Palazzo Attems

Advertisement

Palazzo Attems a Graz 

 

Palazzo in stile barocco, uno degli edifici simbolo di Graz, dai colori caldi e signorili, edificato nel 1702 su commissione di Ignaz Maria conte di Attems, di nobile famiglia di origine friulana. Costui, tra il 1687 ed il 1702, acquistò a Graz sei case a schiera, situate un tempo nello stesso luogo in cui oggi sorge il palazzo. Commissionò la costruzione dell'attuale palazzo all'architetto Johann Joachim Carlon, che si servi della collaborazione del mastro costruttore Andreas Steng e probabilmente di modelli progettuali tipici della costruzione dei palazzi genovesi.

Advertisement

Palazzo Attems a GrazIl lavoro venne completato nel 1716 e da subito il conte, che era persona molto colta e raffinato collezionista d'arte, iniziò ad arricchire il palazzo con importanti opere, tra dipinti, arazzi, armature e libri. I discendenti del conte seguirono le sue orme, aggiungendo nel tempo opere d'arte provenienti un po' da tutta Europa. Durante la prima guerra mondiale alcune sale vennero affittate all'amministrazione della città Graz e nel 1933 la collezione privata fu aperta alla visita al pubblico. Durante la seconda guerra mondiale molte opere d'arte andarono perdute a causa di saccheggi, bombardamenti, ma anche della svendita delle stesse a collezionisti privati. Nel 1962 la Stiria acquistò il palazzo, che fu presto restaurato. I lavori durarono circa 20 anni e restituirono alla città quello che viene indicato ancora oggi come uno dei più importante palazzi aristocratici di tutta l'Austria.

Palazzo Attems a GrazL'esterno del palazzo si presenta a forma di ferro di cavallo, su quattro piani, e con cortile dalla forma squadrata. La facciata è riccamente decorata secondo lo stile barocco, i cui stucchi sono opera di Domenico Boscho (di origine italiana) e sono presenti sia sul lato della strada che nel cortile. Le facciate che danno sul fronte stradale sono molto rappresentative e chiaramente influenzate da quelle tipiche dei palazzi del nord Italia. Diversi i pilastri presenti e parte della decorazione architettonica, tra cui quelli al piano superiore e quelli che fiancheggiano un massiccio portale in pietra ad arco, che dà sulla Sackstraße e che si caratterizza per lo stemma di alleanza tra le due famiglie Attems e Wurmbrand (a rappresentare l'unione tra Ignaz Maria Attems con la sua prima moglie, la contessa Maria Regina Wurmbrand). Si apprezzano anche le lavorazioni dei cancelli e delle griglie alle finestre, che sono in ferro battuto e risalgono al Settecento.

Palazzo Attems a GrazL'interno è ancora più prezioso. Non stupisce se questo luogo è considerato uno dei più grandi capolavori dell'architettura barocca austriaca e se qui, fino al XX secolo, la famiglia Attems era in possesso della più grande collezione privata di dipinti di tutta la Stiria. Entrando nell'edificio, si apprezza da subito la maestosa scalinata riccamente decorata e le bellissime ed eleganti otto sale di rappresentanza, che prendono il nome dal tema degli affreschi presenti: la sala delle scimmie, la sale delle api, la sala degli uccelli, la sala degli angeli, la sala degli angeli e la sala dei busti, tra queste. 

Palazzo Attems a GrazLe stanze di Stato sono al piano terra. A seguire una doppia scala conduce al primo piano,  dove troviamo altre sale di rappresentanza con stucchi di Domenico Boscho e dipinti di Pietro de Pomis. Vi troviamo anche cinque arazzi della manifattura di Bruxelles, di Heinrich Reydams, e una bella stufa in maiolica con decorazioni in rilievo. La cosiddetta "sala del camino" è dotata di numerose rappresentazioni di figure mitologiche. Affreschi e dipinti sono opera anche di Franz Carl Remp, creati durante la fase iniziale del progetto interno voluta dallo stesso Conte, e di Josef Hueber, nelle fasi successive. Al piano superiore si trovavano gli alloggi privati, quindi la biblioteca e la galleria d'arte; in queste sale si apprezza maggiormente l'elegante raffinatezza degli stucchi, decorati con placcatura in oro, argento e rame.

Oggi il palazzo viene usato come sede di numerosi tradizionali eventi e manifestazioni di Graz, tra cui in particolare il Styriarte e L'autunno Stiriano, e anche il Concorso letterario manuskripte di Graz.

L'edificio è attiguo al Palazzo Piccolo Attems (Kleine Palais Attems), chiamato anche il Palazzo della Vedova (Witwenpalais). Sul lato opposto della Sackstrasse si trovano il Reinerhof e il Palais Khuenburg, e poco oltre, la chiesa della SS Trinità di Graz (Dreifaltigkeitskirche).

 

Torna su

 

Ostelli Graz      Ostelli Austria Hotel Graz    Hotel Austria

Carte de Graz    Karte von Graz   Mapa Graz Map of Graz

Carte de la Autriche    Karte von Österreich   Mapa Austria   Map of Austria

Se questa pagina ti è stata utile offrici un: Paypal