ? Università di Scienze Gastronomiche

Piazza Vittorio Emanuele, 9 - Località Pollenzo, 12042, Bra (CN)

Telefono: +39 0172 458511

Sito: www.unisg.it

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

 

Ostelli Cuneo   Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie

Carte Coni   Karte von Cuneo  Mapa Cuneo    Map of  Cuneo

Carte Piémont  Karte von Piemont  Mapa Piemonte     Map of Piedmont

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal