IDEA IMPRENDITORIALE

Informagiovani Italia

Forum Informagiovani

Lavorare in Europa

 Mestieri e Professioni

Mettersi in Proprio

Idee imprenditoriali

Imprenditoria femminile

Iniziare un'attività? Chiedi al SUAP

Lavoro autonomo o dipendente?

Regimi contabili

Forfettone

Energia pulita Energia Pulita

  Termini Finanziari

Viaggi Italia Viaggiare in Italia

Viaggiare in Europa

 

 

Sei qui :  Come mettersi in Proprio Idee imprenditoriali > L'idea imprenditoriale

idea imprenditorialeL'IDEA IMPRENDITORIALE

"Il valore di un'idea sta nel metterla in pratica". Thomas Alva Edison

Trovare l'idea è sicuramente la prima difficoltà che il potenziale imprenditore incontra sul suo cammino. Naturalmente non esiste un percorso definito che porti ad una nuova idea, ma sicuramente si può preparare un terreno favorevole alla sua individuazione, adottando uno spirito d'osservazione e di critica costruttiva e sviluppando la propria curiosità.  Come?

 

Osservando, ad esempio:

  • la realtà economica locale, nazionale ed internazionale leggendo quotidiani economici e pubblicazioni specialistiche, in modo da ottenere informazioni sull'andamento dei diversi settori di attività e sulle loro possibilità di espansione o contrazione;

  • la vita quotidiana, cioè lo stile di vita degli altri; l'opportunità di avviare un'attività potrebbe nascere proprio dall'assenza o scarsità di concorrenza in un determinato settore. Anche le attività coltivate al di fuori del contesto lavorativo (come gli hobby e gli interessi) sono indicative di capacità e competenze che spesso sottovalutiamo e che, invece, potrebbero essere uno spunto per la creazione di una nuova attività;

  • l'ambiente di lavoro, sia che ci si trovi in una grande azienda o in una piccola impresa, consente di individuare il campo specifico di attività dove potersi cimentare, la concorrenza, i clienti con le loro esigenze e l'evoluzione del settore;

  • le idee degli altri (l'articolo prosegue sotto).

 

Anche se nessuna delle strade proposte vi è di aiuto per individuare un'idea, non è questa una buona ragione per rinunciare! Può darsi che abbiate, comunque, i requisiti indispensabili: l'entusiasmo, le capacità gestionali e la voglia di riuscire. In questo caso potreste pensare di trovare un socio che abbia un'idea da sviluppare insieme oppure esaminare una forma di franchising in un settore di attività che interessa e che sia compatibile con le competenze acquisite.


L'IDEA NON DEVE ESSERE A TUTTI I COSTI GENIALE O ORIGINALE: E' PIU' IMPORTANTE CHE SIA CHIARA E REALIZZABILE.

Molti di noi hanno     "idee e sogni chiusi nello sgabuzzino", pensateci, rispolverate quella parte accantonata di voi che ancora amate e provateci, impegnatevi.

Leggete le nostre     Idee imprenditoriali già realizzate e anche le sezioni    Imprenditoria femminile,      Donne imprenditrici e belle idee,     Lavoro autonomo o dipendente?

La verifica dell'idea

In ogni caso, sia che abbiate voi stessi un'idea, sia che vi appoggiate a quella di qualcun'altro, è necessario testarla, cioè verificarla nel concreto.
Si può iniziare ponendosi questa domanda:
"La mia idea può dar vita ad un progetto realistico?"
Per rispondere a questa domanda è necessario rimanere "con i piedi per terra" e:

  • definire l'idea dettagliando il più possibile qual è il prodotto o servizio che si vuole offrire, qual'è il mercato a cui ci si rivolge, in che cosa ci si differenzia rispetto ai prodotti o servizi già esistenti;

  • ricercare altre informazioni consultando libri, studi monografici, ricerche che hanno per oggetto il settore in cui si desidera operare;

  • raccogliere pareri di esperti e non, è molto importante sottoporre l'idea a qualcuno che non sia coinvolto come voi, ma che potrebbe essere un potenziale cliente, avere delle competenze tecniche specifiche, avere un'esperienza imprenditoriale oppure conoscere la concorrenza;

  • far emergere gli ostacoli, in merito vi sarà di grande aiuto il confronto con l'esterno; le persone con cui parlerete vi aiuteranno a far emergere o evidenziare eventuali ostacoli che dovrete superare e le incoerenze tra l'idea e le competenze, l'idea ed il mercato di riferimento, l'idea e le risorse da investire.

Il progetto d'impresa

Appurato che la vostra idea possiede basi realistiche, ossia che gli ostacoli non sono insormontabili e che esistono possibilità reali di sviluppo, occorre procedere per predisporre il vostro progetto d'impresa. L'iter che di seguito vi suggeriamo vi consente di lavorare su alcuni elementi chiave su cui si regge un'impresa, in modo da arrivare a definire un progetto il più possibile aderente alla realtà.

  • L'imprenditore e il suo progetto
    Una buona idea non è sufficiente a determinare il successo di un'impresa; occorrono anche un insieme di competenze che il futuro imprenditore dovrà acquisire: saper produrre, saper vendere e saper gestire.

  • Il prodotto/servizio e il suo mercato
    Si tratta di definire le caratteristiche del prodotto/servizio e di capire in che contesto volete inserirvi, realizzando un'indagine di mercato. Conoscere la domanda e l'offerta è infatti, indispensabile per prevedere il livello delle vendite ed il prezzo di vendita e, di conseguenza, per ipotizzare la capacità produttiva dell'azienda e la politica commerciale da adottare per farla crescere.

  • Le risorse tecniche, umane e finanziarie
    Dovrete decidere se cominciare l'attività contando solo sulle vostre forze oppure affidando a terzi una parte delle operazioni. Qualunque sia la strada che intendete percorrere, occorrerà infatti, determinare le risorse finanziarie di cui avrete bisogno e valutare se esistono agevolazioni di cui potreste usufruire.

Se al termine di questo percorso il progetto dovesse presentare ancora troppi "forse", potreste scegliere fra le seguenti alternative:

  • rinviare la realizzazione del progetto ad un momento successivo;

  • modificare alcuni aspetti senza stravolgere completamente l'idea di base, per non trovarvi poi a lavorare in un contesto che non vi piace;

  • abbandonare definitivamente l'idea.

Se invece il progetto poggia su basi concrete si può procedere con la verifica della fattibilità e della redditività.

Consultate per iniziare un'attività il SUAP    sportello unico attività produttive del vostro Comune.

 

Torna su