MASSA

VISITARE MASSA INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

Alle pendici delle Alpi Apuane, nella Valle del Frigido e a 5 km dal mare, troviamo la città di Massa, cittadina medievale dominata dal cinquecentesco castello di Malaspina. Situata nella parte settentrionale della regione Toscana, là dove mare e terra si uniscono in uno stupendo contrasto naturale, la città prende i tratti caratteristici della costa tosco-ligure, ubicata com'è tra Viareggio, Carrara e La Spezia. Venne menzionata per la prima volta nel IX secolo, quando divenne possedimento dei vescovi dell'antica città etrusco-romana di Luni.

 

Massa Successivamente passò attraverso numerose mani, prima di cadere sotto il governo della famiglia Malaspina nel 1421. Dal XV secolo e fino al XIX divenne sede principale del suo ducato, quello di Massa-Carrara (attuale provincia). La parte più moderna di Massa si sviluppa verso il mare e la si riconosce nell'area intorno al porto. La sua popolazione è di circa 71.000 abitanti, distribuiti in cinque circoscrizioni. La zona è di alto livello turisticoe ospita anche una concentrazione di industriale ed artigianalidi circa 600 attività: è infatti situata all'interno della cosiddetta Zona Industriale Apuana, con una occupazione diretta di oltre 7.000 persone. Insieme con la gemella Carrara, Massa è conosciuta in tutto il mondo per l'estrazione e la produzione del celebre marmo (Michelange lo usava visitare le cave di persona per scegliere i blocchi di marmo da cui avrebbe 'ritagliato' i suoi capolavori). Grazie alla loro posizione, estremamente vicine l'uno con l'altra, Massa e Carrara vengono spesso indicate come se fossero una singola città. Tuttavia, esse sono ancora oggi due città completamente distinte.

Massa Nel corso dei secoli, Massa è stata influenzata dalla dominazione della famiglia Malaspina, che la governò tra i secoli XV e XVI, organizzandone anche l'assetto urbano. Questo venne tuttavia riassettato nel corso del XIX secolo con Elisa Baciocchi, sorella di Napoleone, che all'epoca governava come Granduchessa di Toscana. Ella ebbe enorme influenza sull'architettura della città: da un lato riuscì ad riorganizzare e migliorare alcune aree del centro storico, dall'altro tuttavia vennero eliminate le antiche testimonianze precedenti, tanto che oggi sono poche le tracce di origine medievale.

Uno dei pochi esempi del primo patrimonio storico di Massa ci perviene dall'imponente Castello dei Malaspina, l'edificio più importante, ben visibile anche in lontananza. La Rocca, come viene spesso riferita, venne costruita tra i secoli XV e XVI (nonostante vi è testimonianza di una presenza simile intorno all'anno 1000), nel classico stile medievale: uno sperone roccioso arroccato nel rione di Massa Vecchia. Furono gli Obertenghi a dare origine alla prima fortificazione, con un'unica torre, intorno nel XI secolo. Anche il grande imperatore Federico Barbarossa ebbe modo di legare il proprio nome al castello (assegnandolo ad uno dei Malaspina), così come Castruccio Castracani, il famoso condottiero ghibellino di Lucca, che lo ampliòdurante il suo breve governo. Oggi, il castello si ammira in tutto il suo splendore medievale ma anche rinascimentale: una cinta muraria arricchita da bastioni e ristrutturazioni avvenute durante il XV secolo. Affreschi e decorazioni in marmo allietano la presenza estetica del complesso.

Massa Un tempo Massa era circondata da mura, espressamente volute dal principe di Massa Alberico Cybo-Malaspina. Furono completate nel 1667 ma demolite in parte nel 1860 a seguito della nuova urbanizzazione della città, che andava espandendosi verso il mare. Oggi a ricordo delle antiche mura, rimangono cinque porte: Porta Martana, Porta Quaranta, Porta del Castello Malaspina, Portone (o Porta di San Salvatore). Il lascito storico originatesi nel XVI secolo grazie alla famiglia Cybo è altrettanto importante; costoro erano dei nobili genovesi stabilitisi nel ducato di Massa grazie al matrimonio tra Lorenzo Cybo e Ricciarda Malaspina, ultima erede della sua famiglia. Il Palazzo ducale Cybo-Malaspina è uno dei monumenti più interessanti, costruito nel 1557 e oggi sede della Prefettura. Conosciuto un tempo anche come Palazzo Rosso, venne edificato per volere di Alberico I di Cybo Malaspina ma completato esattamente un secolo e mezzo oltre. Il Palazzo è di grande effetto architettonico (settecentesco, di colore rosso scuro e con finestre decorate da stucchi marmorei), si affaccia sulla piazza Aranci, così chiamata per i caratteristici filari di aranci che la cingono nei tre lati, dominandone l'estetica. Consigliamo la visita agli interni e al cortile riccamente decorati.

Un altro interessante momento di visita è la Villa della Rinchiostra, così voluta da Teresa Pamphili Cybo Malaspina nel 1675. La villa attuale, dopo diverse estensioni e ritocchi, ci perviene oggi in tutta la sua qualità di grande residenza patrizia a tratti rinascimentale, in stile romantico britannico o neoclassica. Acquisita nel XIX secolo da alcuni privati inglesi, il loggiato e lo splendido parco sono oggi di proprietà del comune di Massa. Anche la Villa Massoni è una delle dimore storiche della città, venne infatti edificata nel XVI secolo.

Tra gli edifici religiosi presenti si citano in particolare: il Duomo-Cattedrale di San Pietro e Francesco, interamente realizzato in marmo e con all'interno una fonte battesimale, una Madonna del Pinturicchio, le tombe dei Malaspina e un presepe XVI secolo; la chiesa di San Sebastiano, moderna (completata nel 1978) e decorata con murales di Dino Cellino; la chiesa di San Giovanni decollato (1639-1641), che ospita dipinti di Luini e di Domenico Fiasella; la chiesa del Carmine (o di San Giacomo) del 1554, annessa al Monastero femminile di Santa Chiara; la chiesa dei Cappuccini del XVII secolo con Orto Botanico; chiesa di San Rocco, che ospita tra l'altro un crocifisso ligneo di Michelangelo. Diverse altre sono presenti in città.

Massa Spostandoci dal centro della città troviamo l'Orto Botanico delle Alpi Apuane Pietro Pellegrini (3 ettari), un altro luogo di sicuro interesse: una riserva naturale e giardino botanico situato a 900 metri di altitudine in Pian della Fioba. Scendendo verso il mare, a pochi minuti, si arriva fino all'elegante stazione balneare di Marina di Massa, collegata alla città da un lungo viale alberato. Lussureggianti pinete e maestosi monti alle spalle sembrano incorniciare mare e aria leggera, così tanto amati anche da personaggi come Leopardi e Carducci. In effetti, l'importanza di > Massa è dovuta soprattutto alle sue spiagge, agli stabilimenti balneari che risalgono ai primi anni del 1800, ai bagni termalie al benessere indotto dalle sue acque. Sceglietela per la bella architettura Liberty, per la spiaggiadi sabbia finissima, per le attrezzature balneari e per la bella atmosfera che si respira in città. Numerosi i bar, ristoranti, le caffetterie e le boutique di design sempre molto adatte per lo shopping di ultima tendenza. Eccezionale l'accoglienza alberghiera.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Massa   Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Massa

Carte Massa Karte von Massa  Mapa Massa Map of Massa

 Carte de la Toscane     Karte von Toskana     Mapa Toscana     Map of Tuscany

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy