Cosa vedere a Porretta Terme

Advertisement

Da vedere a Porretta Terme

Porretta Terme è una nota stazione termale e bellissimo centro di villeggiatura dell'Appennino Bolognese, al confine fra Emilia e Toscana. La cittadina appenninica dista 53Km da Bologna e 70Km  da Firenze mentre Milano si trova a circa 270Km, Roma a 350Km e Venezia 210Km

Da vedere a Porretta Terme:

Migliori hotel a Graz

Check-in

calendar

Check-out

calendar

 

Terme di Porretta:

Via Roma, 5 40046 Porretta Terme Bo    0534-22062/22093/22452

Fax 0534-22452 

Dimensioni della piscina: mt. 17 x 15.

Tipo di acqua: acqua salsobromoiodica

Temperatura dell'acqua: 36°

Servizi: palestra, massaggi, idromassaggio, centro estetico, sauna, bagno turco, percorsi vascolari.

Le terme di Porretta antiche oltre 2000 anni  e già conosciute ai tempi dei romani, sono tra le più rinomate d’Italia e sono conosciute in tutta Europa.

Le acque hanno antiche proprietà terapeutiche garantendo un soggiorno immerso in un ambiente naturale.

Tra le tradizionali cure termali sono inclusi: bagni, fanghi, rieducazione neuromotoria, terapia respiratoria, terapia per la sordità  rinogena, terapia per l’aparato osteoarticolare, cure idropiniche, cure per malattie vascolari, riabilitazione motoria, neurologica e respiratoria, cure per malattie gastroenterologiche, cura della pelle, pressoterapia, trattamenti ginecologici, servizi di dietologia e Centro Benessere.

Centro Storico

Il centro storico di Porretta Terme è situato lungo il corso del Rio Maggiore.

Qui troviamo l'Ospedale Costa, il Convento dei Cappuccini e la parte iniziale di Via Mazzini, Via Falcone, Via Ranuzzi dove si puo’ ammirare un voltone con un bellissimo crocefisso e Via Terme, il ponte dei sospiri che collega Via Matteotti e Via Terme, la piazzetta delle Terme Alte, fra gli stabilimenti del Leone-Bovi, delle Donzelle e del Marte antico luogo di incontro e vita sociale dei villeggianti, Piazza della Libertà il cuore del centro storico.

Ferrovia Transappenninica

La ferrovia è stata la prima grande via di comunicazione della Vallata del Reno e tra le principali città dell'Emilia e della Toscana, contribuendo radicalmente allo sviluppo economico e sociale delle popolazioni della Valle del Reno, rompendone il loro lungo isolamento. La linea è caratterizzata dalla presenza di ben 47 gallerie su un percorso di 133 chilometri

Nel 1851 il Governo Austriaco, i Ducati di Parma e Modena, il Granducato di Toscana e lo Stato Pontificio viste le pressioni per la difficoltà di un centro di collegamento tra il tra l’Emilia e la Toscana decisero di realizzare una infrastruttura senza precedenti stipulando una convenzione per la costruzione della Ferrovia, che fu chiamata "Strada ferrata dell Italia Centrale", la quale collegava Piacenza a Pistoia e Bologna - Bagni della Porretta - Pistoia.

Parrocchia di Santa Maria Maddalena

Bellissima e grande chiesa in stile neoclassico, domina Porretta dall'alto. Costruita sulla fondamenta di antico forte, fu edificata tra il 1600 e il 1690, ad opera degli architetti bolognesi Torri e Borelli.

La facciata è priva di ornamenti mentre all’interno il visitatore può ammirare la fonte battesimale del 1618, un'acquasantiera del 1642, un crocifisso in legno del 1630 scolpito da Fra Innocenzo da Petralia Soprana, un dipinto di S. Anna con Maria bambina, attribuito ad Alessandro Guadassoni, la pala dell'altare maggiore di Dionigio Calvaert, un dipinto di S. Antonio Abate del '600 di Pier Maria Porrettano, una Madonna con Santi probabilmente del Tiarini.

Oratorio di San Rocco

Oratorio di antiche origini, si attribuisce al 1500 e fu legato alla Confraternita del SS. sacramento, che  insieme alla confraternita di S. Francesco, erano il fulcro della vita parrocchiale dell’area. Al suo interno si possono ammirare l'antico organo e un dipinto raffigurante Cristo, la Maddalena, S. Carlo e S. Rocco.

Il Convento dei Frati Cappuccini

Bellissimo convento le cui origini risalgono al 1857 importante per l'attività apostolica dei Cappuccini di Porretta i quali sono conosciuti per aver diffuso il francescanesimo in in tutta la zona.

Il Santuario della Madonna del Ponte

Di importanza notevole per gli abitanti dell’aerea porrettana è la devozione dedicata alla Madonna le cui origini antiche risalgono al 1249 e pare essere legata alle sorgenti termali. Tale devozione si esplicita nella costruzione di un santuario tra il 1578 ed il 1585. Documenti storici narrano di eventi miracolosi tra cui quello avvenuto intorno al 1599, quando una quarantina di pellegrini, di ritorno dal Santuario, furono coinvolti nel crollo del ponte restando incolumi. La nuova chiesa venne consacrata nel 1881 e l’immagine della Madonna risulta essere un dipinto su tavola di Ferdinando Berti, pittore fiammingo. All'interno il Santuario presenta altri dipinti interessanti di pittori bolognesi tra cui il Samoggia e il Guadassoni e il Sacrario del Cestista (una piccola cappella con un altare in pietra).

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

 

Torna su

 

Ostelli Porretta  Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie  Hotel Porretta

Carte Porretta Terme    Karte von Porretta Terme    Mapa Porretta Terme   Map of  Porretta Terme

Carte Emilie Romagne    Karte von Emilia Romagna   Mapa Emilia Romaña   Map of Emilia Romagna

Carte d'Italie   Karte von Italien        Mapa Italia        Map of Italy   Carte Italie Regions

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal