SARAGOZZA

VISITARE SARAGOZZA : INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

Statene certi, Saragozza è una delle grandi città monumentali della Spagna. I suoi monumenti in stile Mudéjar, lascito della dominazione moresca, e connubio tra questa e la quella cristiana, sono entrati a far parte del patrimonio dell'umanità UNESCO e valgono da soli più di una visita. Capitale dell'omonima provincia spagnola e della Comunità autonoma di Aragona, nel 2010 con poco meno di 700.000 abitanti si è conferma come la  quinta più grande città della Spagna.

Nonostante la sua grandezza, è pressoché incontaminata dal turismo di massa più esasperato, la località è infatti una delle meno visitate dai viaggiatori internazionali, che si ritrovano spesso in coda verso i soliti luoghi più pubblicizzai della nazione.

La città si trova a metà strada tra Madrid e Toledo da una parte e Barcellona dall'altra, ed era un tempo la capitale del potente regno d'Aragona. Oggi, si presenta come una località vivace e prospera, ricca di storia e cultura, un luogo con un grande senso di ospitalità e cordialità rinomato in tutta la Spagna. Valencia e Bilbao sono ugualmente vicine e Saragozza è quindi anche un ottimo crocevia per il turismo itinerante in Spagna. Di notevole importanza è inoltre la sua università con la rinomata facoltà di medicina, metà di tanti studenti Erasmus, anche italiani. La città Veduta della cattedrale di Saragozzaè il fulcro del commercio e dell'economia dell'intera regione, sede di industrie metalmeccaniche, tessili, chimiche, alimentari e manifatturiere. Caffè, teatri, ristoranti, bar e tascas (tapas bar) sono aumentati negli ultimi anni, e molti più monumenti sono stati restaurati e aperti al pubblico, anche grazie al grande evento dell'Esposizione Saragozza Expo 2008 (fiera mondiale) tenutosi tra giugno e settembre del 2008.

La geografia territoriale nella quale si posiziona la città è diversificata: il fiume Ebro (il più grande di tutta la Spagna) e gli affluenti Huerva e Gállego hanno creato un paesaggio variegato, che va da una valle molto fertile in prossimità dei fiumi, al deserto del Los Monegros, alle foreste, alle paludi e alle alte montagne. Il clima è semi-arido, essendo la città posizionata in un'ampia conca interamente circondata da montagne, ma nel complesso mostra Saragozza, stile mudejarcaratteristiche proprie di un clima mediterraneo continentale (estati ed inverni secchi e mezze stagioni umide). La fertilità del territorio e i fiumi hanno dato origine al primo insediamento umano oltre 2000 anni fa, con le prime tribù iberiche. Gli iberici chiamarono la città Salduba, gli antichi Romani, che qui istituirono una legione militare nel 24 a.C., Caesaraugusta (Cesare Augusta), mentre con i Mori nel VIII secolo il nome cambiò in Saraqusta. Il centro storico conserva la struttura rettangolare dell'antica città romana e si possono ancora ammirare le rovine del foro, dell'anfiteatro e delle terme pubbliche.

Cattedrale di SaragozzaConsigliamo di visitare il centro storico di Saragozza a piedi. Se si opta tuttavia per i trasporti pubblici è indicata la scelta della city-card (Zaragoza Card), che offre la possibilità di usare gratuitamente i mezzi pubblici e di entrare a musei e monumenti d'interesse. Sono compresi sconti interessanti in ristoranti, tapas bar e altro, il tutto ad un prezzo sempre molto conveniente che nell'estate del 2010 non raggiungeva gli 8 euro giornalieri.

SaragozzaSecondo la leggenda Saragozza è legata alla nascita del cristianesimo in Spagna. Fu proprio qui che la Vergine Maria ancora prima della sua Assunzione apparve miracolosamente a San Giacomo (Santiago in spagnolo, uno dei 12 apostoli), in piedi su un pilastro, ordinandogli la costruzioni di una chiesa. L'avvenimento è ricordato nella famosa basilica della città, dedicata alla Nostra Signora del Pilar (Nuestra Señora del Pilar), e come la più famosa località religiosa della Spagna, Santiago de Compostela, anche Saragozza è una destinazione di pellegrinaggio molto importante da molti secoli.  La Basilica de Nuestra Señora del Pilar è una delle due cattedrali presenti in città. L'attuale struttura venne costruita nel XVII secolo e Festival del Pilarterminata due secoli più tardi. Lo stile architettonico è Barocco, nonostante elementi di stile mudejar siano predominanti nella cupola e nelle torri. In autunno,> la chiesa fa da sfondo ad un importante festività," Las Fiestas del Pilar", dedicata alla Madonna del Pilar e celebrata anche nel mondo ispanico come El Día de la Hispanidad(per coincidenza di calendario): parate, corride, fuochi d'artificio, offerte di fiori, sagre e balli di strada allieteranno la visita se il vostro soggiorno cade intorno al 12 ottobre. All'interno della chiesa sono presenti opere d'arte di inestimabile valore, tra cui alcuni affreschi dipinti dal Goya.

Seo del SalvadoLa seconda cattedrale di Saragozza è la Seo del Salvado, una splendida chiesa in stile gotico-mudéjar, costruita tra il 1380 e il 1550 e ancora più grandiosa della El Pilar. L'edificio si presenta con una> ricca facciata in stile Barocco-plateresco, esempio tipico dell'architettura gotico-aragonese. All'interno si ammirano in particolare l'altare maggiore e una collezione di arazzi francesi e fiamminghi del XV, XVI e XVII secolo (ospitati nel museo adiacente). La Iglesias mudéjar è uno dei luoghi migliori di tutta la Spagna dove poter ammirare lo stile omonimo, che mescola la tradizione artistica cristiana con quella musulmana. Altri esempi di questo stile sono anche visibili nella cattedrale di La Seo, nella chiesa Magdalena (che oltretutto è da ammirare per la ricca decorazione della sua torre campanaria), nella chiesa di San Miguele nella chiesa di San Pablo. Tutte le chiese sono monumenti Mudéjare sono parte del Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO.

Palacio de la AljaferiaOltre ai monumenti sopra esposti Saragozza ospita altri interessanti attrazioni storiche: il Palacio de la Aljaferia, castello-moresco famoso per le intricate decorazioni in oro del soffitto, e parte delle antiche mura, Las Murallache un tempo circondavano la città. Consigliamo inoltre di non perdere il cosiddetto itinerario romano Caesaraugusta, un percorso turistico che prevede la visita ad alcuni musei e monumenti dei tempi di Cesare (I secolo a.C.), tra cui il porto, il foro romano, i bagni termali (Termas Publicas de Caesaraugusta) e un teatro.

SaragozzaOltre alla parte antica, la città offre numerose attrazioni tipiche di una città moderna. Eccellenti sono le sue Avenidas, come la Independencia, la Sagasta, la Gran Via, e molto suggestive sono anche le varie piazze come quelle di Paraiso e Los Sitios, anche adatte per lo shopping. La vita notturna viene vissuta soprattutto tra la zona del mercato centrale e Bolivia La Paz, con molti locali di tendenza e buona musica anche di tradizione locale. Il centro storico, d'altra parte, è un brulicare di ristoranti e locali tipici con in offerta una squisita cucina aragonese. Non ci resta ora che iniziare ad assaporare la gastronomia di Saragozza e dedicare a voi le pagine che seguono. Buona Saragozza!

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

Torna su

 

 

 

Ostelli Saragozza    Ostelli Spagna   Hotel Saragozza  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte Saragosse   Karte von Saragossa   Mapa Zaragoza  Map of Zaragoza