Legge 135/97 per giovani agricoltori

Advertisement

Sei qui :  Come mettersi in Proprio > Legge 135/97 per i giovani agricoltori

 

Finalità

Questa norma è finalizzata ad incentivare iniziative imprenditoriali in campo agricolo, da parte di giovani, in aree definite dall'Unione Europee "in ritardo di sviluppo" o a "declino industriale" o "rurali svantaggiate".

Destinatari
La legge si rivolge ai giovani che intendono diventare imprenditori agricoli subentrando ad un parente entro il secondo grado (genitori, nonni, fratelli/sorelle) nella conduzione dell'azienda agricola assumendone la responsabilità ai fini civili e fiscali. Possono accedere alle agevolazioni anche i giovani che già sono imprenditori agricoli, e che intendono subentrare al parente per ampliare la propria attività.

Advertisement

Il giovane deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • qualifica di imprenditore agricolo a titolo principale (tale qualifica può essere conseguita entro e non oltre due anni dalla data di ammissione alle agevolazioni);

  • età compresa tra i 18 e i 36 anni (non compiuti alla data di presentazione della domanda).

Il parente (conduttore uscente) deve avere il legittimo possesso dell'azienda a titolo di proprietà di affitto, di comodato o di uso, dal 24 maggio 1997 e fino alla data di presentazione della domanda.
La residenza del giovane e la sede dell'azienda devono ricadere in uno dei territori di applicazione della legge (al momento della presentazione della domanda).

Iniziative finanziabili
La legge finanzia progetti nel settore della produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti in agricoltura, comprese la attività di agriturismo. Sono agevolate solo le ditte individuali e gli investimenti non possono superare i due miliardi di lire. Sono escluse le attività espressamente escluse dalle vigenti normative dell'Unione Europea e le attività che prevedano la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli in misura superiore al 100% della corrispondente produzione agricola aziendale (non è possibile ad esempio inserire in progetto un'attività di trasformazione per più di 1.000 quintali di pomodori se la produzione aziendale prevista a regime è di 5.000 quintali di pomodori).

Agevolazioni

La legge 135 prevede agevolazioni finanziarie e servizi reali nella fase di inizio (start-up)Comprendono spese di investimento e spese di gestione. Le spese di investimento prevedono contributi a fondo perduto e mutui a tasso agevolato calcolati secondo i limiti stabiliti dall'Unione Europea. In particolare nel Sud i finanziamenti possono arrivare a coprire anche il 90% dell'investimento, mentre al Centro Nord si arriva al 60-80%.

Le spese possono riguardare: studio di fattibilità comprensivo dell'analisi di mercato; opere edilizie per la realizzazione sia di strutture strettamente connesse con l'attività produttiva (ricoveri bestiame, fienili, serre, impianti di trasformazione, ecc.), che di strutture necessarie per la produzione (casa appoggio, rimesse, approvvigionamento idrico, cisterne, ecc.); opere agronomiche e di miglioramento fondiario (opere di sistemazione dei terreni, piccola viabilità frangimenti, recinzioni, scasso, spietramento, ecc.); acquisto animali e piante madri; allacciamenti; macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica; altri beni materiali ed immateriali che servano per diversi anni al ciclo produttivo e all'esercizio. Non sono ammissibili le spese per l'acquisto del terreno e per la costruzione di immobili rurali non strettamente connessi con l'attività produttiva.

Le spese di gestione prevedono contributi a fondo perduto determinati sulla base dei massimali di aiuto prefissati dall'Unione Europea, per un periodo di due anni a partire dalla data di avvio dell'attività produttiva, per un massimo di 800 milioni. Sono considerate ammissibili le spese per: materie prime, semilavorati, prodotti finiti da utilizzare per il ciclo produttivo, prodotti finiti da utilizzare per la sola attività di commercializzazione, servizi ricevuti per l'attività di progetto, oneri finanziari. Non sono ammissibili invece le spese per: canoni di locazione per immobili e terreni, oneri relativi al mutuo agevolato, oneri derivanti da debiti con fornitori, imposte, tasse, oneri contributivi e previdenziali, salari e stipendi, spese di rappresentanza, spese legali e per arbitrati.

I servizi reali nella fase di start-up comprendono:

  • prima della presentazione del progetto, servizi di informazione e di accompagnamento alla progettazione per offrire ai giovani gli strumenti teorici per elaborare al meglio il proprio business plan;

  • dopo l'approvazione del progetto, servizi di formazione imprenditoriale sulla gestione d'impresa e servizi di assistenza tecnica attraverso l'abbinamento con un tutor (un'impresa leader di settore o un?affermata società di consulenza a prevalente vocazione agricola) in grado di facilitare la risoluzione dei numerosi problemi connessi alla fase di avvio dell'attività.

Procedure
Per accedere alle agevolazioni occorre presentare una domanda, secondo un fac simile riportato su un'apposita guida (disponibile presso le competenti Camere di Commercio) alla Sviluppo Italia S.p.A sede di Roma o sedi regionali ove presenti, organismo a cui stata affidata la gestione della legge, che ha il compito di decidere sull'eventuale ammissione dei progetti alle agevolazioni.
Alla domanda deve essere allegato un convincente progetto d'impresa (studio di fattibilità o business plan) contenente una descrizione dettagliata delle capacità tecniche e professionali del soggetto che richiede le agevolazioni, la configurazione della struttura agricola in cui si intende subentrare, gli obiettivi, i mezzi e le strategie aziendali. Il business plan, in sostanza, deve dimostrare la fattibilità dell'iniziativa e la redditività dell'investimento proposto.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

Torna su

 

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal