Festival e manifestazioni a Taormina

Festival e manifestazioni a Taormina

Taormina presenta un panorama culturale ricco di eventi. Molti di queste prendono posto soprattutto in estate, quando la bella stagione permette di godere a pieno delle bellezze storiche e paesaggistiche della città, tra tutte l'anfiteatro antico greco-romano. Troviamo numerosi spettacoli teatrali, così come concerti e dirette televisive, ma soprattutto celebrazioni della tradizione religiosa, traccia della cultura più antica e radicata della Storia di Taormina.

La Festa di San Pancrazio, patrono di Taormina, si svolge i il 9 luglio ed quella che più rispecchia  la lunga storia del territorio. San Pancrazio è stato martire cristiano e primo vescovo. Era originario da Antiochia, battezzato e mandato in evangelizzazione in Sicilia da San Pietro nel 40 d.C. Un legame quello di Pancrazio e Pietro ricordato ancora oggi, con le due statue portate in processione dai fedeli.

Al santo è dedicata l'omonima Chiesa di San Pancrazio, che troviamo presente in stile barocco con il bel portale monumentale nel viale che porta lo stesso nome, poco fuori Porta Messina, e che fu edificata sulle rovine di un tempio greco (il tempio greco di Giove Serapide), del quale è ancora possibile vedere alcune tracce. Nell'interno, riccamente decorato, dietro l'altare maggiore, risalta la statua di S. Pancrazio Antiocheno, raffigurato con pelle scura, in cartapesta, e vestito con decorazione in oro zecchino, seduto nella sua portantina (la cosiddetta Vara): la stessa statua che viene portata in processione durante i festeggiamenti. Il 29 giugno, san Pietro raggiunge San Pancrazio, portati insieme al Duomo.

Il giorno della solenne processione, il 9 luglio, il simulacro viene portato per le vie della città dagli “Sciabbacoti?, i pescatori (San Pancrazio è anche loro patrono), che per l'occasione indossano la divisa bianca con il fazzoletto rosso al collo, i calzoni arrotolati al ginocchio e i piedi scalzi. I due santi vengono portati alla solenne benedizione in piazza IX Aprile e accompagnati dai fedeli alle parole “E chiamamulu cù veru cori. Viva San Brancasiu?, ripetute al suono di grosse conchiglie fino alla conclusione del percorso. Nello stesso giorno i due santi vengono portati anche in piazza Sant Antonio Abate, dove viene reso omaggio alle vittime del Bombardamento della Seconda guerra mondiale, avvenuto a Taormina nel 1943. La tomba di San Pancrazio è ora custodita in un cimitero romano, le spoglia vennero traslate nel 902, prima che  i Saraceni s’impossessassero di Taormina.

Altra festività religiosa molto sentita e partecipata è la Festa della Madonna della Rocca, che ricorre nella terza domenica di settembre. Si tiene presso la chiesa che sorge nella roccia del monte poco sopra Taormina, e a pochi metri dalle rovine dal Castello saraceno e nei pressi di un piccolo eremo ormai in disuso. La chiesa è del XII secolo ed è legata alla leggenda del dipinto nella roccia: la tradizione racconta di un piccolo pastorello originario di un vicino borgo medievale (odierna Castelmola), il quale riparatosi da un forte temporale con il gregge in questo stesso luogo ebbe in visione la Madonna con in braccio il bambino Gesù, la cui figura rimase più tardi impressa nella parete rocciosa (da qui il nome).

Nove giorni prima della celebrazione, al mattino presto, la chiesa si riempie di fedeli per la recita del santo rosario (la cosiddetta Novena). Già una settimana prima dell'evento si incominciano a notare i segnali che anticipano la festa, con le bancarelle che caratterizzano la strada che conduce alla chiesa su al monte, mentre nell'aria si fan sentire i sapori tipici del territorio (la 'calia', un misto cotto al forno di semi, nocciole e ceci, e della carne di agnello,  la cosiddetta 'carne infornata'). Nei giorni delle celebrazioni l'antico simulacro viene portato in Piazza S. Abate e quindi  in processione verso la chiesa di San Pancrazio con sosta in Piazza IX Aprile per la benedizione, fino alla solenne incoronazione nel Duomo di Taormina.

Le celebrazioni della Pasqua di Taormina si concentrano nella “Processione dei Misteri del Venerdì Santo?, tradizionale rappresentazione della Passione di Gesù Cristo, che qui assume una connotazione particolarmente suggestiva, al tramonto e in un paesaggio naturale come quello di Taormina. La processione è illuminata dalle sole torce dei lumini e caratterizzata da centinaia di consorelle, donne vestite di nero in segno di lutto. Si avvia lungo le strade storiche della città, Corso Umberto I in particolare, e in cammino precedono le statue sacre del Cristo Morto, dell’Addolorata e dell’Ecce Homo, dando così  inizio al lungo corteo funebre. Le donne sono precedute da  numerose fanciulle vestite di bianco, ad esse il compito di simboli del Martirio di Cristo (i Misteri) e cioè la croce, la borsa con i trenta denari, la corona, la lanterna, il gallo, i chiodi e gli arnesi per la flagellazione.

Se visitate Taormina nel mese di maggio potreste assistere alla Festa del Corpus Domini. Le chiese e il centro vengono decorati a festa, le strade abbellite con le classiche infiorate, disegni sacri  suggestivi realizzati con i petali dei fiori, che poi serviranno da tappeto per la tradizionale processione.

L'anno a Taormina è intriso di manifestazioni culturali di rilievo, tra concerti, rassegne cinematografiche e opere teatrali, molte delle quali sono rappresentati nel Teatro antico o vengono condivise con le vicine località di Castelmola, Letojanni o Forza d'Agrò. Ad aprile solitamente è la volta del Food & Flower Weekend, mentre a giugno è la volta del Taormina Book Festival – TaoBuk, solitamente nella terza settimana del mese. Nello stesso mese Taormina Arte ravviva residenti e visitatori con la consueta rassegna ricca di appuntamenti, tra teatro, musica, danza, arte e opera lirica. Così anche tra giugno e luglio, quando si conferma il Taormina FilmFest, uno dei principale eventi cinematografici italiani. a ottobre è la volta del Taormina Jazz Festival, importante appuntamento della scena nazionale e internazionale del settore.

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazione interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ci offri una pizza :) ), così ci aiuterai ad andare avanti per quanto possiamo e a scrivere e offrire la prossima guida gratuitamente.:  Paypal

 

Torna su

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal