VII Programma Quadro Ricerca Sviluppo Tecnologico Dimostrazione
Advertisement

Sei qui :  Come mettersi in Proprio > VII Programma Quadro di R&S Tecnologico Unione Europea

VII Programma Quadro di Ricerca Sviluppo Tecnologico e Dimostrazione dell'Unione Europea

Possono partecipare entità legali di tutti gli Stati Membri e gli Stati Candidati dell'UE. É prevista inoltre la figura di "Stato Associato", cioè un Paese terzo che, pur non volendo aderire all'UE, contribuisce con una quota finanziaria al budget del Programma Quadro e vi può quindi partecipare a pieno titolo. Possono partecipare inoltre organismi internazionali di interesse europeo ed il Centro Comune di Ricerca della Commissione, che 'contano' come un Paese a se stante ai fini della partecipazione minima. In linea generale, il partenariato minimo è formato da 3 organismi di 3 Paesi UE,Candidati o Associati diversi (con eccezioni per i programmi IDEE e PERSONE, per consorzi che da solo soddisfano il criteri della partecipazione minima, o dove specificato diversamente nel bando). Altri Paesi terzi potranno partecipare secondo le modalità indicate nel bando, sulla base di una valutazione progetto per progetto.

Spese ammissibili

  • Attività di coordinamento di azioni di ricerca o di formazione intorno ad uno stesso obiettivo e trasferimento di conoscenze (reti di eccellenza);

  • Attività di ricerca e sviluppo tecnologico - RST - (ricerca collaborativa), intesa come progetti che consentono di acquisire nuove conoscenze utili per mettere a punto nuovi prodotti, processi e/o servizi o per determinare un notevole miglioramento di quelli esistenti e/o per rispondere alle esigenze delle politiche comunitarie;

  • Attività di dimostrazione, intesa come progetti destinati a comprovare la validità di nuove tecnologie che offrono potenziali benefici economici, ma che non possono essere commercializzate direttamente;

  • Attività di disseminazione dei risultati di ricerca;
    Uso ottimale delle e sostegno alle infrastrutture di ricerca;

  • Affidamento di attività di ricerca ad esecutori esterni (Università, centri di ricerca..), per PMI;
    Formazione attraverso la ricerca e mobilità dei ricercatori;

  • Azioni coordinate di ricerca: coordinamento di progetti nazionali di ricerca già finanziati;

  • Studi, seminari e altre iniziative che possano sostenere o preparare le altre attività finanziate nell’ambito del VII Programma Quadro o azioni future.

Agevolazioni

I finanziamenti del VII Programma Quadro sono a fondo perduto.

  • Reti di eccellenza: importo forfettario (lump sum);

  • Attività di RST (ricerca collaborativa): fino al 50% del bilancio di spesa;

  • Attività di dimostrazione: fino al 50% del bilancio di spesa;

  • Azioni specifiche a sostegno delle PMI: fino al 75% del bilancio di spesa;

  • Azioni per la formazione e la mobilità dei ricercatori: fino al 100% del bilancio di spesa;

  • Azioni di coordinamento/supporto: fino al 100% del bilancio di spesa;

  • Azioni nella “Ricerca di Frontiera?: fino al 100% del bilancio di spesa

Criteri

  • Qualità scientifica e tecnologica del progetto;

  • Capacità di portare a termine l’attività intrapresa e di garantirne la gestione efficace in termini di risorse e competenze;

  • Pertinenza rispetto agli obiettivi del programma specifico
    Valore aggiunto europeo, massa critica di risorse mobilitate e contributo all’attuazione di politiche comunitarie;

  • Qualità del piano di valorizzazione e diffusione delle conoscenze e della gestione della proprietà intellettuale;

  • Criteri aggiuntivi sono previsti per alcune tipologie di progetti.

Operatività

Il VII Programma Quadro è in vigore nel periodo 2007-2013. La Commissione Europea pubblica periodicamente bandi per la presentazione delle proposte relativi alle diverse attività coperte dal programma.

Procedure

I progetti devono essere presentati direttamente alla Commissione europea con le modalità stabilite da appositi bandi pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, serie C. Un progetto valutato positivamente dalla Commissione e scelto per il finanziamento diviene oggetto di un contratto stipulato fra la Commissione stessa e il consorzio dei proponenti e deve essere svolto nei tempi e secondo il piano di lavoro descritto nel contratto. La Commissione versa il proprio contributo attraverso un anticipo parziale iniziale e attraverso pagamenti periodici.

Informazioni su contenuto e operatività del VII Programma Quadro si possono trovare sul sito Internet: http://cordis.europa.eu/fp7/home_it.html

Torna su

 

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal