Cosa vedere a Saragozza

Ann.

Cosa vedere a Saragozza

Il centro storico di Saragozza offre un patrimonio architettonico di particolare importanza, con una ricchezza di elementi degna delle più grandi capitali europee. Capitale lo fu anche Saragozza, del regno musulmano in Spagna con il Califfato di Cordova, e del regno d'Aragona con Ferdinando II e Isabella di Castiglia; non c'è da stupirsi dunque della presenza di così tante testimonianze storiche, l'architettura barocca, rinascimentale, gotica, e così via. L'incredibile presenza di tradizionali panetterie, pasticcerie, negozi di souvenir e ancora, caffetterie, ristoranti, bar e tapas, stupirà il palato e lo spirito di ognuno di voi.

Il centro è facilmente percorribile a piedi, la vostra visita può inizialmente concentrarsi intorno alla Piazza Pilar, con l'enorme Basilica al suo centro. Per accedere alla parte moderna della città è possibile seguire le vie Don Jaime o Alfonso I, passando per le pittoresche el Tubo ed el Coso. Con la Zaragoza Card è possibile accedere a gran parte dei monumenti e dei musei gratis o con sconto, nonché all'uso gratuito dei trasporti pubblici.

Non ci resta che iniziare col proporre alcuni dei monumenti e delle attrazioni della città.

Torna su

Basílica de Nuestra Señora del Pilar

Plaza de las Catedrales

Come arrivare: Bus: 22 or 23

Cattedrale di SaragozzaLa Basilica della Nostra Signora del Pilar è una delle due cattedrali di Saragozza. Molto famosa attrae pellegrini di tutto il mondo, in particolare con la più grande festa della città, Las Fiestas del Pilar, il 12 Ottobre. In stile Barocco è stata costruita nel 1681, ed è circondata da 4 torri e ben 11 cupole. All'interno sono ospitati importanti dipinti del Goya e del Bayeau. La chiesa è legata alla leggenda della Vergine Maria e della sua apparizione, nel I secolo, sulla sommità di un pilastro (el pilar) in favore di San Giacomo (apostolo). Il pilastro è esposto al pubblico e costituisce motivo di pellegrinaggio pressoché giornaliero, secondo la tradizione il tempio sorge nella stessa posizione che fu del pilastro. Adiacente troviamo il Museo del Pilar, che ospita la collezione di gioielli utilizzati per adornare la statua Pilar.

Torna su

Catedral de la Seo

Plaza de la Seo

Come arrivare: bus 21, 22, 29, 32, 35, 36, 43, 44, 45

Cattedrale di SaragozzaLa seconda cattedrale di Saragozza è in stile gotico, neoclassico, Barocco e plateresco (molto simile al Barocco leccese) e fu costruita nel XIV secolo, sopra un vecchio tempio romanico. Elementi di stile Mudéjar arricchiscono il quadro artistico di questa bella chiesa, secondo molti anche più affascinante della chiesa madre di El Pilar. Al suo interno sono ospitati un altare principale con splendidi rilievi e affreschi di Goya e Bayeu presenti nella cupola barocca. La Cattedrale è situata alla fine della Plaza del Pilar ed è anche famosa per il Museo dei Tappeti nel quale sono ospitati preziosi tappetti fiamminghi e francesi del XV, XVI e XVII secolo.
 

Torna su

La Lonja

Lonja SaragozzaLa Lonja costituiva l'antica Borsa del mercato cittadino, il luogo più importante per la contrattazione commerciale dei prodotti scambiati. Il grande palazzo rinascimentale (il primo monumento del Rinascimento in tutta la regione) che la ospita venne edificato nel 1540, oggi comunemente usato come centro espositivo per gli eventi e le manifestazioni culturali e commerciali della città. L'architetto che la progettò fu Juan de Sariñena, il lavoro fu commissionato dal Consiglio cittadino sotto il patrocino di di Hernando de Aragónvescovo.

Torna su

Palacio de la Aljafería

Palacio de la AljaferiaLa grande fortezza di Saragozza venne iscritta nel 1986 nella lista del Patrimonio dell'Umanità UNESCO. L'enorme palazzo, costruito in origine dagli arabi nel XI secolo, durante la conquista musulmana della Spagna, era posizionato originariamente fuori dalle antiche mura romane, nella pianura del Sari, che era il luogo dove i musulmani svilupparono l'appostamento militare di Almozara. Con l'espansione urbana, l'edificio si è pian piano ritrovato in città. La fortezza è stata la residenza della dinastia Banu Hud durante l'epoca di Abu Jaffar Al-Muqtadire riflette lo splendore raggiunto dal regno del Taifa di Saragozza. Fu anche tribunale durante il periodo della Inquisizione spagnola. Attualmente il palazzo contiene le Cortes(Parlamento regionale) della Comunità autonoma di Aragona. Si ammirino in particolare la moschea col suo minareto e la Torre del Trovador, la sala del Trono e gli splendidi giardini interni. Altre parti vennero aggiunte nell'era cristiana.

Torna su

Mura romane

La città di Saragozza era un tempo circondato da mura, originarie dal periodo dell'occupazione dell'Impero Romano ed erette intorno al III secolo. I tratti accanto alla Torre di Zuda e alla chiesa Iglesia de la Magdalena, lungo il fiume Ebro, sono i meglio conservati della città.

 

Torna su

Mercado de Lanuza

Situata in Plaza de Lanuza, questa bella costruzione in stile Art Nouveau-Liberty con eccellenti lavorazioni in ferro, rimane uno dei monumenti più pregiati dell'architettura moderna della città.

 

 

 

Torna su

Musei di Saragozza

Plaza de los Sitios 6 e Espoz y Mina

Come arrivare: Bus 30, 35, 40

Il Museo Provincial è situato in Plaza Sitios, fu costruito nel 1909 per un esposizione franco-spagnola. Il museo annovera importanti reperti preistorici (tra cui molti provenienti dal periodo dell'antica Roma) e grandi pitture, tra cui molte di Goya. Da non perdere è anche la visita al >patio interno, che sembra evocare con nostalgia il Patio della Infanta, andato ad un commerciante francese d'antiquariato, che lo portò a Parigi. Il vicino edificio della Scuola delle Arti e del Commercio e quello della carità sono stati anch'essi costruiti nel 1908 e rispondono agli stessi criteri costruttivi e formali, reintroducendo la tradizione dell'architettura aragonese in laterizio. Museo Camón Aznar Collezione privata di uno storico locale, ospitata nel Palazzo rinascimentale di Espoz y Mina (Palacio de los Pardo). Presenta diversi dipinti, sculture e ceramiche del Goya e di altri artisti (Rubens, Rembrandt, Van Dyck, Velazquez, Renoir, Manet e Sorolla).

Torna su

Chiesa di Santa Engracia

Santa EgraciaLa chiesa di Santa Engracia si presenta in uno splendido stile Plateresco, con una bella facciata intarsiata nel 1512 da Gil Morlanes (padre poi terminata dal figlio).

 

 

 

Torna su

 

Scuola Escolapios e Chiesa di Santo Tommaso di Aquino

Si tratta di una delle scuole più antiche di Saragozza fondata nel 1733. In stile Barocco.

Chiesa di San Fernando

Splendido esempio di architettura religiosa neo-classica. Fu costruita da Ramon Pignatelli come parrocchia per coloro che lavorarono nella costruzione del canale imperiale di Aragona. I dipinti dell’altare furono opera del Goya.

Cartuja de Aula Dei

Situata a circa 12 km nord di Saragozza, presenta dipinti del Goya in una serie di 11 murali del 1774 rappresentanti il Cristo e la Vergine.

Covento del San Sepolcro

Vicino alle mura romane, è stato dichiarato monumento nazionale.

Architettura stile Mudéjar

Lo stile Mudéjar è in particolare presente nella regione d'Aragona. Nel 1986 l'UNESCO lo ha inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Abbiamo dato ampio spazio in una pagina apposita a cui vi rimandiamo per gli approfondimenti.

 

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Torna su

 

 

 

 

Ostelli Saragozza    Ostelli Spagna   Hotel Saragozza  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte Saragosse   Karte von Saragossa   Mapa Zaragoza  Map of Zaragoza

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal