HANNOVER

VISITARE HANNOVER  INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

Situata nel nord della Germania, sulla riva del fiume Leine, Hannover, la capitale della Bassa Sassonia, è un luogo incantevole. Una città che ha condiviso per quasi un secolo il proprio regnante con la Gran Bretagna, sede di uno dei più importanti centri fieristici d'Europa – che ospita tra gli altri il CeBIT (la più grande fiera del Information Technology o IT europea) ed ha ospitato EXPO 2000, accogliendo 20 milioni di visitatori da tutto il mondo – una metropoli moderna situata in una posizione strategica, facilmente raggiungibile da ogni punto d'Europa, sede di numerosi istituti di ricerca e di sviluppo e di università all'avanguardia.

 

Anche se gran parte della città fu rasa al suolo dai bombardamenti alleati nel corso della Seconda guerra mondiale, rimangono numerose testimonianze medievali di particolare pregio: per primo il centro storico, con la piazza del mercato ed i suoi caratteristici edifici in legno, e il Rathaus palazzo del municipio del XV secolo. Il centro storico è dominato dalla grande Marktkirche (chiesa del mercato); troviamo anche il vecchio palazzetto dello sport, che ora è un teatro, chiamato Ballhof. Ai margini del centro storico, ci sono il mercato coperto, il Palazzo Leine e le rovine della Chiesa Aegidien, lasciata appositamente così come memoriale della Seconda guerra mondiale, dedicato alle vittime di ogni guerra e di ogni violenza.

Come molte delle grandi città tedesche, Hannover unisce la sua storia antica ad un volto moderno, e rimane senza dubbio una meta attraente, offrendo numerosi servizi, negozi e locali (ci sono per esempio più di quaranta teatri), così come richiesti dal viaggiatore moderno. Altrove, la città offre un elegante parco, un grande zoo ed una serie di interessanti musei e gallerie.

Mentre esplorate la città, vi capiterà di notare che Hannover ha un lato eccentrico, rilevato nella sua arte di strada e cominciato negli anni Settanta, composto da una miriade di creazioni innovative di forme multicolori a sculture stravaganti. Molte delle fontane della città ed anche un certo numero di fermate degli autobus sono uniche, perché create da singoli artisti. Il calendario della città è ricco di festival importanti, come il Schützenfest Hannover, antico di 500 anni, il più grande festival di tiro a segno del mondo (per chi fosse interessato); il punto culminante di questo festival è la gigantesca sfilata di 12 km con oltre 12.000 persone provenienti da tutto il mondo, 128 bande e più di 70 carri, carrozze e veicoli. É la sfilata più lunga d' Europa ed attira due milioni di spettatori. La città ospita anche l'Oktoberfest di Hannover, il secondo più grande Oktoberfest al mondo dopo quello di Monaco di Baviera, con più di un milione di visitatori ogni anno.

Uno breve sguardo al passato

Le origini di Hannover risalgono al Medioevo, quando venne fondata sulla riva sud del fiume Leine. Quello che in origine era un piccolo villaggio di pescatori si trasformò già a partire dal XIII secolo in una città, grazie alla sua ubicazione favorevole al centro dei traffici commerciali. Queste caratteristiche le valsero l'entrata nella Lega Anseatica nel 1386. In questo periodo vennero costruite le principali chiese di Hannover, così come le mura della città.

Nel 1636 Giorgio, il duca di Brunswick-Lüneburg, trasferì la sua residenza ad Hannover. I duchi di Brunswick-Lüneburg furono elevati dall'imperatore del Sacro Romano al rango di principi elettori nel 1692. Questi ultimi sarebbero poi diventati sovrani di Gran Bretagna (e dal 1801, del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda ). Il primo di questi fu Giorgio I, che salì al trono britannico nel 1714. L'ultimo monarca britannico della casata degli Hannover fu Guglielmo IV. Quando divenne regine del Regno Unito una donna, Vittoria, secondo la legge salica ancora in vigore nel principato – che richiedeva una successione dalla linea maschile – il legame con la Gran Bretagna venne spezzato. Tre re di Gran Bretagna furono allo stesso tempo principi elettori di Hannover. Durante il tempo dell'unione personale delle corone del Regno Unito e di Hannover (1714-1837), i monarchi britannici raramente visitarono la città se si eccettua il Giorgio I che non parlava inglese e che scelse di trascorrere molto del suo tempo nella sua città natale. Durante gli Guerra dei Sette Anni, con la Battaglia di Hastenbeck (combattuta il 26 luglio del 1757, vicino alla città), l'esercito francese sconfisse quello di Hannover e invase la città. L'anno successivo venne poi riconquistata dalle forze anglo-tedesche guidate da Ferdinando di Brunswick. In seguito a causa della sua posizione e delle industrie che ospitava, la città fu pesantemente bombardata durante la Seconda guerra mondiale.

Nella sua storia, Hannover ha ospitato alcuni cittadini prestigiosi, tra cui il compositore Handel, l'astronomo William Herschel, la scrittrice Hannah Arendt, l'ex cancelliere tedesco Gerhard Schröder e gli Scorpions (rock band famosa negli anni Settanta e Ottanta).

Hannover è una città di fiere e di eventi

Oltre a quelli citati, ospita numerosi altri eventi e festival. Uno dei più famosi è il Machsee Lake Festival, tra le feste più popolari e belle della Germania del Nord, che attira ogni anno circa 1.8 milioni di spettatori. L'evento dura 19 giorni e il programma include balli, concerti, e nuotate notturne alla luce delle torce. Come si può capire dal nome, la "Fête de la musique" è tutta dedicata alla musica. Il 21 giugno di ogni anno la città accoglie oltre 1500 musicisti per una festa di note che si sentono ovunque. I generi rappresentati spaziano infatti dalla musica classica al jazz, dal pop al rock, fino all'hip-hop, alla housemusic, al reggae, al punk, solo per citare alcuni dei generi musicali che si possono ascoltare durante questo straordinario evento nel corso del quale in città vengono allestiti oltre 40 palchi.

Fate in modo di capitare ad Hannover durante il periodo natalizio. I suoi mercatini di Natale, le loro magiche atmosfere rapiscono il cuore. Uno dei mercatini viene allestito nella pittoresca piazza della città vecchia. Ad attendervi ci saranno il villaggio natalizio finnico, dove il salmone alla griglia vi farà venire l'acquolina in bocca, mentre a scaldarvi ci penserà il "Glögi", il vin brulé; personalmente abbiamo preferito il villaggio storico natalizio, ubicato sulle rive del fiume Leine, dove gli artigiani, con i loro prodotti tipici, frutto della tradizione, vi riporteranno indietro nel tempo.

Tante cose da vedere

Hannover offre molteplici attrazioni adatte ad un pubblico di tutte le età e dagli interessi più disparati. Le famiglie con bambini, ma non solo, troveranno elettrizzante una visita allo zoo-avventura di Hannover, dove sono stati ricreati sette differenti ambienti tematici in cui sono ospitati oltre tremila animali. Si passa così dal paesaggio della Savana, che si può contemplare in barca sullo Zambesi, a quello semi-desertico in cui vivono canguri, emu e wombat, mentre nell'ambiente della giungla si possono osservare, oltre ai gorilla, elefanti, tigri e pitoni. Splendide ed emozionanti le aree che riproducono i paesaggi canadesi e della baia dello Yukon, capaci di riportare il visitatore nell'epoca avventurosa dei cercatori d'oro, tra lupi e bisonti.

L'attrazione più famosa di Hannover sono i Giardini di Herrenhausen, che da oltre trecento anni ammaliano i visitatori con la loro bellezza e cura. Al loro interno si distingue in modo particolare il "Grande Giardino", creato dalla Principessa Elettrice Sofia, come il "grande giardino sulla Leine" e considerato, a giusta ragione, uno dei più bei giardini barocchi d'Europa. Nel "Grande Giardino" spicca, tra gli altri, la "Grande Fontana", con il suo getto d'acqua alto ben settanta metri.

Non mancate di visitare la "grotta di Niki de Saint Phalle" in cui vetri colorati si alternano a mosaici con specchi e ciottoli, per un effetto caleidoscopico che vi lascerà stupefatti. La grotta è dedicata all'artista francese Niki de Sainte Phalle ed è stata realizzata tra il 2001 e il 2003 secondo il progetto dell'artista (scomparsa nel 2002). Niki de Sainte Phalle aveva un legame molto stretto con la città di Hannover, nonostante il suo altrettanto forte legame con Basilea, dove abitava con l'artista Jean Tinguely (si veda Musei Basilea, nelle pagine apposite dedicate alla Svizzera). Nel centro storico Hannover ospita un'esposizione permanente di tre opere dell'artista francese, le famose Nana, grandi rappresentazioni di figure femminili. All'interno del giardino si può ammirare la ricostruzione del Castello Herrenhausen, utilizzato come centro conferenze e sede di un museo per esposizioni dedicato allo scienziato Leibniz (Gottfried Wilhelm von Leibniz, che visse ad Hannover fino alla sua morte, avvenuta nel 1716) e al casato dei Guelfi (in tedesco Welfen), famiglia principesca tedesca originaria della Svevia (regione storica della Germania), la stessa ramificazione legata alle lotte per le investiture scatenatesi in Italia nei secoli XI e XII.

I giardini di Herrenhausen sono altresì il palcoscenico di numerose manifestazioni, come la KunstFestspiele Herrenhausen, con il suo ricco programma di concerti, rappresentazioni teatrali e installazioni d'arte (Gartentheather, il cui palinsesto comprende opere teatrali e musicali) o ancora la Kleines Fest im Grossen Garten, ovvero la "Piccola festa nel Grande Giardino", durante la quale, da oltre un quarto di secolo, si esibiscono acrobati, pantomimi e musicanti. Queste manifestazioni si svolgono durante la romantica atmosfera delle serate estive, mentre nelle fredde serate invernali sono l'Orangerie e la Galerie a fare da cornice agli eventi musicali e al programma di varietà invernale.

Nell'epoca che precedeva la Seconda guerra mondiale, il centro storico di Hannover era molto esteso ed era caratterizzato da strette viuzze in cui sorgevano le tipiche case a graticcio di origine medioevale. I raid aerei subiti durante la guerra hanno distrutto gran parte di questi edifici e al termine della guerra ne rimasero solo quaranta, di cui dodici concentrati nell'area della Knochenhauer, Kramer e Burgstraße. Durante il periodo della ricostruzione si decise quindi di concentrare in quest'area la costruzione del "nuovo centro storico" e molti degli edifici rimasti, soprattutto le facciate, vennero trasferite in quest'area.

L'antico Municipio risale al 1500 e per costruirlo furono necessari ben cento anni; la parte più antica dell'edificio risale al 1410. Una delle ali dell'edificio è nota come l'ala farmacia, dato che un tempo qui vi sorgeva l'antica farmacia. Quest'ala venne ristrutturata in stile romanico italiano dopo che un gruppo di cittadini, guidati dal noto architetto Wilhelm Conrad Hase, salvò l'edificio dalla demolizione nel 1844. Lo stesso Hase fu successivamente incaricato di restaurare la restante parte della struttura nello stile originale del 1500.

Oltre al Vecchio Municipio, Hannover ospita anche il Nuovo Municipio, che a prima vista viene scambiato per un castello. Si tratta di un edificio inaugurato nel 1913 dopo una costruzione durata dodici anni. La costruzione dell'edificio costò la somma ragguardevole di dieci milioni di marchi, pagati dalla municipalità in contanti, come sottolineò con orgoglio l'allora sindaco di Hannover, Heinrich Tramm all'Imperatore che si era recato all'inaugurazione. L'edificio, opera degli architetti Eggert e Halmhuber oltre ad essere la residenza del sindaco, è il luogo dove si tengono le assemblee comunali e dove avvengono i ricevimenti ufficiali degli ospiti e dove si svolgono le mostre d'arte. Al suo interno, sotto la grande cupola di quasi 400 metri di altezza si trovano diversi modelli della città, raffigurata com'era nel Medioevo, prima della guerra e com'è oggi. Una particolarità del Nuovo Municipio è l'ascensore diagonale, che con un angolo di 15 gradi arriva fino a 43 metri di altezza consentendo di abbracciare una splendida vista della città.

Tra gli antichi edifici della città c'è la Marktkirche, la chiesa sulla piazza del mercato, risalente al XIV secolo. A causa di scarsità di mezzi finanziari, la costruzione della torre dovette interrompersi quando raggiunse all'incirca la metà dell'altezza inizialmente prevista e venne completata con una guglia. La Marktkirche é stata ricostruita nel 1952 secondo lo stile originario. Particolarmente pregevole il portale bronzeo del 1959, opera dello scultore Gerhard Marcks, scultore tedesco considerato tra i "degenerati" nell'epoca nazista. Nel portale vengono rappresentate la Concordia e la Discordia, come simboli degli alti e bassi della vita.

Il centro della città è un vero e proprio paradiso dello shopping. Vi si incontrano grandi centri commerciali, come la Ernst August Galerie oppure si può passeggiare lungo la Georgstrasse, la via più esclusiva di Hannover, con le sue boutiques di alta moda e le gioiellerie, o lungo le vie Luisenstrasse, Theaterstrasse e Königstrasse, anch'esse strade simbolo dello shopping.

 

Tante specialità da assaggiare

Ampia e variegata è anche l'offerta gastronomica, con bistro e caffè adatti ad una veloce pausa, o semplici osterie, trattorie e ristoranti eleganti in cui gustare un pasto completo. Tra i numerosi ristoranti della città non mancano quelli che offrono cucina internazionale. Chi preferisce può assaporare le specialità culinarie della Bassa Sassonia, che includono ricette a base di cavolo nero con la tipica salsiccia aromatica Bregenwurst, la famosa Calenberger Pfannenschlag, un piatto a base di punte di maiale accompagnate da patate lesse e sottaceti oppure gli asparagi provenienti dall'area attorno a Burgdorf e Nienburg. Per concludere degnamente il pranzo fatevi portare il Welfenspeise, un dolce al cucchiaio a base di uova e crema di vino.

A prima vista, Hannover sembra facile da afferrare, ed è veramente così. Ci sono un bel paio di altre aree che vale la pena dare un'occhiata più da vicino, vale a dire gli edifici sopravvissuti dal tempo della monarchia, le idilliache aree verdi dove è possibile rilassarsi e godere della natura, e culturalmente diversi quartieri che sono piacevoli da esplorare. La vita notturna di Hannover è anch'essa ricca e diversificata. Cosa aspettate?

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

 

Torna su

 

Ostelli Hannover   Ostelli Germania  Hotel Germania   Hotel Hannover

Carte d'Allemagne Karte von Deutschland  Mapa  Alemania   Map of Germany

Carte de Hanovre Karte von Hanover Mapa Hanover    Map of Hanover  Mapa Hanower