Cosa vedere a Pola

Advertisement


Cosa vedere a Pola

 

Pola è una città con una miscela culturale mitteleuropea, dove si possono ammirare interessanti e pregevoli testimonianze soprattutto del periodo romano, veneziano e asburigico. Il centro storico è caratterizzato da strade strette fiancheggiate da edifici medievali e rinascimentali e sul selciato si vedono ancora le antiche pietre romane. La città è conosciuta per la presenza di numerosi antichi edifici di quest'ultimo periodo, il più famoso dei quali è l’Anfiteatro conosciuto anche come l’Arena.

Advertisement

Questo è uno degli anfiteatri meglio conservati dell’antichità. Fra le molteplici manifestazioni che vengono svolte ancora al suo interno la più nota è il Festival del cinema. Il Pola Film Festival è uno dei più antichi festival cinematografici in Europa e nel passato attratto artisti come Richard Burton, Elizabeth Taylor e Orson Welles.

Cosa troverete in questo articolo?

 

Informazioni su Pola romana, chiese di Pola, il Castello, spiagge e sentieri, Isole Brioni, Fiera dell'antiquariato, i Giganti luminosi.

Informazione importante, l'Ufficio del turismo di Pola si trova a questo indirizzo: Forum 3 (Piazza Foro No.3). Non è particolarmente fornito ma le mappe in omaggio sono molto utili, l'ambiente è bello e il personale molto gentile e disponibile.

Anfiteatro Romano

PolaIl monumento più famoso di Pola è come dicevamo, l’Anfiteatro romano. E’ rappresentato nelle cartoline ed è una tappa irrinunciabile di ogni visita. La costruzione risale al I secolo d.C. e venne completata sotto il regno dell'imperatore Flavio. Questo anfiteatro è, fra quelli ancora esistenti, il sesto più grande al mondo. La struttura a tre livelli ospitava in epoca romana 23.000 spettatori. All’epoca romana si svolgevano i combattimenti dei gladiatori, nel medioevo fu luogo per i tornei cavallereschi e le fiere, oggi vi si svolgono numerosi concerti e manifestazioni. Nello spazio sottostante l’arena si trova una mostra dedicata alla olivicoltura e alla viticoltura nell’antica Istria.

A testimonianza dell’importanza della città in epoca romana vi sono anche due Teatri, che hanno resistito alle ingiurie del tempo. Quello più piccolo si trova in prossimità del centro, mentre quello più grande è nella parte meridionale della città.

Pola - Centro storicoArco di Sergi

L’Arco dei Sergi è stato costruito tra il 29 e il 27 a.C. in onore della potente famiglia dei Sergi. Il Tempio di Augusto fu realizzato tra il 2 e il 14 d.C. in onore dell’imperatore Augusto. Si trova in un luogo accanto al quale c’era anche, il Tempio di Diana, di cui sono rimaste solo alcune rovine.

 

Il Forum e il Tempio di Augusto

Il Forum è dove si erge il Tempio di Augusto. Il Forum augusteo fu costruito nel 1° secolo a.C. vicino al mare. In epoca romana era circondato dai templi di Giove, Giunone e Minerva. Di questo centro commerciale e amministrativo romano della città è rimasta la piazza principale di Pola antica e medievale. E’ ancora oggi il principale centro amministrativo e legislativo della città. Una parte della parete posteriore del Tempio di Giunone è stato integrata nel Palazzo Comunale nel XIII secolo.

Porta di Ercole

La Porta di Ercole è uno fra i più antichi monumenti romani di Pola. La porta è risalente al I secolo a.C. Nella parte superiore del singolo arco si può vedere la testa barbuta di Ercole, scolpita in altorilievo. Una iscrizione ricorda i nomi di Lucio Calpurnio Pisone e Gaio Cassio Longino ai quali il senato romano affidò il compito di fondare una colonia nel sito di Pola.

La Porta Gemina è una delle poche porte rimaste, dopo che le mura furono abbattute, all’inizio del XIX secolo. Risale alla metà del II secolo. Si compone di due archi, colonne e un architrave decorato con fregi. Nelle vicinanze ci sono alcuni resti delle mura della città vecchia.

Santa Maria Formosa e i suoi mosaici

La Cappella bizantina di Santa Maria Formosa fu costruita nel VI secolo a forma di croce greca, simile alle chiese di Ravenna. Venne edificata dal diacono Massimiliano, che poi divenne arcivescovo di Ravenna. I pavimenti e le pareti sono decorate con mosaici risalenti all’epoca della sua edificazione. Le decorazioni presenti ricordano quelle del Mausole di Galla Placidia a Ravenna. La parete sopra la porta contiene un pannello in pietra scolpita.

La Chiesa di San Francesco risale alla fine del XIII secolo. Fu costruita in tardo stile romanico con aggiunte gotiche come il rosone. La chiesa è composta da una unica navata con tre absidi. Una caratteristica insolita di questa chiesa è il doppio pulpito. Adorna l’altare un polittico in legno risalente al XV secolo, opera di un artista emiliano. Il portale ovest è decorato con un bel rosone.

Cattedrale dell'Assunzione

La Cattedrale dell’Assunzione della Beata Vergine Maria è stata costruita nel VI secolo sui resti di un sito dove i cristiani erano soliti riunirsi per pregare in epoca romana. Fu ampliata nel X secolo. Dopo la sua distruzione a seguito delle incursioni dei genovesi e dei veneziani, fu quasi completamente ricostruita nel XV secolo. Ha ottenuto la sua forma attuale quando, una facciata tardo rinascimentale, è stata aggiunta agli inizi del XVI secolo. La chiesa conserva ancora diversi caratteri romanici e bizantini, come alcune parti delle pareti, risalenti al IV secolo, alcuni capitelli delle colonne originali e le finestre superiori della navata centrale. Nella zona dell’altare e nella parte a sud si possono ancora vedere frammenti di mosaici del V secolo con le iscrizioni commemorative dei fedeli. Le finestre delle navate furono ricostruite in stile gotico, dopo un incendio scoppiato nel 1242. Il campanile di fronte la chiesa fu costruito tra il 1671 e il 1707 con le pietre dell’anfiteatro. Vi era anche un battistero del V secolo posto di fronte alla chiesa, ma fu demolito nel 1885.

Chiesa Ortodossa di San Nicola

La Chiesa ortodossa di San Nicola con il suo stile ravennate e l’abside poligonale, risale originariamente al VI secolo, ma fu parzialmente ricostruita nel X secolo. Nel 1583 fu assegnato alla comunità ortodossa di Pola. La chiesa possiede diverse icone del XV e del XVI secolo e una preziosa iconostasi del XVIII secolo.

Il Castello

Il Castello a forma di stella con quattro bastioni è situato sulla sommità della collina centrale della città vecchia. Venne costruito, sui resti romani, dai Veneziani nel XIV secolo, seguendo il progetto dell’architetto militare francese Antoine de Ville. Dal 1961 ospita il Museo storico dell’Istria. Il Museo archeologico dell’Istria si trova nel parco su un livello inferiore rispetto al teatro romano e vicino alla Porta Gemina. Il museo venne inaugurato nel 1949 e accoglie i tesori di Pola e dintorni dalla preistoria fino agli Medioevo.

Sentieri e spiagge

Chi ama passeggiare deve andare poco fuori città, dove si trova il "Kaiserwald", un bel bosco attraversato da una trentina di km di sentieri. Perfetto in primavera ed estate per chi ama camminare nella natura. Il percorso arriva fino al mare. 

Pola - Spiagge nelle vicinanzeOltre alle tante attrazioni cittadine non dimenticate le spiagge e la possibilità di fare windsurf, attività sportive acquatiche e stupende immersioni in un mare pulito e pieno di vita. Ci sono molte gallerie subacquee e grotte che garantiscono una esperienza indimenticabile. E’ anche possibile ammirare il Baron Gautsch, il relitto di una nave austriaca affondata nel 1914. 

Le spiagge di Pola più vicine sono quelle di Stoja e del lungomare tra Veruda (con la bella isola di Fratarski) e Valsaline. Più lontane sono invece le spiagge di Medulin e Premantura (con il parco naturale di Punta Kamenjak).

Le isole Brioni

Molto gettonate sono le escursioni al Parco Nazionale delle isole Brioni (Brijuni), 14 isolotti verdeggianti. Scelte dal dittatore Tito come sua residenza estiva queste isole sono una meraviglia naturale. Non si possono visitare liberamente ma solo in escursione organizzata (almeno che non soggiorniate in uno degli hotel locali). Vi si arriva in traghetto partendo da Pola o Fasana.  Conosci tutte le Isole della Croazia.

Fiera dell'antiquariato

La Fiera dell'antiquariato si titene ogni sabato mattina in via Ciscutti, in centro. In vendita opere d'arte, mobilio, libri, monete, bigiotteria e gioielli. Dal 1/8 al 15/9 la fiera si tiene ogni giorno dalle ore 8.00 alle 20.00.

I giganti luminosi

Non sono un'opera d'arte ma l'idea è buona. I Giganti luminosi altro non sono che le gru del cantiere navale di Pola che di notte vengono illuminate in modo suggestivo. L'artefice è  Dean Skira, famoso designer dell’illuminazione, che ha previsto diverse possibilità di illuminazione variabile a seconda degli eventi che si tengono in città. Come rendere interessanti delle bruttissime gru, bravi!

Acquario di Pola

L’Acquario di Pola è il più grande acquario in Croazia, e si trova nella fortezza austro-ungarica Verudela. La fortezza fu costruita nel 1886 sulla penisola e si trova a tre chilometri dal centro di  Pola. Nel 2002 la fortezza è stata trasformata in acquario. In una area di circa 2000 metri quadrati si possono vedere specie del mare Adriatico settentrionale e meridionale, pesci tropicali e pesci d’acqua dolce. Dal tetto della fortezza si può ammirare l’intera città in una bella vista d'insiemea. E’ anche possibile vedere il primo centro di recupero delle tartarughe marine in Croazia.

Forte Bourguignon

Forte Bourguignon è una delle tante fortezze che furono costruite dall’impero austriaco per proteggere il porto della città. Originariamente fu chiamato Forte Monsival, e risale al periodo tra il 1861 e il 1866.

 

Torna su

Ostelli Dubrovnik    Ostelli Croazia   Hotel a Pola   Hotel Croazia

Carte de Dubrovnik   Karte von Dubrovnik  Mapa Dubrovnik    Map of Dubronik

Carte de la Croatie     Karte von Kroatien   Mapa Croacia  Map of Croatia

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal