Museo dell'Ambra a Vilnius

Advertisement

Museo dell'Ambra a Vilnius

 

Il museo dell'Ambra di Vilnius è sicuramente una meta interessante,  custode di tesori naturali e di gioielli preziosi. L'ingresso è gratuito. ll museo-negozio si trova proprio nel centro città e una visita è fattibile anche avendo poco tempo. L'ambra è una pietra organica, una resina fossile antica, che ha 250 sfumature di colore e le sono attribuite proprietà curative. Nel museo troverete un pezzo di ambra gigante di oltre 3 kg, riproduzioni di amuleti antichi di 3000 anni,  manufatti pregiati di gioielleria e bigiotteria e un negozio dove comprare vera ambra a prezzi convenienti (vedremo dopo perché ho parlato di "vera ambra").

 

Advertisement

Cosa troverete in questo articolo:

  1. Cosa è l'ambra

  2. Quanto può essere grande un pezzo di ambra?

  3. Le inclusioni

  4. Perché solo piccoli insetti?

  5. Proprietà curative?

  6. Il Museo dell'ambra

  7. La collezione

  8. Vendita dell'ambra

  9. Ambra vera o falsa, come riconoscerla

  10. La Via dell'ambra

1. Cosa è l'ambra

Museo dell'Ambra a VilniusL'ambra non è una pietra né un minerale, è un materiale organico, qualcosa di vivo, che s'infiamma facilmente e se strofinato con un panno di lana, si carica di elettricità. Si tratta infatti di una resina fossile, originatesi nelle foreste che coprivano il nord Europa. In pratica la resina naturale nel tempo si è solidificata fino a indurirsi come pietra, dando vita a pezzi distinti tra di loro, diversi per forma, dimensione e riflessi. Il colore e la sua naturale trasparenza sono talmente unici da aver generato un aggettivo, ovvero "ambrato". La resina è stata nel corso del tempo esposta a temperature e condizioni meteorologiche diverse. Ne è risultata una varietà nelle proprietà chimiche e fisiche. Pertanto, molti pezzi di ambra sono diversi per forma, durezza e trasparenza, anche se sono stati trovati nello stesso luogo.

2. Quanto può essere grande un pezzo di ambra?

Le dimensioni di un pezzo di ambra variano da quelle di una briciola a quelle di barre di un metro di lunghezza e circa 10 kg di peso. Il pezzo più grande del mondo 9,81 kg si trova nel Museo di Scienze Naturali di Berlino. Nel museo di Vilnius troverete un pezzo di ambra di 3 kg!

3. Le inclusioni

Alcuni tipi di ambra racchiudono nella loro materia minuscoli elementi vegetali o animali, come resti di insetti quali zanzare, cavallette, formiche, o anche bollicine di ossigeno, intrappolate per sempre nell'ambra. Questi pezzi unici sono come foto istantanee fatte 50 milioni di anni fa! La resina appiccicosa difatti ha messo in trappola insetti ed animali (anche lucertole) preservandoli per sempre. Così si sono formate le inclusioni...

Si è tentato di "estrarre" l'inclusione dall'ambra ma è stato un fallimento perché l'inclusione è andata distrutta. Questo perché gli organi interni degli organismi intrappolati si sono decomposti e solo le loro strutture superficiali sono sopravvissute e si possono osservare fin nei minimi dettagli. Poter comparare le specie attualmente esistenti con le specie che sono intrappolate nell'ambra, permette agli scienziati di tracciare l' evoluzione di questi organismi viventi.

4. Perché solo piccoli insetti?

Perché gli insetti più grandi erano abbastanza forti da sfuggire alla viscosità della resina. Gli insetti che non volavano in primavera, quando gli alberi trasudavano resina,  difficilmente si trovano nell' ambra. Ad eccezione di 6 lucertole e 1 geco, i vertebrati completi sono estremamente rari nell' ambra baltica. In mostra troverete un'ambra con lucertola inclusa! Solitamente troviamo intrappolati nell'ambra insetti piccoli e ragni. Trovare molluschi o vertebrati è estremamente raro. Nel museo trovate un esemplare incredibile, un pezzo di ambra con all'interno una conchiglia di lumaca. In media, solo 1 su 1000 inclusioni è di origine botanica. Il motivo principale è che le piante, a differenza degli animali, potrebbero venire a contatto solo passivamente con la resina.

5. Proprietà curative?

Fin dai tempi antichi si riteneva che l'ambra avesse delle proprietà curative. La tradizione popolare narra di lavoratori d'ambra usciti indenni dall'epidemia della peste. Anche la medicina le riconosce funzioni antinfiammatorie e immuno-stimolanti, come per esempio l'essere d'aiuto al corretto funzionamento della tiroide e del fegato, combattere tosse e raffreddore e pacificare gli impetuosi. (questo grazie alla forte presenza di acido succinico nella sua composizione).

6. Il Museo dell'ambra

Museo dell'Ambra a VilniusSi accede al museo da un pittoresco vicolo, al Šv. Mykolo g. 8. L'edificio che ospita il museo fu costruito nel XVII secolo, e seppur piccolo, presenta una concentrazione di stili interessanti (barocco, gotico, rinascimentale e classico). 

L'ingresso è gratuito. Orario di apertura: Tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00.

 

Indirizzo:

Museo Galleria dell'Ambra - indirizzo Sv.Mykolo str. 8, Vilnius, Tel: +370 5 2623092

Centro d'arte dell'ambra baltica - indirizzo Sv.Mykolo str. 12, Vilnius, Tel: +370 5 2120499

7. La collezione

La collezione interna del museo è organizzata su diversi piani:

- al piano superiore troviamo le creazioni artistiche di gioielleria e bigiotteria;

- a quello seminterrato, la collezione archeologica, e lungo il percorso un itinerario storico che racconta la storia che lega Vilnius all'ambra;

- in esposizione una grande gemma del peso di 3 kg, rari pezzi d'ambra di colore bianco, ma anche nero, rosso, verde o blu, e ambra con anima interna (dimora di antichi insetti o fossili di conchiglia).

Nel museo si può visitare anche il tesoro di  Juodkrante, una ricostruzione di 434 reperti provenienti dal periodo neolitico, la più grande collezione archeologica al mondo, ritrovata nella metà dell'Ottocento durante degli scavi nella penisola curlandese (penisola di NeringaKuršių nerija in lituano), una splendida striscia di terra protetta dall'UNESCO e situata lungo la costa baltica tra Lituania e Russia. 

Non è tutto. Il percorso museale include anche il piano inferiore dell'edificio, dove sono custoditi altri tesori: un complesso di fornaci del XV secolo, utilizzato per la cottura di ceramiche, più altri pezzi antichi di secoli, pezzi di ambra naturale, e un settore dove si possono acquisire informazioni su come distinguere la vera ambra dalle imitazioni.

A fianco del museo, al civico 12, è presente il Centro d'arte dell'ambra baltica, rappresentazioni artistiche della Via dell'ambra, con laboratorio, e un luogo rappresentativo del rituale un tempo praticato dagli antichi pagani.

8. Vendita dell'ambra

Presso il museo è possibile acquistare in modo etico e conveniente ambra in varie forme: amuleti, orecchini, gioielli, pezzi da collezione. I prezzi sono abbastanza allineati al mercato ed il negozio rilascia un certificato che garantisce l'origine e la lavorazione lituana.

9. Ambra vera o finta ambra?

Esiste un ambra che non è vera ambra, si tratta dell'ambra fusa/plasmata. A metà del XIX secolo gli scienziati scoprirono infatti come sintetizzare le preziose sostanze naturali e l' ambra baltica cadde preda della falsificazione. Oggi la falsificazione dell' ambra (soprattutto le inclusioni) è molto diffusa. Chi conosce solo poche cose sull' ambra potrebbe essere ingannato.

Ma come si fa a riconoscere l'ambra vera da quella falsa? Prima di tutto l'odore, la resina riscaldata ha un buon odore di pino, quella falsa odora di plastica bruciata; la resina vera ha una densità specifica leggermente inferiore a quella dell'acqua salata pertanto galleggia (se affonda non è ambra insomma...); non è facile assicurarsi che l'ambra sia naturale, il modo più sicuro e rapido è  acquistarla in negozi affidabili, meglio ancora se in grado di fornire un certificato che attesta che si è comprato vera ambra. Nel museo c'è uno shop carino e affidabile.

Resine fenoliche. Spesso questo materiale si trova nelle perle artificiali di ambra. Queste perle ambrate hanno una forma particolarmente precisa (ovale, sfaccettata), il colore è molto simile a quello dell' ambra reale (rosso scuro, arancione giallo e trasparente). Riscaldando non si sente odore di resine di pino, caratteristica dell' ambra baltica.

Un ultima cosa se gli inseriti insetti troppo grandi e troppo belli è probabile che si tratti di un falso.

Inoltre, l'ambra strofinata con un panno di lana attira piccoli pezzi leggeri di carta o materiali simili. La superficie dell' ambra quando strofinata con un panno produce una carica elettrostatica negativa attirando pezzi leggeri di materiale, fili e simili; gli antichi Greci diedero all' ambra il nome di "elettrone" da cui derivava il termine moderno "elettricità".

10. La via dell'ambra

L’ambra del Mar Baltico è da sempre considerata tra le più preziose al mondo. La Via dell’Ambra è oggi un percorso turistico lungo la costa del Mar Baltico che si snoda da Kaliningrad fino alla Lettonia e conduce alla scoperta della storia, dei processi di lavorazione e produzione dell'ambra. Fanno parte del percorso in particolare: la Galleria Mizgiris a Nida; la Baia dell’Ambra a Juodkrante (famosa per il maggior ritrovamento archeologico di ambra, oltre 400 gioielli antichissimi, il cosiddetto Tesoro di Juodkrante); il Museo Minore della Storia di Lituania; Karklė, piccolo villaggio con la spiaggia un tempo ricca di ambra; il Museo dell’Ambra di Palanga, nel castello del Conte Tiškevičiai con il suo laboratorio dove si può conoscere il processo di lavorazione dell’ambra, dalla materia prima al prodotto finito e acquistare i pezzi realizzati dagli artigiani.

Copyright © Informagiovani-italia.com

Dove si trova?

 

Torna su


Ostelli Vilnius   Ostelli Lituania  Hotel Vilnius   Hotel Lituania

Carte de la Lituanie     Karte von Litauen   Mapa de Lituania  Map of Lithuania

Carte de Vilnius       Karte von Vilnius       Mapa Vilnius     Map of Vilnius

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal