CITTADELLA

VISITARE CITTADELLA INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA

 

Cittadella è un piccolo centro urbano con poco più di 20.000 abitanti, nato nel periodo medievale e come tale rimasto: un piccolo borgo che del passato conserva la fierezza e la suggestione. La località è così ricca d'atmosfera storica che il  poeta inglese Robert Browing azzardò dire che per la città, "avrebbe anche potuto dar via l'intera Londra". Chi non è mai stato da queste parti, dovrebbe venire almeno una volta...

Siamo in effetti di fronte ad un posto incantevole, posizionato nella fertile pianura veneta, a poca distanza dal capoluogo Padova (31 km), da Vicenza e da Bassano del Grappa. Forti mattoni, porte, torrette, passerelle e parapetti, fanno della località un luogo apprezzato dai visitatori e orgogliosamente protetto dai locali.La cittadina si caratterizza per l'incredibile architettura militare, sapientemente conservata per oltre sette secoli. Il centro è racchiuso in un'alta cinta muraria, costellata da torri e circondata da un fossato.

 

CittadellaLe mura furono erette per scopi militari dal libero comune di Padova nel 1220, non molto tempo dopo che la più accanita rivale, Treviso, ebbe finito di costruire la fortificazione vicina, quella di Castelfranco Veneto. Le mura, recentemente restaurate, misurano 1461 metri di circonferenza e hanno un diametro di circa 450 metri; l'altezza è in media 15 metri. Le quattro porte presenti, corrispondono approssimativamente ai punti cardinali e sono parte di due pareti parallele riempite da un nucleo solido di pietre e calce di uno spessore totale di circa 2,10 metri. Furono usate ben sette tecniche diverse di costruzione, caratterizzate dall'uso del mattone e della pietra, in una miscela di sapiente ingegneria civile.

 

Duomo di CittadellaL'intero percorso murario è la principale attrazione di Cittadella ed il camminamento di ronda è percorribile a piedi, anche con visita guidata. Sorta nel luogo che già era conosciuto per l'importante Via Postumia romana, che collegava la friulana Aquilea con Genova e l'intera Liguria, Cittadella si distinse nel tempo per la posizione strategica, capace di garantire a Padova un incontrastato potere feudale. Fu assoggettata a Venezia, sotto la quale prosperò, vedendo aumentare la propria ricchezza e la popolazione. Venne dominata dal potere napoleonico dal 1797, quindi da quello austriaco. Nel 1866 entrò definitivamente a far parte del neonato Regno d'Italia.

 

Bino Rebellato


Sono una sagoma issata in un campo
di tiro a segno
ma ho un cuore segreto
che nessuno centra

Corsivo tondo, l'ora leggera(1989)

Ci lasciamo conquistare dal meraviglioso panorama che si gode dall'alto delle sue mura: una splendida vista su parte del centro storico medievale e, in una giornata limpida, sulle montagne delle Dolomiti. La zona fuori le mura, ed oltre il fossato, rimangono meno pittoresche, caratterizzate dalla tipica urbanizzazione moderna del nord Italia.

 

Una volta usciti dal parapetto di Porta Padova si può anche fare un giro nella torre medievale conosciuta come Torre di Malta, dove ci attende un interessante Museo Archeologico. Le parti più interessanti e suggestive del complesso fortificato sono quelle di Porta Bassano con la rocca e la Casa del Capitano. Durante i restauri vi furono ritrovati importanti testimonianze storico-artistiche delle vicende dell'epoca dei signorotti feudali, e cioè delle varie famiglie Carraresi, Malatesta, Sanseverino e Borromeo. Oggi trovate qui la sede dell'ufficio turistico e l'ingresso per camminare sulle mura. Rivolgersi a questo ufficio per una visita guidata delle mura (chiuso il martedì, aperto gli altri giorni, mattina e pomeriggio, impossibile passare sul camminamento in caso di pioggia) o della cittadina con le sue attrazioni.

 

Cittadella vista porta TrevisoNel centro storico si trova il Duomo, con affreschi interessanti e una splendida Pala d'altare.  L'architettura dell'edificio religioso risale al XVIII secolo, la facciata venne terminata solo nel 1913. Affreschi di una precedente chiesa sono visibili in una cappella laterale. I dipinti più interessanti sono conservati presso la Sagrestia, nella pinacoteca, e contemplano opere di Jacopo Bassano e Palma il Giovane (chiuso il lunedì pomeriggio e la domenica).  La piazza più importante della cittadina è proprio qui, ed è Piazza Pierobon, al centro della circonferenza muraria. E' Cittadella vista porta Treviso- Piazza Pieroboncircondata dal Duomo appunto, dal Palazzo Municipale, dalla Piazzetta Scalco (ex Piazza delle Biande) ed altri palazzi importanti. Anticamente detta "Piazza", poi "Piazza Maggiore", nel XX sec. ha assunto prima il nome di "Piazza Vittorio Emanuele II", poi "Piazza Luigi Pierobon", partigiano cittadellese ucciso dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale. Nella piazza troverete una colonna di marmo sovrastata da un leone di San Marco col libro aperto e nelle vicinanze un portabandiera realizzato con il metallo derivante dalla fusione di due cannoni da guerra.

 

CittadellaAppena fuori le mura si trova la chiesa più antica di Cittadella, la Chiesa di San Donato. Sono da non perdere inoltre le visite al Palazzo della Loggia, al Palazzo Pretorio, interessante il teatro sociale, le due ville Rina e Ca' Nave e al Convento di San Francesco. La nuova Biblioteca civica di Cittadella ha sede nella Villa Rina (Malfatti) un bell'edificio del 1700 interessante sotto il profilo storico, culturale ed architettonico. Nei dintorni interessante da visitare èCastelfranco Veneto, che è possibile vedere nella stessa giornata grazie anche ai numerosi collegamenti ferroviari.

 

Eventi e manifestazioni

Si consiglia il soggiorno durante l'ultima settimana di settembre per la colorata fiera medievale (Voci dall'Evo di Mezzo) con ricchi costumi e rievocazioni d'epoca.

Da non perdere sono anche i mercatini settimanali, come quello del lunedì (mattina) e quello dell'usato e del biologico (mensile, terza domenica). Altre importanti manifestazioni locali sono la Fiera di San Giuseppe (19 marzo) e la Fiera Franca, del bestiame, ad ottobre. Festa delle Rane, mese di giugno, lungo le rive del fiume Brenta con bancone gastronomico per la degustazione di specialità a base di rane. Estate Cittadellese, quasi 90 appuntamenti da metà maggio a fine settembre. Da non perdere infine è il Mercatino di Natale con le immancabili tradizioni locali, gastronomiche ed artigianali. Dal 6 dicembre al 6 gennaio, mostra dei presepi nella chiesa del Torresino, Maratonina di Fine Anno. Concerto del Nuovo Anno con l'Orchestra del Conservatorio.
Per le manifestazioni, info tel: 049 9404485 ufficio del turismo - e-mail: turismo@comune.cittadella.pd.it

 

Curiosità su Cittadella

Cittadella è stata insignita della Medaglia d'Argento al Valor Militare per i sacrifici delle sue gentii e per la sua attività nella lotta partigiana durante la Seconda guerra mondiale.
Dal 2004, si svolge a Cittadella la Festa dei Veneti, una festa che dovrebbe essere apolitica e dare rilevanza al Veneto e alla cultura Veneta.
Lo Slow Food ha a Cittadella una propria Condotta, questo il termine con il quale si identifica tecnicamente il gruppo locale, Slow Food, la condotta si chiama “Alta Padovana�?.
Cittadella la trovate anche su street view di google!
A Cittadella è attiva la Banca del Tempo, per informazioni ed adesioni potete contattare la Proloco Tel. 049.5970627 Fax. 049.9359014

 

Personaggi celebri locali

Bino Rebellato, poeta

Giuseppe Comino, stampatore ed editore
Francesco Spiera, avvocato
Merendine atomiche, gruppo musicale
Giuseppe Billanovich, filologo
Giancarlo Pasinato, ex calciatore e allenatore
Gavino Sabadin, sindaco di Cittadella, partigiano

Luigi Pierobon, partigiano medaglia d'oro al valor militare
Durante la guerra, quando veniva ucciso un soldato tedesco, il comando nemico in Italia, giustiziava dieci italiani per ritorsione. In una di queste operazioni fu inserito nella lista dei malcapitati anche Luigi Pierobon; catturato dai tedeschi all'uscita dell'Università, fu portato in una caserma, che tra l'altro, in seguito ha preso il suo nome. Valoroso patriota e buon cristiano, Pierobon, chiese prima dell'esecuzione di parlare con un sacerdote per la confessione. Prima di essere giustiziato si fece consegnare dal padre che lo assisteva un pezzo di carta e scrisse le sue ultime volontà, salutando i famigliari e chiedendo di essere sepolto a Cittadella, con una semplice croce bianca. Nel 1945 le sue volontà poterono finalmente realizzarsi e il 17 agosto vi fu una cerimonia solenne a cui partecipò praticamente tutta la popolazione cittadellese. Per ricordare le sue gesta eroiche e il suo sacrificio gli fu dedicata la piazza principale di Cittadella, piazza Luigi Pierobon.

 

 

Comune di Cittadella

Piazza Luigi Pierobon, 1 - 35013 Cittadella

Fax (+39) 049-9413419 Telefono (+39) 049-9413411

www.comune.cittadella.pd.it

Informagiovani di Cittadella

Via Marconi 3 Cittadella PD

Telefono: 049 9402028 Fax: 049 9402016

 

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

 

Dove si trova?

 

 

Torna su

 

 

 

Ostelli Cittadella    Ostelli Italia   Auberges de Jeunesse Italie  Hotel Cittadella

Carte Cittadella      Karte von Cittadella      Mapa Cittadella     Map of Cittadella

 Carte de Venetie Karte von Venetien Mapa Veneto     Map of Veneto

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy