Museo Civico di San Sepolcro

Ann.

Museo Civico di San Sepolcro

 

Nel 1925 Aldous Huxley definì 'La Resurrezione' di Piero della Francesca "il miglior dipinto del mondo". Quale perfezione, tra metafisiche geometrie e sensibilità artistica, poteva concepirsi in tale opera d'arte? Recarsi al Museo civico di San Sepolcro vale la visita alla località in provincia di Arezzo. Al suo interno sono custoditi i più famosi capolavori dell'artista, figura emblematica del Rinascimento italiano.

Ann.

Polittico della Misericordia - Piero della FrancescaIl museo è ospitato all'interno del Palazzo della Residenza (detto anche Palazzo dei Conservatori), sede dei governanti della città fino alla presa da parte dei Malatesta (nel 1371). Il  museo racconta la ricca storia di questo borgo medievale, la sua ricca storia artistica, testimoniata dalla presenza di tanti altri artisti importanti, sotto menzionati. Il primo nucleo museale risale al 1850 e fu creato appositamente per ospitare le opere di Piero della Francesca, su cui poi ruota tutto il contesto artistico-culturale di San Sepolcro. Possiamo ammirare ancora oggi, dopo ben oltre cinque secoli di storia, il dipinto principale, che troviamo situato nella sala dei Conservatori, anche grazie ad un soldato americano a capo di una batteria di artiglieria americana (il suo nome era Anthony Clarke), il quale diede l'ordine di fermare il bombardamento in corso proprio per salvare il capolavoro, ricordandosi delle parole dette qualche decennio prima dallo scrittore britannico. Ancora oggi, questo dipinto è il simbolo dell'identità comunale del borgo, posto al centro dell'Italia, al confine tra Toscana e Umbria.

Museo Civico di Sansepolcro - AffreschiLe opere d'arte presenti nel museo sono numerose e sono allestite nelle dieci sale espositive distribuite tra il piano terra, il primo piano e il piano semi-interrato. Lo splendido e monumentale Polittico della Misericordia di cui si ammirano soprattutto i tratti iconografici medievali su sfondo dorato di una Madonna maestosa (commissionato dalla locale Confraternita della Misericordia nel 1442), si accompagna ai San Giuliano (1454-1458) e San Ludovico di Tolosa (1460), oltre che al noto La Resurrezione (1450), tutti di Piero della Francesca e della sua bottega, come il San Sebastiano.

Troviamo inoltre tra gli altri Andrea della Robbia con opere come Natività (1480c) e Madonna col Bambino (1502), Pontorno con San Quintino (1517), Angelo Tricca e i suoi 'Busto di Piero della Francesca' (1875) in terracotta policroma e dipinto olio su tela 'Piero della Francesca detta le regole di geometria a Luca Pacioli'.

Museo Civico di Sansepolcro - AffreschiUn intenso olio su tela raffigurante 'San Francesco venerato da un Pontefice, un sacerdote e altri prelati' è attribuito ad un anonimo del Seicento, mentre si ammirano anche opere di Agostino Ciampelli (La distruzione degli idoli 1618), Antonio e Remigio Cantagallina (Ultima cena, 1604), un Coro ligneo con tarsie prospettiche pierfrancescane di arte toscana (XV secolo e proveniente dalla chiesa di San Francesco), un dipinto a tempera su tela di Gerino da Pistoia (Madonna del Soccorso, 1502), un affresco quattrocentesco del Maestro del tondo Grenville (Madonna col bambino), vari affreschi trecenteschi del Pittore Aretino, tra cui i meglio conservati 'Episodi della vita di Santa Caterina d'Alessandria' e uno di matrice giottesca raffigurante San Francesco proveniente dalla Chiesa di Santa Chiara.

Il palazzo che ospita il museo presenta uno stile architettonico interessante, su cui spica in particolare l'Arco della Pesa e la terrazza del Museo, all'ingresso, che un tempo collegava l'antico Palazzo all'adiacente Palazzo Pretorio, XIV secolo. Nello stesso edificio si trovano il Tesoro della Cattedrale (collezione di arredi liturgici, nel salone delle pietre), una sezione dedicata ai reperti archeologici rinvenuti nel territorio, e vari affreschi e sinopie provenienti (come sopra) da alcune antiche chiese cittadine.

Informazioni e direzioni

Indirizzo Museo Civico San Sepolcro

Via Niccolò Aggiunti, 65

52037 Sansepolcro, Arezzo, Italia

Telefono – Fax: +39 0575 732218

Entrata: a pagamento (€8 mostre permanenti - €13 euro per mostre temporanee)

Orario invernale

25 settembre / 9 giugno

10.00-13.00 / 14.30-18.00

Orario estivo

10 giugno / 24 settembre

10.00-13.30 / 14.30-19.00

Giorni di chiusura: 25 dicembre, 1 gennaio

Copyright © Informagiovani-italia.com. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza autorizzazione scritta.

 

Se questa guida vi è piaciuta e volete dare una mano a Informagiovani-italia.com aiutateci a diffonderla.

Dove si trova?

 

 

Torna su

Ostelli Sansepolcro   Ostelli Italia  Auberges de Jeunesse Italie   Hotel Sansepolcro

Carte de Sansepolcro     Karte von Sansepolcro    Mapa Sansepolcro Map of Sansepolcro

 Carte de la Toscane     Karte von Toskana     Mapa Toscana     Map of Tuscany

Carte d'Italie  Karte von Italien  Mapa Italia   Map of Italy

 
Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal