Curiosità su Bratislava

Curiosità su Bratislava

Lo avevamo detto, Bratislava è una città che sorprende... una città che va oltre i gran bei monumenti che si possono visitare. É un luogo dove trovare curiose e stravaganti occasioni di visita. Immaginatevi allora camminare per strada sulla via Panska e quasi quasi inciampare in un tombino con tanto di 'ficcanaso' a guardarvi da sotto la gonna (niente paura è inoffensivo), oppure Napoleone appoggiarsi su una panchina della piazza della città e riposarsi un istante.. sarà proprio lui?

Sono le statue di Bratislava, create nel 1996 allo scopo di animare le vie del centro storico, non solo con nuovi colori e ristrutturazioni di edifici e piazze, ma anche con qualcosa che potesse davvero donare allegria alla città dopo la fine dell'era comunista

Va da chiedersi, e se volete scoprirne un po' di più non resta che leggere il seguito.

Il Ficcanaso di Bratislava

Siamo nel centro storico di Bratislava, il Korzo (come viene chiamato da queste parti), tra le vie Panská e Rybárska brána, nel punto esatto dove da un tombino della pavimentazione fa capolino una statua raffigurante un soldato: è il ficcanaso di Bratislava, un vero e proprio guardone, visto che da lì proprio non si muove. Un'insolita scultura, sicuramente tra le più divertenti della città (e infatti non è l'unica). Era il 26 giugno 1997 e da allora questa stravagante figura creata da Viktor Hulíkallieta le giornate di passanti e turisti, e soprattutto di bambini, che un po' lo prendono in giro. Soldato, guardone o spazzino? Non si sa, c'è chi pensa sia anche solo un semplice turista che si prende un po' in giro dopo la caduta all'interno del tombino. Il suo nome è Čumil e dopo che venne urtato per ben due volte a causa di conducenti disattenti si è deciso di mettere un cartello stradale anch'esso piuttosto stravagante. Oggi è Čumil probabilmente il "cittadino di Bratislava" più fotografato.

Lo schernitore

Vicino a Čumil troviamo la statua di Schöne Náci, realizzata da Juraj Meliš. Raffigura Ignác Lamar, un personaggio noto della storia di Bratislava. Costui, nato nel 1897, era un signore un po' particolare, forse un po' troppo a detta di alcuni, ma conosciuto per la cordialità e per quel suo particolare saluto, che amava fare alla vista di una bella signora; così come viene raffigurato, lui era: si toglieva il cappello con fare lusinghiero "Schöne, Schöne", bella, bella', amava dire (da cui il nome). L'uomo morì nel 1967, di tubercolosi, e la sua scomparsa fu molto sentita dalla cittadinanza, tutti ricordano quello strano personaggio un po' eccentrico, vestito con un elegante abito in velluto e con un cappello a cilindro, che amava salutava i passanti e inchinarsi al passaggio delle signore.

Il soldato di Napoleone

Un'altra statua curiosa di Bratislava la troviamo appoggiata con gli avambracci chiusi su una panchina nella piazza principale (Hlavne namestie), nel centro storico. É un soldato, osserva i passanti e ricorda Napoleone Bonaparte, indossa infatti il cappello tipico usato dalle truppe napoleoniche (lo stesso Napoleone fece visita in città nel 1805, e nel 1809 l'esercito fece esplodere il Castello di Devin vicino a Bratislava). Se siete in città non si può andar via senza fare una fotografia seduti alla panchina e con dietro il curioso individuo. Anche questa statua venne realizzata da Juraj Melis, nel 1997.

Il Paparazzo

In un angolo della via Laurinská ad incuriosire lo sguardo del visitatore è una figura piuttosto egocentrica, che pare sbucare dal nulla con una grossa macchina fotografica in uso. É la statua di un paparazzo a dimensione umana: macchina fotografica alla mano e pronto allo scatto dell'anno, quello più particolare, raro, compromettente. La scultura è opera di Radko Ma�?uha.

Hans Christian Andersen

Nella piazza Hviezdoslav nam, di fronte all'ambasciata americana, l'autore danese di storie per bambini, Hans Christian Andersen sembra aver trovato nuova dimora. Egli visitò Bratislava nel 1840 e questa scultura di Tibor Bártfay venne creata per ricordare proprio la sua visita. La troviamo circondata da personaggi dei suoi racconti. E a proposito di Bratislava disse: “se è una fiaba che volete, la vostra città è una fiaba in se�?. Si dice che la città gli abbia dato l'idea per scrivere alcuni dei suoi capolavori più celebri, come La piccola fiammiferaia. Di recente è stata rubata una delle figure che circondavano la statua, quella del Brutto anatroccolo.

Altre statue curiose di Bratislava

La Guardia (in prossimità del soldato napoleonico), opera di Marián Prešnajder, Otto Grossman e Juraj Šimek, è una scultura che celebra la storica guardia un tempo presente nella piazza principale; e ancora la ragazza con la mela e l'uomo che guarda l'orologio (in un vicolo non lontano dal "Paparazzo"); e poi anche le due donne vicino la cassetta postale: una seduta sopra la cassetta postale e l'altra seduta su uno skateboard, con lo sguardo rivolto verso l'alto (in via Poštová).

Le statue di Bratislava sono una vera e propria attrazione, curiose e belle, e raccontano a modo loro la storia di questa bella città.


Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

 

Torna su


Ostelli Bratislava     Ostelli Slovacchia   Hotel Bratislava  Hotel Slovacchia

Carte de la Slovaquie    Karte von  Slowakei       Mapa Eslovaquia   Map of Slovakia

Carte de Bratislava      Karte von Bratislava     Mapa Bratislava    Map of Bratislava

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal