Distretti e zone di Istanbul

Adv.

Distretti e zone di Istanbul

 

Ponte sul Bosforo - IstanbulIstanbul è la città più popolosa della Turchia, il suo centro culturale e finanziario. Situata su entrambi i lati del Bosforo, lo stretto canale tra il Mar Nero e il Mar di Marmara, è l'unica città al mondo a trovarsi tra due continenti, l'Asia e l'Europa. La sua popolazione è stimata tra  i 12 e 19  milioni di persone (al 2010 la popolazione urbana era di 14,3 milioni di abitanti circa), diventando anche uno dei più grandi centri metropolitani in Europa e nel mondo.

Geograficamente la città è divisa in tre principali aree: la parte a nord e sud dello Stretto del Bosforo (Istanbul Bogazi), la linea di demarcazione tra Europa e Asia, l'estuario del Corno d'oro (Haliç), e bisettrice della parte occidentale e del Mar di Marmara (Marmara Denizi) che costituisce il confine verso il sud. La maggior parte delle attrazioni turistiche sono concentrate nella città vecchia, sulla penisola di Sultanahmet, ad ovest del Bosforo tra il Corno d'Oro ed il mare. In tutta l'area del  Corno d'Oro troviamo per esempio i quartieri di Galata, Beyoğlu e Taksim, il cuore della città; mentre Kadıköy è il distretto principale del lato anatolico di Istanbul.

Istanbul è una città unica, un luogo che appare diverso in ogni suo angolo, antico e moderno, europeo e asiatico, tradizionale eppur sempre all'avanguardia. Una città dove il tempo sembra essersi fermato, soprattutto quando si è in visita alla parte più antica; eppure il progresso è tangibile, lo si nota nei trasporti (affiancati ai vecchi e pittoreschi modelli tranviari), nella tecnologia, nella cultura ed in tutto quell'insieme di impegno globale. Istanbul è una città in movimento ed allo stesso tempo mistica, come i Dervisci roteanti della musica Sufi.

Turisticamente e culturalmente consideriamo una suddivisione geografica della città nelle seguenti aree:

Sultanahmet  - IstanbulSultanahmet (parte Europea di Istanbul):

Parte più antica di Istanbul e cioè un  misto di Costantinopoli, Bisanzio e Istanbul Ottomana. Dichiarata nel 1985 parte del Patrimonio UNESCO. L'area è servitissima da trasporti via terra e via mare. Estensioni di linee della metropolitana e tram, nuovi e meno nuovi, bus e funicolari, collegamenti via mare: tutti in corso di continua costruzione o completati, compreso il tunnel nel Bosforo (Marmaray). Una linea moderna di tram serve l'intero centro storico con il distretto di Galata e altri quartieri a nord e nella periferia a ovest. Le maggiori fermate di tram si trovano ad Eminonu, Sirkeci, Gülhane, Sultanahmet, Beyazit e Aksaray. Una linea di metropolitana leggera collega l'aeroporto internazionale di Atatürk attraverso la stazione principale degli autobus di Otogar, al di fuori della città con Aksaray.

La stazione ferroviaria di Sirkeci, con i treni provenienti dall'Europa, è collocata in questa zona. I traghetti da Kadıköy e Üsküdar attraccano presso Eminonu.

In questa zona troviamo la maggiore parte delle attrazioni turistiche della città. I locali la conoscono anche con il nome di 'Eski İstanbul' (antica Istanbul) e cioè la zona un tempo inclusa all'interno delle mura di Costantino; il resto dell'odierna città è stato infatti inglobato dallo sviluppo urbano, e in precedenza altro non era che un insieme di villaggi e di campagna. Furono i greci a fondare il primo nucleo urbano, nel VII secolo a.C. e per l'esattezza nella zona  conosciuta come Sarayburnu (Punta del Serraglio), area oggi occupata dal Palazzo di Topkaki. Le maggiori attrazioni attrazioni turistiche sono situate tutte a poca distanza l'una dall'altra (e si consiglia infatti di girare l'area a piedi) e includono Santa Sofia di Istanbul (Ayasofya) e Moschea Blu, ambedue situate l'una di fronte all'altra nella piazza Sultanahmet (tram: Sultanahmet) e le riconoscete una per i sei minareti (la moschea) e l'altra per i quattro minareti (fu chiesa, moschea ed infine museo). Nella stessa zona troviamo anche la Basilica Cisterna (Yerebatan Sarnici), l'Ippodromo, il Museo archeologico di Istanbul (Arkeoloji Müzesi) raggiungibile alla fermata del tram di Gülhane, il Museo d'Arte turca ed islamica, la tipica strada delle Case Ottomane (Soğukçeşme Sokağı), il bel parco di Gülhane, la chiesa di San Salvatore di Chora (Kariye Müzesi) nella zona di Edirnekapi, il centro della chiesa Ortodossa e cioè il Patriarcato di Costantinopoli (Fener Rum Patrikhanesi) presso la  Sadrazam Ali Paşa Caddesi (area Fener), la Moschea di Solimano (Süleymaniye Camii), il Grand Baazar (Kapalı Çarşı) e Bazar delle Spezie egiziano (Mısır Çarşısı), il grande Acquedotto di Valene  (Bozdoğan Kemeri), parte delle antiche mura di Costantinopoli e i Bagni Turchi più storici.

Galata e Beyoğlu - IstanbulGalata e Beyoğlu (parte Europea di Istanbul):

In quest'area a  nord di Sultanahmet troviamo altre importanti aree d'interesse. Situate lungo il viale pedonale Istiklal, sempre nell'area attorno al Corno d'Oro. L'intera zona, il cuore culturale della città, è anche conosciuta per la vita notturna di Istanbul, i ristoranti ed i locali culturali, nonché gli hotel, gli ostelli e le molte opzioni di alloggio e soggiorno. In lingua locale il quartiere è conosciuto con il nome di Karaköy. Il quartiere si concentra in particolare sulla piazza Taksim, il cuore moderno della città e punto d'incontro delle maggiori festività e celebrazioni nazionali, compreso il Capodanno a Istanbul. Storicamente l'intera zona era conosciuta come un importante colonia genovese e veneziana.  L'area di Beyoğlu si trova a nord di Galata ed è sorta intorno al  1850, al momento della costruzione del grande viale francese Rue Grande de Pera, quello appunto di İstiklal Caddesi. Il quartiere era anche il centro della vita diplomatica, prima del trasferimento della capitale ad Ankara. Il monumento più importante della Piazza Taksim è il Monumento dell'Indipendenza (Istiklal Aniti in turco), che fu costruito dallo scultore italiano Pietro Canonica nel 1928 e raffigura Atatürk, fondatore della Repubblica, comandante militare in capo e statista. Il monumento è oggi il punto centrale delle cerimonie ufficiali a Istanbul. Muoversi all'interno di questa zona è facile e la Istikal Caddesi è completamente pedonale, tranne per la circolazione dei famosi tram degli anni '20. Il modo più semplice per arrivare al viale di Istiklal dalla riva del Corno d'Oro è quello di servirsi del Tünel (la seconda più antica ferrovia sotterranea urbana del mondo, dopo quella di Londra, del 1875). 

Esplorate questa zona per apprezzare l'alta e rappresentativa Torre di Galata (Galata Kulesi), il suggestivo e popolare Ponte di Galata (munitevi di canna da pesca come fanno gli abitanti locali se proprio volete entrare nel vivo della città), alcune chiese di culto cattolico di Istanbul (come la chiesa di Sant'Antonio da Padova, nella piazza di Galatasaray), l'elegante viale di Cezayir e soprattutto la possibilità di apprezzare le famose danze sufi dei Dervisci roteanti presso il Galata Mevlevihanesi (nel Convento della Galipdede Caddesi). Un consiglio in più, non perdetevi un kebab od una tipica pietanza turca dei ristoranti situati al di sotto del ponte di Galata!

Istanbul moderna  - IstanbulIstanbul moderna (parte Europea di Istanbul)

Distretto finanziario ed ultra moderno della città. Si distingue per i quartieri come Elmadag, Nisantasi e Etiler, situati a nord di Piazza Taksim, e tra Mecidiyeköy e Levent-Maslak nel nord. Se volete visitare i più alti grattacieli di Istanbul e della Turchia questa è la parte che fa per voi. Il modo più rapido e pratico per raggiungere questo quartiere è quello di servirsi della metropolitana da Taksim. Gli autobus fanno capolinea a Mecidiyeköy; è inoltre presente anche il metrobus a Istanbul, sistema rapido di transito degli autobus. Visitate questa zona soprattutto per il Museo di Atatürk (Atatürk Müzesi), sulla Halaskargazi Caddesi, zona Şişli, e l'area di Nişantaşı, apprezzabile per diversi edifici in stile Art Nouveau (questo è anche il quartiere natio di Orhan Pamuk, premio Nobel della Letteratura).

Bosforo  - IstanbulBosforo (Parte Europea di Istanbul):

Ed a proposito scrive Orhan Pamuk " prendere il battello del Bosforo per me è molto più che un semplice spostamento all'interno della città: vuol dire intuire tutto insieme lo sfondo, il contesto in cui mi muovo, capire il posto della mia vita...". Senza dubbio, il Bosforo è la vera anima di Istanbul, il luogo nel quale è possibile osservare la città nel suo complesso e nel suo divenire. Il Bosforo è lo stretto situato tra il Mar di Marmara ed il Mar Nero, il lembo di mare che separa l'Europa dall'Asia. Rimane una delle aree più suggestive della città, con verdi colline fiorite, case dell'Ottocento e in stile bohemien, caffetterie sul lungomare, nel complesso un'area edificata per l'elite ottomana della Istanbul dell'Ottocento. L'area è raggiungibile da diverse località centrali, in bus, tram, metro o traghetto (si scelgano in particolare le stazioni di Kabataş e Beşiktaş, dalla piazza Taksim oppure i traghetti del molo di Beşiktaş). Nella zona si ammira in particolare il grande Palazzo di Dolmabahce, il viale Akaretler Caddesi, il suggestivo quartiere sul lungomare di Arnavutköy, la Fortezza d'Europa (Cittadella di Rumeli, del XV secolo), una delle più grandi della Turchia. Da non perdere una delle tante crociere sul Bosforo.

Corno d'Oro  - IstanbulCorno d'Oro (parte Europea di Istanbul):

Ad occidente e a nord della zona più antica della città, troviamo l'estuario che separa la parte europea dall'Asia, uno dei distretti più distintivi. In turco l'area è conosciuta come Haliç, la parola Corno d'Oro deriva dal greco  Hrison Keras (Χρυσόν Κέρας). Nel periodo Ottomano questa era la parte preferita dalla nobiltà ed era chiamata Sadabad. Per raggiungere quest'area ci si può sempre servire del Ponte di Galata (Eski Galata Köprüsü), che ha sostituito quello costruito nel 1912 e che  una volta collegava Eminonu con Karaköy. In quest'area è situato il parco tematico di Miniaturk (nella zona a nord del capo, a Sütlüce).

Bosforo  - IstanbulParte più occidentale di Istanbul:

Quest'area è una delle più residenziali della città ed è formata nel complesso da un insieme di quartieri, tra cui quello di  Bakırköy, che possiamo definire il più conosciuto. In questa zona è situato anche l'aeroporto internazionale di Istanbul Ataturk (IST), lo zoo di Istanbul (Turkuazoo) e i tradizionali quartieri di Agios Stephanos e Yeşilköy.

Parte Asiatica di Istanbul  - IstanbulParte Asiatica di Istanbul (Asya Yakasi):

La Istanbul anatolica (Anadolu Yakasi) è situata ad est dello stretto del Bosforo ed è composta da due quartieri storici: Kadıköy (antica Khalkedon) e Üsküdar (antica Chrysopolis/Scutari), diventati parte della città solo nel tardo Ottocento. Le due aree, europea e asiatica, sono collegate dal Ponte sul Bosforo, trafficatissimo ma indubbiamente sempre molto suggestivo.  Della zona si consiglia di visitare la parte costiera del Bosforo, ricca di edifici in stile XIX secolo e parchi. In quest'area è situata la stazione ferroviaria di Haydarpaşa, capolinea dei collegamenti da e per l'Asia, comprese regioni mediorientali come l'Iran. Non si mancherà di ammirare l'architettura dell'edificio della stazione, costruito dai tedeschi nel 1908 in uno stile distintivo da castello teutonico. Oltre ai normali collegamenti via mare, sono anche disponibili i traghetti veloci da luoghi come Bakırköy per Kadıköy o il molo di Bostancı. Non si manchi di visitare lo splendido viale pedonale di Bağdat Caddesi, il parco di Çamlica, il Palazzo di Beylerbeye (nella parte estrema del Ponte sul Bosforo).

Isole del Principe  - IstanbulIsole del Principe:

Le isole di Istanbul sono le isole estive per la maggior parte degli abitanti della città, occasione di fuga dall'intenso traffico urbano e tradizionali località di villeggiatura per i ricchi sin dal XIX secolo. Si compongono di un arcipelago di nove isole... senza automobili. Alcune sono piccole, altre più grandi e si caratterizzano per gli splendidi palazzi in legno, le foreste di pini verdeggianti e l'armonia tra natura ed edifici urbani. Le isole principali sono Kınalıada, Burgaz, Heybeliada e Büyükada e Sedef, a sud  troviamo quelle non abitate di Tavsan, Kasik, Yassiada e Sivriada. L'unico modo per arrivare alle isole è via mare: dal lato europeo di Istanbul si può partire da Kabataş, mentre dalla parte asiatica, i moli con un collegamento per le isole si trovano a Kadıköy e Bostancı.

 

Torna su

Ostelli Istanbul  Ostelli Turchia  Hotel Istanbul  Hotel in Turchia

Carte de Istanbul  Karte von Istanbul    Mapa Estambul    Map of Istanbul

Carte Turquie  Karte von Türkei   Mapa Turquía   Map of Turkey

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal