BILBAO

 

VISITARE BILBAO INFORMAZIONI PICCOLA GUIDA

 

Si possono risollevare le sorti di una città in crisi con un museo? Bilbao ha insegnato a tutto il mondo che si può. Nei giorni precedenti all'apertura del Museo Guggenheim nella città basca c'erano molti scettici persino tra gli artisti accorsi da ogni dove per vedere quel pezzo di futuro, fatto di curve luccicanti e lamiere, vetro e titanio usciti da uno strano sogno.  Poi dove lo avevano messo? In una triste periferia industriale. Perfino gli amici più vicini al creatore di questa struttura marziana, Frank O'Gehry, non riuscivano a nascondere le loro perplessità. A tutto questo si aggiungevano il rifiuto di una intera comunità che voleva aiuti alle aziende in difficoltà con i soldi del museo.

BilbaoTutti si sono dovuti ricredere, ed ora i sorrisi e i sospiri di sollievo si sprecano. Il museo è stato inaugurato il 18 Ottobre 1997, dopo una serie interminabile di fuochi d'artificio, una cena memorabile accompagnata da musica e balli baschi. Subito dopo le persone hanno cominciato ad avvicinarsi curiose, come ci si avvicinerebbe a una nave spaziale appena planata sulla spiaggia. Sono cominciate le file, che non sono più finite. Una città è rinata, come una bella addormentata, passatemi l'accostamento, che dopo duecento anni trova il migliore stilista del mondo, indossa gli abiti del nostro tempo e ritorna a vivere. Le tele di Kandinsky, Picasso, Braque, Warhol e Serra, solo per citarne alcuni, sono opere nell'opera. Poco più avanti si trova il Museo de Bellas Artes con una variegata collezione, che va dalle sculture gotiche alla pop art. Saziato il vostro desiderio di arte, fate quello che ho fatto io e dirigetevi verso il quartiere medievale del casco viejo, alla volta di bar e ristoranti e un mucchio di altre cose da vedere.

Bilbao, localizzazione della cittàBilbao, uno dei capoluoghi dei Paesi Baschi (centro-nord della Spagna), è una città abbastanza grande, con oltre 875.000 abitanti (area metropolitana) e sesto maggiore centro urbano della nazione. Ospita il porto più grande del Paese e importanti settori trainanti come l'industria cantieristica e navale. Per molto tempo questa è stata una città spesso ignorata dalle grandi masse turistiche, che preferivano quel classico e tipico fascino di molte altre città spagnole. Tuttavia l'ospitalità dei suoi abitanti, lo spirito innovativo di molti suoi giovani e il richiamo del mare ne fanno un luogo più che interessante. Una città orgogliosa della sua identità basca, quella di Euskal Herria. Capitale del Paìs Vasco, Bilbao, non è però sede dell'Università, che infatti si trova a Lejona, a circa 15 km, mentre gli studenti albergano quasi tutti a Gexto, vera sede della vita universitaria, perché dispone oltre che di appartamenti, anche di locali dove gli studenti possono incontrarsi e divertirsi.

Bilbao, panorama dal fiumeBilbao è una città di provincia vivace e vibrante, il centro della finanza e della cultura della regione. Una città pittoresca, circondata da montagne, vicina al mare e bagnata da fiume Nervion. La sua geografia è tale da caratterizzarne il clima, più mite rispetto a molte altre parti della penisola Iberica, raramente sotto i 9º C in inverno o superiore ai 27º C in estate. La sua lunga storia è iniziata nel lontano 1300. A quei tempi Bilbao era solo un piccolo villaggio senza pretese, fatto di contadini e pescatori. Ben presto Diego López de Haro (soprannominato l'intruso), signore di Biscaglia, conferì al paese il titolo di 'villa', al fine di proteggere il porto e i suoi affari commerciali dalla rivalità di altri signorotti locali. Nuovamente, nel 1315, Bilbao ottenne un altro importante privilegio, quello conferito dal re Alfonso XI in relazione al Cammino di Santiago. Da allora la città divenne un importante tappa del pellegrinaggio verso Santiago di Compostela, la sua economia incominciò a decollare e il suo porto vide aumentare lo scambio commerciale il nord Europa ed il Mediterraneo.

Bilbao, sviluppo economicoNel corso dei secoli lo sviluppo economico di Bilbao fu favorito dalla sua posizione geografica. A un certo punto l'industrializzazione fu tale da mettere in ombra le pur numerose ricchezze storiche e culturali. Agli inizi del XX secolo Bilbao era considera una delle città più industriali e meno turistiche della Spagna, ciò nonostante la località ha sempre conservato un fascino particolare. Possiamo trovare tracce della sua storia in vari edifici come il Teatro Arriaga, l'Ospedale Civile de Basurto, l'Alhóndiga o le ville e i palazzi di Neguri. Nel Parque de Doña Casilda, con un po' di immaginazione, potremmo ancora essere in grado di vedere le bambinaie portare a spasso i figli dei ricchi signori della città nel primo Novecento. Questi erano i tempi delle numerose società culturali, le ben note La Bilbaína o la prestigiosa Universidad y Escuela Comercial de Deusto. Bilbao è sempre stata una città aperta, colta ed elegante, capace di sfornare artisti del calibro di Juan Crisostomo Arriaga ,musicitsta, autori come Unamuno o pittori come Zuloaga.

Bilbao, lungo fiumeParlare di Bilbao in poche righe è come farle un torto. Lo si nota da subito, arrivando in aereo o in treno circondata da dolci e verdi colline. Luoghi invitanti e molto piacevoli, soprattutto quando si visita la città per la prima volta. Bilbao è oggi  suddivisa in otto distretti. Nel primo di questi, chiamato Deusto, troviamo il recentissimo Puente de Euskaduna e il più antico Puente de Deusto, da quest'ultimo la direzione che consigliamo è quella della Ribera de Deusto, il lungofiume, che conduce in particolare alla Universidad de Deusto, un luogo da non perdere. Fondata nel XIX secolo e gestita dai gesuiti, questa università è stata luogo di studi di molti personaggi importanti della regione; nel complesso questo è un quartiere dalle tipiche atmosfere studentesche, pieno di bar, caffetterie e ristoranti.

Bilbao, lungo fiumePer raggiungere il secondo distretto, chiamato Uribarri, è possibile servirsi del Zubiruri (ponte pedonale di Santiago Calatrava) o del Puente del Ayuntamiento. Qui, si ammira in particolare il Municipio di Bilbao (Ayuntamiento de Bilbao), evidenziato dalla sua immensa scala esterna, che rivela il disegno neo-classico e l'architettura del XIX secolo. Da questo stesso punto, è possibile servirsi della funicolare de Artcanda per ammirare il panorama dalla collina omonima. Non distante, troviamo la via Buenos Aires che si dirige verso Piazza Espana, con al centro la statua del fondatore della città. Il terzo distretto di Bilbao, Otxarkoaga-Txurdinaga, è conosciuto per i vigneti del Txakoli che producono l'omonimo vino molto apprezzato. Il quarto distretto, a sua volta, prende invece il nome dalla bella Basilica de Nuestra Señora de Begoña, in chiaro stile gotico e Barocco, originaria del XVI secolo.

Bilbao, funicolare ArcandaNel Distretto 5, noto con il nome di Ibaiondo, si distingue il quartiere di Casco Viejo, il cuore storico di Bilbao. Qui si può apprezzare l'inconsueta vivacità della cultura della regione, un concentrato di gastronomia basca (rinomatissima), musicisti da strada, baretti e piccoli ristoranti e pure tanto shopping! Ma prima di immergersi nei piaceri sensuali del quartiere consigliamo una visita all'Edificio de la Bolsa (la Borsa Valori) oppure alla Sociedad Bilbaína, una delle più antiche ed eleganti società culturali di tutta la Spagna. E non finisce qui, se preferite è anche possibile tentare la fortuna al Casinò Nervión, o in un Bilbao, Casco Viejocontesto più culturale, attraversare il Puente del Arenal e visitare il Teatro Arriaga e la chiesa di San Nicolás de Bari, senza aver tralasciato di visitare o di scorgere, dal Puente de la Merced, la Iglesia de San Antón. Nel frattempo, noi al casinò abbiamo preferito il Mercado de la Ribera, per un incredibile varietà di pesce e prodotti locali. Le caffetterie di Casco Viejo hanno assistito con orgoglio alle animate discussioni e scambi d'opinione di intellettuali e studiosi di un tempo, oggi mantengono ancora con perseveranza la tipica atmosfera. Casco Viejo ospita anche l'edificio più antico regione, la Cattedrale di Santiago di Bilbao (in basco, Donejakue Katedrala), le cui origini probabilmente sono antecedenti alla fondazione della stessa città. La chiesa è stata consacrata in onore all'Apostolo San Giacomo per il suo ritrovarsi lungo il ramo settentrionale del Cammino di Santiago de Compostela.

BilbaoAbandoè il nome del sesto distretto di Bilbao e si caratterizza per la Plaza del Sagrado Corazón e per la Gran Vía de Don Diego López de Haro. Quest'ultima si apprezza in particolare per le affascinanti facciate dei palazzi signorili, come quelle dell'Edificio Sota e dell'Edificio de la Diputación. Si ammirino anche edifici come il Palacio del Gobierno Civil, l'Hotel Carlton, il Palacio de Justicia, la Iglesia de San Vicente Mártir (in un bello stile basco-gotico del XII secolo) ed anche la Plaza de Albia e il Mercado del Ensanche. Non si tralascino i giardini di Parque de Doña Casilda Iturrizar e il suo Museo de Bellas Artes (Museo Bilbao, funicolare Arcandadelle Belle Arti di Bilbao). Nelle vicinanze troviamo due delle vie più note della vita notturna di Bilbao, la Ledesma e Licenciado Poza; queste non sono tanto lontano dall'Estadio de Fútbol de San Mamés, sede della squadra di calcio dell'Athletic de Bilbao. Il distretto di Abando rimane in effetti uno dei maggiori punti turistici della città, in particolare se si pensa che ospita alcune delle maggiori attrazioni: la parte settentrionale del quartiere è stata ristrutturata per creare una nuova zona conosciuta con il nome di Abandoibarra, una vasta area ex industriale sulla riva dell'estuario di Bilbao. Fiore all'occhiello di questo rinnovamento è il Museo Guggenheim di Bilbao, ma anche diverse aree ricreative e edifici come il Palazzo Euskalduna, le torri di Isozaki Atea, la Estación de Abando (anche conosciuta come Estación del Norte), la Santa Casa de Misericordia ed il Alhóndiga.

Gli ultimi due distretti di Bilbao sono spostati ad occidente del centro storico. Il Distretto 7, chiamato Rekalde, è caratterizzato dalla popolare collina Pagasarri, storico testimone dai suoi 671 metri del grande sviluppo di Bilbao. Nella sua cima trova anche un piccolo rifugio apprezzabile per la vista straordinaria del lato sud del "el botxo" (la buca), nome confidenziale con cui è chiamata la città dai suoi abitanti. L'ottavo distretto di Bilbao è il Basurto-Zorroza e ospita l'omonimo Hospital de Basurto (un complesso ospedaliero costruito nel 1908 in stile Liberty), lo Stadio San Mamés e il Museo Marittimo di Bilbao.

Bilbao è una città dalle mille sorprese. Attività, itinerari storico-culturali, escursioni e tantissimi eventi… di certo questi luoghi non lasciano spazio a momenti di noia. A pochi chilometri dal centro urbano troviamo per esempio le spiagge di Bilbao, affiancate ad un mare pulito e cristallino: tra le tante Playa de Bakio, Playa de La Arena Muskiz, Playas de Gorliz y Plentzia, Playa de Azkorri. Poco distanti, lungo la costa atlantica, sono situate altre note località: Santander e San Sebastian, rispettivamente ad ovest e ad est del Golfo di Biscaglia, e le famose Grotte di Altamira, con i suoi preziosi disegni preistorici. Alle spalle di Bilbao, verso l'entroterra, il richiamo di Burgos e Pamplona non sfugge al viaggiatore informato.

E qui vi lasciamo, ad organizzare il vostro itinerario di viaggio tra le città della Spagna del nord, tra cattedrali gotiche, architetture moderne, belle spiagge e ricette medievali. E a proposito, è ora di una pausa culinaria, ad aspettarci un menù fatto di 'porrusalda' (piatto a base di porri e patate), un 'pisto a la bilbaina', un misto di zucchine, peperoni verdi e pomodori, e un ottimo 'txangurro', un grandissimo granchio condito con della salsa. Per accompagnamento, un piccolo bicchiere di vino 'chiquiteo'.

Concludo solo dicendo : Paìs Vasco,vé a verlo!  Buona Bilbao!

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

 

Torna su

 

Ostelli Bilbao   Ostelli Spagna   Hotel Bilbao  Hotel Spagna

Carte d'Espagne  Karte von Spanien     Mapa de España    Map of Spain

Carte de Bilbao Karte von Bilbao   Mapa Bilbao    Map of Bilbao