Cosa vedere a Leida - Da vedere a Leida

Cosa vedere a Leida - Da vedere a Leida

 

Leida è una città che appassiona lo spirito e rallegra l'anima. Lo fa ad ogni suo scorcio storico, capolavoro di architettura rinascimentale, punto di ristoro moderno, canale romantico o negozio all'ultima moda. La città è antica, già abitata dai Romani e sviluppatasi a partire dal IX secolo. Le testimonianze storiche sono numerose, soprattutto quelle che la videro protagonista dell'Epoca d'Oro dell'Olanda, tra il XVI ed il XVII secolo, quando la città si arricchì grazie soprattutto al commercio dei tessuti (in particolare del lino) e agli scambi commerciali della VOC, la Compagnia Olandese delle Indie Orientali, o quelle legati alla nascita dell'Università e al fiorire di movimenti socio-culturali che favorirono l'arrivo di diverse comunità religiose, come quella dei Padri Pellegrini inglesi.

Università di LeidaLeida è una città di pittori e scienziati, che ha visto fiorire l'arte di gente come Rembrandt e Jan Steen, di Gerard Dou, Cornelis Engebrechtsz, Jan van Goyen, Gabriël Metsu, Frans Post, Pieter de Ring, Theo van Doesburg e tantissimi altri. Studiosi delle scienze, astronomi e medici, hanno reso grande la città grazie anche alla sua università, che ha collaborato con queste grandi menti allo sviluppo del sapere umano: vi furono in grandi nomi di Ludolph van Ceulen, tedesco emigrato in Olanda nel XVI secolo, nominato primo professore di matematica dell'Università di Leida (leggi l'articolo dedicato appositamente all'Università) e noto per aver introdotto la costante matematica del 'pi' greco; vi fu Herman Boerhaave, medico e botanico, vissuto tra il XVI e XVII secolo e noto per aver introdotto i primi insegnamenti ospedalieri e aver dimostrato la relazione tra sintomo e malattia, vi fu Carolus Clusius che per primo studiò il bulbo del tulipano piantondolo nel Giardino Botanico di Leida, e poi ci sono poi i vari premi Nobel di Leida, quelli della fisica, tutti nomi usciti anch'essi dalle mura accademiche della città.

 

Andiamo a scoprire insieme i suoi punti più rappresentativi e avrete modo di comprendere perché in Olanda è sempre primavera, anche quando il cielo poi tanto azzurro non è.

 

Canali di Leida

 

Siamo in uno dei centri storici più caratteristici dell'Olanda, dove si ammirano antichi canali navigabili districarsi tra deliziosi edifici colorati e imbarcazioni adibite a caffetterie e ristoranti fluviali. Il centro storico della città ha più di 28 chilometri di canali e corsi d'acqua; per attraversarli tutti, dovrete, ovviamente, servirvi di ponti, e Leida pensate non ne ha meno di 88! Si può viaggiare fino ad Amsterdam, e da lì verso il mare, attraverso la rete di canali e fiumi che attraversano l'Olanda, un'esperienza da non perdere se ne avete occasione. Il più antico ramo del fiume Reno, a Leida diventa poco più di un canale: storicamente questo corso d'acqua è quello che ha dato inizio allo sviluppo della zona, da prima come importante avamposto Romano, poi durante l'Età d'Oro come trafficata via commerciale. Al giorno d'oggi, il traffico fluviale non usa questo ramo e il fiume serve solo per riempire d'acqua i canali della città. L'area compresa tra i canali Oude Rijn e Nieuwe Rijn è quella più pittoresca della città, vi troviamo anche canali come il Rapenburg, il più famoso dei canali di Leida, che incontriamo nel punto di unione tra Breestraat e la Doezastraat e che venne costruito nel 1389. Dall'altra parte del centro della città (Weddesteeg, Galgewater) troviamo il luogo in cui i canali si ricombinano - uno dei luoghi più belli di Leida, con un mulino a vento, l'unico rimasto in città, la porta della città vecchia, un piccolo parco, e un ponte di legno sul fiume. La città è servita da due porti fluviali, quello vicino al Beestenmarkt, lo Morspoort, e quello vicino alla periferia del centro cittadino, il Zijlpoort.

 

Fortezza di Leida (Burcht)

Burgsteeg 14

Area: centro storico/accesso attraverso il cancello in pietra arenaria della Burgsteeg 11, oppure dal canale Oude Rikn ed la Van der Sterrepad

Entrata: gratuita

Leida

 

Costruito nel XIII secolo per proteggere la città dagli attacchi stranieri, il castello-fortezza in mattoni si compone di una forma circolare e bastioni poggianti su archi. Se potete, arrivate fino a su, per una bella vista panoramica sulla città. Il complesso originariamente era formato da una motta (collina artificiale), costruita nel XI secolo, e una fortificazione in legno costruita sopra in cima. Nel 1150 la fortificazione in legno venne sostituita da un castello di pietra. Nel 1651 la città acquistò la fortezza per farne una torre d'acqua ad uso pubblico, si noteranno il sistema di tubature convogliare verso la piazza principale. Oggi l'intera area è adibita a parco pubblico urbano.

 

Chiesa di San Pietro di Leida (Pieterskerk)

Kloksteeg 16

Area: centro storico

Leida

 

La Chiesa di San Pietro (il patrono della città) venne fondata nel 1211 come cappella del conte locale e dedicata a San Pietro e Paolo apostoli e venne costruita in più fasi a seconda dei mezzi finanziari disponibili. La struttura religiosa è la più antica della città e per questo motivo Leida porta il soprannome di 'città delle chiavi' (a Pietro Gesù affidò le Chiavi del Regno dei Cieli). Gli architetti principali furono Rutger van Kampen, alias Rutger van Keulen, e Aernt van den Dom, che ha lavorato anche sul Duomo di Utrecht. Nel XVI secolo la struttura assumeva uno stile tardo gotico, apprezzabile ancora oggi dopo anni di diverse ristrutturazioni. La chiesa viene associata ai Padri Pellegrini, il gruppo di protestanti calvinisti arrivati dall'Inghilterra in Olanda intorno al 1608 e noti per essersi riuniti in seguito al viaggio della Mayflower sbarcata da Plymouth per l'America del Nord. La loro guida spirituale, il pastore John Robinson, visse nelle vicinanze, presso la Pieterskerkchoorsteeg (oggi la sua casa è contrassegnato da una targa). La chiesa al momento non è adibita al culto religioso e continua ad essere soggetta a necessarie ristrutturazioni di manutenzione. Al suo interno sono ospitate le spoglie del medico-botanico Boerhave, del pittore Jan Steen e dello stesso Robinson.

 

Chiesa di San Pancrazio (Hooglandse Kerk)

Middelweg 2

Area: centro storico

Leida

Situata là dove i canali Oulde Rijn e Nieuwe Rijn s'incontrano, la Hooglandse Kerk di Leida si ammira per la sua bella pianta a forma di croce latina e la struttura architettonica esterna, costruita nel XIV secolo e ampliato nel XV. In questo stesso periodo sorsero intorno alla chiesa diversi altri edifici, comprese le abitazioni per gli ecclesiastici, un beghinaggio ed una locanda. All'interno è possibile trovare una lapide appartenente alla tomba di Giustino van Nassau, figlio illegittimo di Guglielmo d'Orange. Anche se svuotata della sua arte di iconoclastia calvinista, la sua elegante architettura è stata splendidamente restaurata.

Chiesa di Marekerk

Mare Lange

Area: centro storico

Leida

 

La Marekerk, costruita in stile classico olandese nel 1639 è stata la prima chiesa del dopo Riforma, completata nel 1650. Il suo architetto principale fu Arent van Gravesande, che firmò anche il progetto dell'edificio della Biblioteca Thysiana. La si riconosce per quella sua caratteristica cupola ottagonale altra 55 metri e si apprezza in particolare per quel suo prezioso interno ligneo che si sviluppa anch'esso in forma ottagonale. La Mare Lange di Leida, la via su cui si posiziona la chiesa, è una delle più caratteristiche e frequentate della città, nota per i numerosi negozi e per quell'angolo romantico presso il ponte di Waaghoofdburg (angolo della Stille Mare). Il ponte conduce dritto verso la Aalmarkt, la Hoogstraat e il Nieuwe Rijn, gli angoli più pittoreschi della città, il cuore del cafes culture di Leida.

 

Casa-museo di Rembrandt

(vedi sezione dedicata ai Musei di Leida)

 

Mulino a vento di Leida De Valk

Binnenvestgracht

Molenwerf

Area: nord centro storico

Leida

 

La vista dal lungocanale di Rijnsburgersingel è semplicemente fantastica, un viale alberato e circondato da case basse in tipico stile olandese, una miriade di biciclette, un piccolo ponte, il Valkbrug (suddiviso in parte ciclabile e pedonale, e parte stradale) e poi il caratteristico mulino a vento olandese. Il suo nome, 'De Walk', tradotto diventa 'il Falco' ed è l'unico mulino rimasto in città, dai 19 un tempo esistenti. Le sue origini risalgono al 1667 e venne utilizzato come mulino a vento per la produzione della farina. Dal 1962, alla morte dell'ultimo mugnaio, Willem van Rhijn, all'età di 87 anni, il mulino è stato adibito a museo ed esibisce una vasta collezione di oggetti utilizzati dalla Società Olandese dei Mulino (Vereniging De Hollandsche Molen). Il mulino è situato in poco meno di 5 minuti a piedi dalla stazione centrale di Leiden. Non mancate di salire fino alla sua parte superiore per ammirare il bel panorama sulla città.

 

Academiegebouw (Università di Leida)

Rapenburg 67-73

Area: centro storico

Tel: 071 527 1210

2311 GJ Leida

L'antico edificio dell'Università di Leida è anche uno dei simboli più riconoscibili della città, situato ai bordi del famoso canale di Rapenburg. L'edificio risale al 1516, anno in cui fu consacrato come cappella per le suore domenicane. L'edificio venne usato come locale accademico solo nel 1581, sei anni dopo la fondazione dell'Università.

 

Orto Botanico di Leida (Hortus Botanicus der Rijksuniversiteit)

Rapenburg 73

Area: centro Storico

Tel: +31 71 5277249

Leida

A due passi dall'antico edificio universitario di Leida trova posto lo storico orto botanico, il luogo in cui il primo bulbo di un tulipano venne portato in Olanda dal botanico Carolus Clusius, nel 1593. Da quando i tulipani vennero piantati a Leida divennero estremamente popolari in Olanda, in particolare tra la nobiltà e l'aristocrazia. Questa importante istituzione naturalistica venne creata da professori e studenti dell'Università di Leida nel 1590. Oggi, al suo interno sono custoditi diverse specie di fiori e piante provenienti da tutto il mondo.

 

Municipio di Leida (Stadhuis)

Stadhuisplein 1

Area: centro storico

Leida

 

Il municipio di Leida è un edificio molto caratteristico, situato sulle rive del Neuewe Rijn. La sua è una storia turbolenta, soprattutto se si considerano i numerosi incendi ai quali fu esposto nel tempo, come quello del 1595 o del 1929. La facciata rinascimentale visibile ancora oggi dalla via Breestraat è antecedente al XVI secolo, mentre quella che dà sul piazzale di Vismarkt è stata costruita nel 1940, dopo che la sezione originale venne distrutta dal fuoco. Sopra la porta sinistra della scalinata è inscritto un versetto che si riferisce all'assedio da parte degli spagnoli e al loro ritiro il 3 ottobre. I capitelli dorati insieme formano il numero 1574, che si riferisce alla durata dell'assedio in giorni.

 

Zijlpoort di Leida

Haven 62

Area: nord del centro storico

Leida

 

Situata all'angolo nord-orientale del Singel, il perimetro esterno dei canali centrali della città, la Ziklpoort era l'antica porta d'accesso alla città di Leida. Venne costruita nel 1667 in stile classico secondo un progetto dell'architetto Willem van der Helm e con la scultura di Verhulst Rombout. Insieme al Morspoort, situata all'estremità occidentale, la Zijlpoort è l'unica delle otto porte originali che sopravvivono oggi. Il nome si riferisce al vicino fiume, il Zijl.

Morspoort di Leida

Morsstraat 40

Area: nord-ovest del centro storico

Leida

 

La porta occidentale della città di Leida venne costruita nel 1669 in stile manierista, su progetto dell'architetto Willem van der Helm. La si riconosce per la cupola ottagonale, e per le bianche linee orizzontali della sua facciata che risaltano sul coloro rosso dei mattoni. Il suo nome deriva da Morsch, prato paludoso.

Ospizi di Leida (Hofjes)

Area: sparsi per la città

Leida

Gli ospizi olandesi sono un fenomeno tutto particolare, caratteristico di questa nazione. Nati come centri di accoglienza per i poveri e i bisognosi anziani, si distinguono per avere al loro interno un piccolo giardino, delle vere e proprie oasi di calma, che è possibile visitare dall'esterno. La parola Hofjes significa infatti casa con cortile. La città di Leida ne ospita un totale di 35, e sono da non perdere in particolare quelli della Loridanshofje (1656), nella Oude Varkenmarkt 1, e la splendida Eva van Hoogeveenhofje, situata nella Doelensteeg 7.

 

Dintorni di Leida

 

Non mancate di visitare i dintorni della città, importanti quanto la stessa località. Avrete modo di conoscere per esempio i Giardini di Keukenhof, presso la cittadina di Lisse, che da solo costituisce motivo unico di viaggio di migliaia di turisti di diversa provenienza. In circa 32 ettari di superficie si estendono i più grandi giardini di tulipani del mondo, uno spettacolo unico, imperdibile. Un incredibile arcobaleno di colori, profumi e incredibile natura. I giardini sono visitabili solo in alcuni periodi dell'anno, a seconda del tempo di fioritura dei bulbi, e sono raggiungibili in circa 20 minuti di autobus (no. 54) dalla stazione centrale di Leida o attraverso la strada ciclabile LF1, se volete usare la bicicletta. A circa 30 km da Leida (e stesso chilometraggio da Amsterdam) è inoltre situata la cittadina di Aalsmeer, nota per l'importante Asta dei fiori, la più grande del mondo (qui ogni giorno vengono scambiati e valutati ben 90 milioni di fiori e 2 milioni di piante!). Il Museo dei Tulipani (Museum de Zwarte Tulp) è invece situato nel centro di Lisse, a circa un chilometro dai giardini.

 

Non si manchino inoltre di visitare le spiagge di Leida, distanti poco più di 20 minuti di percorso in macchina e situate per esempio lungo la località balneare di Katwijk aan Zee.

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

Se questa pagina ti è piaciuta e ti è stata utile a trovare qualche informazioni interessante e a farti risparmiare un po' di tempo, offrici un caffè (ma non ci offendiamo se ce ne offri due), così ci aiuterai a scrivere la prossima guida:  Paypal

Torna su

 

Ostelli Leida    Ostelli Olanda   Hotel Leida

Carte de Leyde Karte von Leiden     Mapa Leiden     Map of Leiden

Carte de Hollande   Karte von Niederlande    Mapa Holanda     Map of the Netherlands

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal